artinmovimento.com

Alba Abdushi e i suoi volti sensuali in mostra al Mausoleo della Bela Rosin

arte-storia-moda-alla-bela-rosin_page-0001

Undici giovani artisti in mostra e un luogo evocativo alla periferia di Torino, di questo si compone fino al 23 febbraio la mostra d’arte ospitata all’interno del Mausoleo della Bela Rosin. Il tutto all’interno del progetto Marabù della pittrice Maralba Focone che ha inaugurato domenica scorsa e continuerà fino al 23 febbraio. Il giorno dell’inaugurazione abbiamo incontrato tutti gli undici artisti, la cui arte è raccontata dal critico Pasquale Di Matteo, e ogni giorno parleremo di loro, attraverso una breve intervista. Cominciamo con Alba Abdushi, ventinove anni, piemontese, in mostra con alcuni volti femminili, intensi. Alba si racconta con un…

85053360_1222102454650319_3505559501065420800_n86461788_1222102624650302_4103899658588258304_nUndici giovani artisti in mostra e un luogo evocativo alla periferia di Torino, di questo si compone fino al 23 febbraio la mostra d’arte ospitata all’interno del Mausoleo della Bela Rosin. Il tutto all’interno del progetto Marabù della pittrice Maralba Focone che ha inaugurato domenica scorsa e continuerà fino al 23 febbraio.
Il giorno dell’inaugurazione abbiamo incontrato tutti gli undici artisti, la cui arte è raccontata dal critico Pasquale Di Matteo, e ogni giorno parleremo di loro, attraverso una breve intervista.
Cominciamo con Alba Abdushi, ventinove anni, piemontese, in mostra con alcuni volti femminili, intensi. Alba si racconta con un sorriso schivo, poche parole per dirci della sua passione per la pittura, presente da sempre, ma coltivata con costanza dal 2013. Non svela un significato particolare nella sua arte, al contrario desidera che il pubblico riconosca un segnale e, magari, trovi un po’ di sé in cui che osserva. Ama proporre volti, corpi, dettagli di uno sguardo, che realizza talvolta con colori acrilici, più spesso con quelli a olio, che lei definisce più poetici. Dalle sue parole emergono alcune abitudini: i materiali sono importanti e ogni nuovo lavoro si porta dietro l’entusiasmo di pennelli nuovi. Abbiamo scherzato su questo, tirando in ballo la metafora sportiva del giro di palle nuove nel tennis.
Ogni intervista, quindi anche quella con Alba si è conclusa con una domanda comune: in un consesso corale come questa mostra collettiva, percepisci di più il senso della compagnia o del confronto?
La sua risposta ha a che fare con la possibilità di esprimere sensazioni e una mostra collettiva le sembra trasmettere una forma di conforto, quindi apprezza la compagnia: in fondo – dice – l’arte è varia.

Orari mostra
lunedì, mercoledì, venerdì: 9.00 – 13.00
domenica: 14.00 – 17.00

Informazioni
coordinamentodonnemondo.to@gmail.com
+39 3462385110

Elena Miglietti
[Fonte Immagini – Progetto Marabù]

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular