artinmovimento.com

A Cagliari KyberTeatro rende omaggio a Glenn Gould

kyberteatro

Questa sera e domani a Cagliari andrà in scena CD 318. Gould è l’arte della fuga 2.0. Lo spettacolo chiude la prima edizione del Festival di Teatro, Arte e Nuove tecnologie Le Meraviglie del Possibile – Scene digitali. L’intera rassegna e lo spettacolo stesso sono organizzati e curati da KyberTeatro, lo spin-off con cui la compagnia L’Aquilone di Viviana svolge le sue attività teatrali e tecnologiche. Questa ultima mise en scène, che coniuga teatro, musica e nuove tecnologie, vuole essere un omaggio al pianista e compositore canadese Glenn Gould, che fece della ricerca della perfezione la cifra della sua attività…

Questa sera e domani a Cagliari andrà in scena CD 318. Gould è l’arte della fuga 2.0.
kyberteatroLo spettacolo chiude la prima edizione del Festival di Teatro, Arte e Nuove tecnologie Le Meraviglie del Possibile – Scene digitali. L’intera rassegna e lo spettacolo stesso sono organizzati e curati da KyberTeatro, lo spin-off con cui la compagnia L’Aquilone di Viviana svolge le sue attività teatrali e tecnologiche.
Questa ultima mise en scène, che coniuga teatro, musica e nuove tecnologie, vuole essere un omaggio al pianista e compositore canadese Glenn Gould, che fece della ricerca della perfezione la cifra della sua attività artistica. Steinway 318 fu per lui il pianoforte perfetto, trovato a Toronto alla fine di una lunga ricerca. Gould fu anche un precursore dell’importanza che la tecnologia nell’arte. Egli stesso si definiva un logo-aquilone-di-viviana_overuomo dei media. Fu il primo, tra le altre cose, a realizzare il montaggio delle tracce audio in sala d’incisione.
Lo spettacolo di KyberTeatro è un gioco sinestetico, per rendere visibile ciò che si sente e udibile ciò che si vede, avvalendosi di strumenti nuovi come il videomapping (tecnica di proiezione di immagini create al computer) e il kinect (sensore capace di registrare i movimenti del corpo umano e di riprodurli).
glenngould.caA ispirare il lavoro di KyberTeatro sono stati anche alcuni testi come “Glenn Gould e la ricerca del pianoforte perfetto” di Katie Hafner e “Glenn Gould. No, non sono un eccentrico” del regista e musicista francese Bruno Monsaingeon.
La drammaturgia e la regia sono di Ilaria Nina Zedda, la co-regia, video e luci di Marco Quondmatteo (sono anche direttori artistici di KyberTeatro), in scena l’attore Senio G.B. Dattena. Costumi e scenografia sono a cura di Emilio Ortu Lieto, le musiche di Luca Nulchis.
L’appuntamento è all’Auditorium comunale di Piazza Dettori a Cagliari, stasera e domani alle ore 21.
Biglietti a 10 euro, ridotto per gli studenti. Per informazioni contattare info@kyberteatro.it oppure il numero di telefono 070/8607175.
Chiara Trompetto
[Fonti delle immagini: glenngould.ca, aquilonediviviana.it, kyberteatro.it]

More in Cultura

Most popular