artinmovimento.com

Buono, pulito e giusto di Carlo Petrini ritorna in libreria per il trentennale di Slow Food

logo-salone-del-gusto-terra-madre

Il 2016 è l’anno dei festeggiamenti del trentennale per Slow Food©, associazione fondata appunto nel 1986 da Carlo Petrini, un movimento che come indica il nome stesso si antepone alla “fast life”, ai ritmi frenetici della vita moderna, proponendo un ritorno a una convivialità “lenta”, ai piaceri sensoriali della buona cucina con particolare attenzione alla storia e alla tradizione. Una visione che in modo imprescindibile abbraccia e promuove l’idea di un’agricoltura sostenibile a livello ambientale e sociale. In questa fortunata riedizione di “Buono, pulito e giusto”, edito da Slow Food© Editore/Giunti Editore, sono presenti i capisaldi dell’associazione come l’importanza della…

01-chiocciola-slowIl 2016 è l’anno dei festeggiamenti del trentennale per Slow Food©, associazione fondata appunto nel 1986 da Carlo Petrini, un movimento che come indica il nome stesso si antepone alla “fast life”, ai ritmi frenetici della vita moderna, proponendo un ritorno a una convivialità “lenta”, ai piaceri sensoriali della buona cucina con particolare attenzione allaSF0043994 storia e alla tradizione. Una visione che in modo imprescindibile abbraccia e promuove l’idea di un’agricoltura sostenibile a livello ambientale e sociale. In questa fortunata riedizione di “Buono, pulito e giusto”, edito da Slow Food© Editore/Giunti Editore, sono presenti i capisaldi dell’associazione come l’importanza della biodiversità, della tradizione, dell’artigianale, la riscoperta dell’orticoltura, la valorizzazione del locale. Cinque capitoli in cui Petrini racconta anche aneddoti personali, spiega teorie gastronomiche e visioni politiche, ma soprattutto tratta temi 5. condotta di pescaratutt’oggi di grande attualità come lo spreco di cibo e l’immigrazione.
Infine, una postfazione che ripercorre le tappe importanti di Slow Food© e ne immagina il futuro. Perché Slow Food© non è solo un’associazione ma una grande realtà che agisce a livello mondiale su vari fronti: promuove l’educazione alimentare e al gusto attraverso vari progetti come Orti in Condotta, e l’agricoltura familiare con 10000 orti in Africa, o ancora i Presìdi Slow Food©, per citarne alcuni, ma la lista è lunga. L’associazione organizza inoltre a Torino da molti anni Terra Madre Salone del Gusto, un evento che riunisce contadini, pescatori, artigiani, produttori e accademici di 150 Paesi nella città sabauda a cadenza biennale. Come già annunciato da ArtInMovimento, l’edizione 2016 di Terra Madre avrà luogo nel centro di Torino dal 22 al 26 settembre, e viene presentata ufficialmente oggi.

In attesa dell’evento di settembre, per entrare nello spirito e per capire e conoscere le radici e il pensiero di Slow Food©, non c’è niente di meglio della lettura di “Buono, pulito e giusto”, di cui in seguito trovate un breve estratto.
Sono stati anni di correzioni a un sistema economico e produttivo che nei sessant’anni precedenti aveva provato a spazzare via forme e funzioni di cui invece abbiamo sentito la straziante mancanza: l’autoproduzione, il mercato, il confronto con gli altri, lo studio. […] Se uno dei nostri bisnonni potesse tornare a trovarci e ci chiedesse quali sono le novità dei giorni nostri, a sentire questo elenco (facciamo l’orto, i contadini vendono al mercato…) rimarrebbe un po’ interdetto e direbbe: siete tornati indietro. E invece no. Stiamo andando avanti, ma decidendo dove vogliamo andare sulla base dei nostri reali bisogni, e non lasciandoci guidare solo dalle esigenze di un sistema economico orientato al profitto e completamente disinteressato alla qualità della vita delle persone”.

Virginia Fabris
[Fonti delle immagini: slowfood.it, imagelibrary.slowfood.it]

More in Cultura

Most popular

Most popular

Most popular