artinmovimento.com

Aliverta torna a Milano con un Barbiere un po’ pop

unnamed

L’Associazione VoceAllOpera torna al Teatro Nuovo di Milano. Giovedì 26 marzo 2015, di nuovo in scena con l’applauditissimo Barbiere di Siviglia di Rossini. Una lettura nuova e divertente di un capolavoro dell’opera buffa. Ci viene impartita la lezione che basta una scena in stile Ikea per riportare un Barbiere ricco di trovate e di divertenti personaggi che ammiccano alla vita di oggi – Gaetano Santangelo su Amadeus. La regia del giovane Gianmaria Aliverta, affiancato da un team di altrettanto giovani collaboratori (tra scenografi, costumisti, sarti, attrezzisti), si rivela dinamica, moderna più che mai. L’allestimento punta ad attualizzare la storia di…

L’Associazione VoceAllOperaunnamed torna al Teatro Nuovo di Milano. Giovedì 26 marzo 2015, di nuovo in scena con l’applauditissimo Barbiere di Siviglia di Rossini. Una lettura nuova e divertente di un capolavoro dell’opera buffa.
Ci viene impartita la lezione che basta una scena in stile Ikea per riportare un Barbiere ricco di trovate e di divertenti personaggi che ammiccano alla vita di oggiGaetano Santangelo su Amadeus.

La regia del giovane Gianmaria Aliverta, affiancato da un team di altrettanto giovani collaboratori (tra scenografi, costumisti, sarti, attrezzisti), si rivela dinamica, moderna più che mai. L’allestimento punta ad attualizzare la storia di due giovani innamorati (Rosina e Almaviva) che, con la complicità del factotum Figaro, riescono a farsi beffa del vecchio Don Bartolo e di Don Basilio, per coronare il loro amore. Innumerevoli i riferimenti pop e contedsmporanei: da una Rosina che venera Hello Kitty, a un Don Bartolo che ricorda Furio Zoccano di Bianco rosso e Verdone, fino a Don Basilio caricatura del Renato Zero anni ’70 e ’80, di Michel Serrault e Ugo Tognazzi de Il Vizietto. Insomma, una versione metamorfica che però non rinuncia a un’attenta e scrupolosa lettura del libretto, e che, soprattutto, cerca di portare all’opera un nuovo pubblico. Questi gli intenti di Gianmaria Aliverta, regista e presidente di VoceAllOpera a cui, grazie alla fortunata eco delle passate stagioni, è stato affidato l’allestimento del Dittico Poulenc-Janáček per la Stagione 2015 del Teatro La Fenice di Venezia, nonchè la messa in scena dell’Incoronazione di Poppea nell’ambito del 41° Festival della Valle d’Itria di Martina Franca.

Il capolavoro di Rossiniunnamedc in scena al Teatro Nuovo è affidato alle voci del tenore Filippo Pina Castiglioni, che impersonerà il Conte d’Almaviva, del soprano Carlotta Vichi, che vestirà i panni di Rosina, e del baritono Federico Longhi, un colorato barbiere e factotum di qualità. Allan Rizzetti e Fabio Midolo saranno rispettivamente Don Bartolo e Don Basilio, mentre Berta sarà impersonata dalla giovane Barbara Massaro. La piccola orchestra Ensamble di VoceAllOpera (violino, viola, violoncello e pianoforte) sarà diretta dal giovane Alessandro Arnoldo.
Tra il primo e il secondo atto celebreremo insieme il 95° compleanno del M° Angelo Lo Forese, Presidente onorario di VoceAllOpera, che proprio al Teatro Nuovo debuttò come Manrico nel 1952. Gianmaria Aliverta consegnerà poi una targa in ricordo, e il tenore si esibirà in alcune arie a sorpresa.

Tutto questo il prossimo giovedì 26 marzo, al Teatro Nuovo di Milano. L’immensa, insana passione per un’arte tutta, proprio tutta, italiana.
Giuseppe Parasporo

More in Benessere

More in Dalle associazioni

Most popular