artinmovimento.com

“Appesi a un libro-Confluenze” visto dagli occhi degli studenti e dei passanti…

confluenze_foto-1

Oggi il corso Regio Parco di Torino è stato in in festa tra libri, clownerie, musica, scrittori per la manifestazione Appesi a un libro-Confluenze organizzata dall’IC Regio Parco e dalla libreria Il ponte sulla Dora. Massimiliano Betta, promettente studente della 3ª I della Scuola secondaria di primo grado Giacosa, ha intervistato gli studenti presenti e i passanti e di seguito riporto le sue considerazioni e riflessioni. “Rispetto agli studenti, quelli della scuola primaria, si può affermare che preferiscano leggere un po’ di più rispetto agli alunni delle medie. Ai più piccoli piace leggere per arricchirsi e imparare cose nuove. Mentre…

appesiOggi il corso Regio Parco di Torino è stato in in festa tra libri, clownerie, musica, scrittori per la manifestazione Appesi a un libro-Confluenze organizzata dall’IC Regio Parco e dalla libreria Il ponte sulla Dora.
Massimiliano Betta, promettente studente della 3ª I della Scuola secondaria di primo grado Giacosa, ha intervistato gli studenti presenti e i passanti e di seguito riporto le sue considerazioni e riflessioni.

“Rispetto agli studenti, quelli della scuola primaria, si può affermare che preferiscano leggere un po’ di più rispetto agli alunni delle medie. Ai più piccoli piace leggere per arricchirsi e imparare cose nuove. Mentre i più grandi considerano noioso leggere e sono un po’ più restrittivi nella scelta.
logo-ic-regio-parcoIl 100% degli alunni intervistati gradisce il genere fantasy perché a loro piace usare l’immaginazione mentre a un ragazzo intervistato piacciono anche i libri di avventura per scoprire cose nuove.
I libri letti sono vari e non dello stesso genere. Alcuni leggono spesso, la maggioranza raramente, anche se un intervistato ha dichiarato di non aver mai letto un libro, eccetto i manuali scolastici.
Facendoli riflettere sul momento della manifestazione che li ha colpiti di più, la maggioranza ha dichiarato di aver preferito i balli per la musica e le coreografie. Un intervistato ha preferito i canti dei bambini sempre per la presenza della musica mentre per un altro la cerimonia del tè e la storia di Ribka Sibhatu.
Per molti l’evento ha avuto un significato di unione e divertimento, mentre per un intervistato ha rappresentato un’occasione per avvicinare le persone ai libri.

logo_un pontesulladoraPer quanto riguarda i passanti, bisogna affermare che molti stavano partecipando ad Appesi a un libro-Confluenze a causa del proprio lavoro o dei figli che svolgono i propri studi nelle scuole Lessona e Giacosa. Solo un signore ne è venuto a conoscenza attraverso la lettura del giornale.
Dai miei confronti con loro è emerso che gli adulti leggono spesso o addirittura più libri insieme.
confluenze_foto-1I generi sono più vari rispetto a quanto accadeva per gli alunni, anche se a molti piace il giallo. Alcuni preferiscono la fantascienza, altri qualunque tipo di storia, vera o fantastica che sia, perché nasconde sempre dei tratti di vita vera.
A tutti hanno colpito i balli per la loro allegria e la loro energia. A un signore è invece piaciuta tutta la mattinata perché gli eventi si sono susseguiti senza sosta ed erano molto vari”.

Mi sembra un buono spaccato della giornata, ricca di emozioni, confronti e occasioni. Peccato la pioggia che ha costretto alle 16.00 ad anticipare la chiusura…
Annunziato Gentiluomo

Comments

  1. […] da approfondire per motivi diversi, non ultimo quello che mi ha visto organizzare una piccola redazione ad hoc con alcuni ragazzi della classe terza della scuola secondaria di primo grado Giacosa. Ho […]

More in Cultura

Most popular