artinmovimento.com

A casa di amici… una bella versione di home restaurant a Roccella Ionica

home (2)

Non contenti di buona la prima, siamo tornati per la seconda e poi per la terza volta da A casa di amici di Gianluca Cartolano e Domenico Bruzzese, rimanendo stra-soddisfatti dell’accoglienza e soprattutto della qualità delle pietanze proposte. L’home restaurant in questione si trova a Roccella Ionica, in via Martiri, 45, una traversa di via Trastevere, location decisamente raggiungibile a piedi. Siamo riusciti a rubare qualche minuto a Gianluca per ricostruire questa bella avventura che tanta sto facendo scalpore nella Locride… Gianluca, in primis da avvocato a titolare/cameriere di un home restaurant. Come sta facendo dialogare queste sue due anime? Grazie…

home (1)Non contenti di buona la prima, siamo tornati per la seconda e poi per la terza volta da A casa di amici di Gianluca Cartolano e Domenico Bruzzese, rimanendo stra-soddisfatti dell’accoglienza e soprattutto della qualità delle pietanze proposte. L’home restaurant in questione si trova a Roccella Ionica, in via Martiri, 45, una traversa di via Trastevere, location decisamente raggiungibile a piedi.
Siamo riusciti a rubare qualche minuto a Gianluca per ricostruire questa bella avventura che tanta sto facendo scalpore nella Locride

Gianluca, in primis da avvocato a titolare/cameriere di un home restaurant. Come sta facendo dialogare queste sue due anime?
Grazie mille a Lei e, di riflesso, ad ArtInMovimento Magazine, per l’interessamento alla nostra “avventura” e per aver scelto di provare l’esperienza di essere ospitato in un home restaurant. Beh, sono un avvocato, è vero, ma amo cimentarmi in cose nuove, diverse dai cliché che la società ci impone. All’inizio sembrava strano essere serviti a tavola da un avvocato (e probabilmente era strano anche per me, che non ho mai avuto esperienze lavorative di questo genere) ma il mondo è bello perché è vario, e varie sono le situazioni in cui ci si ritrova nehome (3)l vivere quotidiano. Conciliare entrambe le “carriere” è impegnativo sia mentalmente sia logisticamente, ma sono un tipo dinamico e organizzativo pertanto riesco a fare entrambe le cose passando velocemente da un’aula di tribunale alla cucina, dal mio studio legale alla mise en place dei tavoli.

Perché ha pensato all’home restaurant? Da dove è nata l’idea? Si è ispirato a qualcuno o all’esperienza di qualcuno?
Già da tempo stavo cercando un’idea che mi permettesse di sfruttare il palazzo d’inizio 800 di mia proprietà, ma non riuscivo a trovare la formula giusta. Una sera poi, mi sono imbattuto in un articolo in cui si parlava di questa nuova tendenza tutta europea che coniuga buon gusto, arte culinaria, verve da anfitrione e senso di familiarità. Home restaurant è ricevere a cena o a pranzo ospiti a casa propria dietro la creazione di un evento. il padrone di casa mette a punto un menù, stabilisce il contributo spesa a persona e il numero di posti e lo propone. Uno scambio di servizi tra individui privati, insomma. Sono stato rapito. Ero incredulo perché nella mia teHomeRestaurant2sta frullava da tempo la voglia di cimentarmi nel mondo della cucina ma in modo innovativo e aver dato una veste chiara a ciò che immaginavo è stato idilliaco. Ne ho parlato al mio alter ego dei fornelli, nonché grande amico, Domenico e il giorno seguente ci siamo imbarcati in questo viaggio carichi di aspettative e voglia di fare.

Come funziona A casa di amici?
Se si ha voglia di mangiare piatti cucinati con cura e seguendo i consigli della tipica massaia calabrese, mi si chiama e ci si avvisa dell’arrivo. Il nostro “home restaurant”, infatti, è operativo solo su prenotazione e, non avendo un menù alla carta, viene suggerito cosa mangiare o invitiamo i clienti a suggerirci cosa vorrebbero mangiare. Ogni tanto poi, a seconda dei prodotti stagionali, creiamo degli eventi a cui ognuno è libero di aderire. Come dicevo poc’anzi infatti, stabiliamo il menù e lo giriamo ad amici. Questi lo girano ai propri amici, in un continuo passaggio di informazioni virtuoso, mettendo in moto il “passaparola” che ancora oggi è fra i migliori sistemi pubblicitari e di diffusione delle notizie. Ad oggHomeRestaurant4i siamo riusciti a ospitare fino a trentacinque persone e la risposta dei commensali è stata più che soddisfacente. Tutti sono riusciti a cogliere il senso di familiarità e convivialità che si respirano A Casa di Amici.

Rispetto all’aspetto giuridico e di normazione degli alimenti, cosa può dire al nostro pubblico?
L’home restaurant rientra nel circuito delle piattaforme 2.0 e si basa su uno scambio tra individui. A HomeRestaurant5tutt’oggi in Italia è in fase di studio un complesso di regole chiarificatorie che hanno visto proposte mosse da più partiti politici e l’interessamento della Commissione Europea. Le associazioni di categoria sono state contattate per esporre le proprie ragioni a favore e contro e giungere quindi a una legislazione precisa ma pare che questo traguardo sia ancora lontano. Quanto poi ai prodotti alimentari, A casa di amici è una casa come tutte le altre, pertanto cuciniamo con i prodotti che userebbe qualunque massaia, prodotti che sono scelti con la medesima cura di chi vuol fare bella figura con i propri ospiti. Il concetto alla base di un Home Restaurant infatti non prevede HomeRestaurant3l’adeguamento alla normativa sanitaria, al rilascio di licenze o di attestazioni HACCP in quanto si cucina in casa propria e non in un ristorante con l’attrezzatura relativa. In altre parole, la regola che vige è quella della diligenza del buon padre di famiglia, o meglio, della buona “massaia” di  famiglia che vuole il meglio, quando ad igiene, materie prime alimentari e ospitalità.

L’home restaurant è una pratica che si sta diffondendo. Secondo Lei, a quale bisogno sta rispondendo?
HomeRestaurant1Frequentare A casa di amici è analogo a stare a casa propria o in quella di un amico intimo. Si respira un’aria di familiarità e di convivialità che mettono a proprio agio i nostri ospiti. Il nostro non è quel classico ristorante in cui sei un numero pagante. Noi ti facciamo entrare nel calore di un nucleo pulsante e ciò trasmette serenità. La nostra formula infatti risponde a chi sceglie di fare un’esperienza nuova, gustando dei buoni e saporiti piatti in un’atmosfera del tutto unica come quella di un palazzo antico che è tornato a nuova vita. A dispetto della staticità di un ristorante, tra un pHomeRestaurant6iatto e l’altro, ci si può spostare liberamente all’interno della casa, sul terrazzo o nel cortile di accesso. Si può vivere pienamente il luogo che ti ospita. Se poi ci aggiungi che si mangia bene… cosa vuoi di più dalla vita??!!

Come vede l’evoluzione di “A casa di amici”?
In tutta onestà questa domanda mi spiazza parecchio perché sono molto ancorato a terra, con i piedi ben saldi e nonostante il discreto successo che A Casa di Amici sta avendo, non voglio fare alcun progetto. Preferisco darmi da fare quotidianamente con ogni ospite sperando che torni altre volte e portando altra gente vogliosa di fare quest’esperienza.
Annunziato Gentiluomo

More in Alimentazione

Most popular