artinmovimento.com

Che trasferta per lo Sporting: a Vittoria è 0 a 9!

unnamed (1)

Lo Sporting risale la china. Nove reti sul campo siciliano del Vittoria consegnano alle Nikite i tre punti. È secondo posto. Grandissimo successo per lo Sporting Locri che espugna in maniera netta un Vittoria mai davvero in partita. Al gioco duro delle siciliane le ragazze di mister Ferrara rispondono con le proprie migliori armi: gioco, fraseggi, tecnica e, soprattutto, cuore. Tanto cuore. Si parte alla grande. Al quinto è Sara Borello, che dimostra grande continuità sfoggiando un’altra prestazione monumentale, ad aprire le danze. Piccola ma terribile, muro in difesa e dotata di ottima visione di gioco, inaugura la festa delle…

Lo Sporting risalunnamede la china. Nove reti sul campo siciliano del Vittoria consegnano alle Nikite i tre punti. È secondo posto.
Grandissimo successo per lo Sporting Locri che espugna in maniera netta un Vittoria mai davvero in partita. Al gioco duro delle siciliane le ragazze di mister Ferrara rispondono con le proprie migliori armi: gioco, fraseggi, tecnica e, soprattutto, cuore. Tanto cuore.

Si parte alla grande. Al quinto è Sara Borello, che dimostra grande continuità sfoggiando un’altra prestazione monumentale, ad aprire le danze. Piccola ma terribile, muro in difesa e dotata di ottima visione di gioco, inaugura la festa delle Locresi, che raddoppiano dopo un minuto con il capitano Gigia Capalbo. È lei a siglare il 2 a 0 con un destro chirurgico, su illuminazione della Beita: un evergreen.
Da lì in poi il monologo delle calabresi. Due doppiette, la prima di Antonella Sabatino (che vince il derby di famiglia contro la sorella Imma), la seconda di Federica Marino (che nonostante il perenne infortunio mette ben due volte la firma), chiudono la prima frazione di gioco con un rotondo 6 a 0.
Nel secondo tempo le locali provano la risalita, ma non c’è niente da fare. Il Locri, ormai padrone assoluto del campo, è tutto potenza, tutto cuore. Capitan Capalbo regala il 7 a 0 con un grande tiro da fuori. La furia del Vittoria, però, non si placa. Il match diventa molto falloso: troppi falli e tre tiri liberi sbagliati per le locresi. L’ottavo gol su punizione, ancora firmato Beita, è la ciliegina sulla sua prestazione: una macchina calcistica che delizia e crea gioco in un gruppo che mostra compattezza e feeling.
Chiude la goleada il numero 10 locrese: è 9 a 0. Sorrisi, tre punti, e secondo posto in classifica unnameda pari merito col Salandra.

Braccia al cielo per le amaranto di mister Ferrara, tornate a casa con qualche acciacco di troppo. Questa settimana non abbiamo lavorato al 100% ma la voglia di vittoria era tanta, anche dopo il pareggio che ci ha lasciato l’amaro in bocca. Il pre-Melito lo vivremo con la consapevolezza di avere un derby calabrese che dovrà divertire senza mai dare nulla per scontato – questo il commento a caldo dell’allenatore.
In settimana si proverà a recuperare le infortunate per preparare l’importante match casalingo contro un rinato Futsal Melito.
Ma finora lo Sporting ci ha abituato bene, in casa soprattutto. Sarà grande spettacolo al Palasport.
Giuseppe Parasporo

More in Cultura

Most popular