artinmovimento.com

A Pisa l’anestesia “alternativa”…

foto_gruppo_senologia_medicina_complementare

Nelle sale operatorie del Centro senologico dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, diretto da Manuela Roncella (insignita dalla F.A.V.O. pochissimo del Cedro d’oro), qualche giorno fa, è stato eseguito con successo il primo intervento con anestesia generale “integrata”, ovvero una combinazione di anestesia inalatoria, agopuntura e omeopatia. Tale procedura innovativa è stata applicata da Filippo Bosco, anestesista ed esperto in agopuntura e omeopatia, in servizio all’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione 3 diretta da Luigi De Simone,  struttura che in Aoup, da 10 anni ormai, si occupa di medicina complementare avendo iniziato con la dottoressa Nadia Baccellini nel Dipartimento materno-infantile. Si è ricorso…

Azienda_ospedaliera_pisanaNelle sale operatorie del Centro senologico dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, diretto da Manuela Roncella (insignita dalla F.A.V.O. pochissimo del Cedro d’oro), qualche giorno fa, è stato eseguito con successo il primo intervento con anestesia generale “integrata”, ovvero una combinazione di anestesia inalatoria, agopuntura e omeopatia.
Bosco.anestesistaTale procedura innovativa è stata applicata da Filippo Bosco, anestesista ed esperto in agopuntura e omeopatia, in servizio all’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione 3 diretta da Luigi De Simone,  struttura che in Aoup, da 10 anni ormai, si occupa di medicina complementare avendo iniziato con la dottoressa Nadia Baccellini nel Dipartimento materno-infantile.
Si è ricorso a tale metodica in quanto la paziente aveva chiesto che non le fossero somministrati oppioidi in corso di anestesia e nel decorso post-operatorio.
L’intervento chirurgico alla mammella, che è durato ben 160 minuti, è stato portato a termine senza alcun analgesici-antidMedicsolorifici, al pari della della terapia del dolore nella fase post-operatoria effettuata.
Sia la fase di risveglio sia il decorso postoperatorio sono stati ottimali e con rapida ripresa di coscienza da parte della paziente, che ha espresso la massima soddisfazione per la procedura e per il controllo del dolore posto-operatorio.

Un importante traguardo che rende sempre più evidente la possibilità di ridefinire nuovi confini e nuovi ruoli nella Sanità e che è orientato alla salvaguardia del diritto alla libertà di cura e di scelta terapeutica (Articolo 32 della Costituzione Italiana).
Annunziato Gentiluomo

[Fonti delle immagini: docvadis.it, sanitaincifre.it]

More in Cultura

Most popular