artinmovimento.com

A Tale of Two Cities: MITO chiude i battenti, ma è un “arrivederci”!

teatro_1

305 appuntamenti, 2.700 artisti, 27 Paesi, 186 sedi: questi i numeri dell’ottava edizione di MITO SettembreMusica che, conclusasi con successo la scorsa domenica 21 Settembre, ha conosciuto in poco meno di tre settimane un’affluenza da record, oltre 115.000 spettatori. Il Festival milanese SettembreMusica, nato nel 1978 per iniziativa di Giorgio Balmas, primo a sentire il dovere di portare la musica colta fuori dalle nobili sale di concerto, e diventato “MITO” grazie al gemellaggio con la città di Torino, è dal 2007 sotto la direzione di Enzo Restagno, e i successi non stanno mancando. Incrementi nelle vendite degli abbonamenti, sale sempre…

305 appuntamenti, 2.700 artisti, 27 Paesi, 186 sedi: questi i numeri dell’ottava edizione di MITO SettembreMusica che, conclusasi con successo la scorsa domenica 21 Settembre, ha conosciuto in poco meno di tre settimane un’affluenza da record, oltre 115.000 spettatori.
MITO-450x350Il Festival milanese SettembreMusica, nato nel 1978 per iniziativa di Giorgio Balmas, primo a sentire il dovere di portare la musica colta fuori dalle nobili sale di concerto, e diventato “MITO” grazie al gemellaggio con la città di Torino, è dal 2007 sotto la direzione di Enzo Restagno, e i successi non stanno mancando. Incrementi nelle vendite degli abbonamenti, sale sempre piene, boom delle vendite e degli utenti online: una straordinaria testimonianza della grande passione italiana per la musica, per nulla frenata dal particolare momento storico. Sembrerebbe piuttosto vero il contrario.
Così, per ben diciotto giorni, dal 4 al 21 settembre, le Due Città, il capoluogo lombardo e quello piemontese, sono invase dalla musica. Teatri, piazze, chiese, stabilimenti industriali e carceri ospitano 305 eventi in un tabellone che, come ogni anno dal 1978, coltiva un’immensa varietà di generi, dalla musica classica al jazz, rock, pop e alla musica etnica, e in cui poi si inseriscono incontri, tavole rotonde, seminari, proiezioni di film e un programma educational, che insieme con spettacoli per bambini e ragazzi offre incontri guidati per avvicinarsi alla musica, come i progetti didattici organizzati a Milano per 1270 studenti delle scuole medie inferiori e superiori. E mentre le ormai consuete rassegne collaterali, MITOFringe a Milano e MITO per la Città a Torino, aggiungono alla programmazione del Festival 138 appuntamenti, a riscuotere maggior successo sono le esibizioni dell’Orchestra Filarmonica Ceca, di Martha Argerich accompagnata dall’Orchestra Giovanile dello 15124924910_c897f0c1f0_zStato di Bahia, di Yuri Temirkanov alla guida dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo e il concerto di Krystian Zimerman con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Polacca di Katowice, nonché le inaugurazioni al Teatro Regio e al Teatro alla Scala con la Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fischer.
Insomma, l’ennesimo successo conferma MITO come equazione culturale primaria, tra Milano e Torino, che in futuro sarà in grado di arricchire il programma dell’EXPO con un’offerta musicale di primissimo livello, avendo visto la partecipazione di alcune tra le più autorevoli istituzioni musicali al mondo, tra cui Riccardo Muti, Zubin Mehta, Yuri Temirkanov, Stefano Bollani. Ma la strada verso EXPO non è solo quella della cultura.
MITO_Orchestra_Sinfonica_RAIMITO SettembreMusica a Milano, infatti, con il sostegno di Edison, è il primo festival musicale in Italia, nonché uno dei primi in Europa e nel mondo, a conseguire la certificazione internazionale ISO 20121 che, rilasciata da Certiquality, attesta “l’alta responsabilità sociale, economica e ambientale con cui il Festival è progettato e realizzato”.
Come ogni anno dunque, MITO consolida il proprio primato nel panorama delle manifestazioni musicali internazionali, confermando forza, valore e successo presso un pubblico sempre più vasto di cittadini e visitatori, in un periodo in cui Milano e Torino sono il centro dell’Europa, con i vertici EXPO, la Settimana della Cultura, il Vertice dei Ministri della Cultura, la 66a edizione del Prix Italia, le Notti Blu della Cultura.
Dalle piazze ai teatri, dalle chiese alle carceri, un racconto di Due Città: la loro vita, la loro storia, ma soprattutto, la loro musica.
Giuseppe Parasporo

[Fonti delle immagini: mitosettembremusica.it,wikiedia.org, circololettori.it, cubpiemonte.com]

More in Cultura

Most popular