artinmovimento.com

“Crescendo Rossiniano” al Cilea di Reggio Calabria

reggio-calabria-teatro-cilea-1

Il 13 novembre 1868 moriva nella sua villa a Passy, nei pressi di Parigi, Gioacchino Rossini. A distanza di 150 anni dalla sua morte, anche il Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria vuole festeggiare il grande compositore col concerto Crescendo Rossiniano, un altro importante appuntamento del Rhegium Opera Musica Festival. Gli interpreti della serata del 10 novembre, che si terrà presso il Teatro Cilea, a partire dalle ore 21.00, saranno i Soprani Alexandra Zabala e Maria Letizia Seminara, il Mezzosoprano Chiara Tirotta, il Tenore Christian Collia, il Baritono Salvatore Grigoli e i Bassi Matteo D’Apolito e Suat Arikan, tutti cantanti…

45409151_10217863962136083_3816577869883113472_nIl 13 novembre 1868 moriva nella sua villa a Passy, nei pressi di Parigi, Gioacchino Rossini. A distanza di 150 anni dalla sua morte, anche il Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria vuole festeggiare il grande compositore col concerto Crescendo Rossiniano, un altro importante appuntamento del Rhegium Opera Musica Festival.
Gli interpreti della serata del 10 novembre, che si terrà presso il Teatro Cilea, a partire dalle ore 21.00, saranno i Soprani Alexandra Zabala e Maria Letizia Seminara, il Mezzosoprano Chiara Tirotta, il Tenore Christian Collia, il Baritono Salvatore Grigoli e i Bassi Matteo D’Apolito e Suat Arikan, tutti cantanti in carriera, con vocalità assolutamente adatte al repertorio rossiniano. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Cilea M° Manuela Ranno, recentemente nominata rossinidirettore musicale della medesima compagine orchestrale e apprezzata dal pubblico reggino per la direzione de La traviata dello scorso settembre.
Nel corso della serata verrà eseguito un programma variegato che rappresenta un breve excursus della corposa produzione operistica che ci ha tramandato il genio pesarese: dalle composizioni giovanili come Il Signor Bruschino, che egli stesso definisce un “peccato di gioventù”, ai grandi capolavori che lo hanno reso celebre in tutto il mondo come Il barbiere di Siviglia, fino a giungere a un Rossini inaspettato, capace di elevarsi alle più nobili e austere vette del pensiero e dell’arte col Mosè in Egitto.
37792566_10216770572007377_2718543204050796544_nLo studio della partiture rossiniane mi ha sempre suscitato grandi passioni:  è sorprendente infatti come la sua musica sia capace di rappresentare l’interiorità sentimentale e come provocatoria sia la sua tecnica compositiva (vedi il battere degli archetti dei secondi violini sul leggio nella Sinfonia del Signor Bruschino!). Ma ciò che realmente motiva la mia ricerca dentro il segno in partitura, è l’esaltazione del protagonismo orchestrale derivante dal  valore che Rossini attribuisce alla Voce, al Canto: la musica di Rossini ha senso solo se viene “cantata” e non semplicemente “suonata”!.
Già in fase di programmazione, l’obietto primario che ci siamo prefissi col progetto Rhegium Opera Musica Festival è stato quello di valorizzare le risorse Domenico Gattoartistiche della città di Reggio Calabria: l’Orchestra Filarmonica F. Cilea, in primis, vanta di una storia musicale che rappresenta una garanzia di qualità e professionalità capace di oltrepassare gli ostacoli che in una provincia del sud Italia, purtroppo, sono frequenti e vincolanti. Conta del supporto di musicisti di altissimo livello che in un clima di aridità culturale nel quale ci troviamo a vivere, hanno scelto coraggiosamente di restare e di schierarsi in prima linea per un ideale di rinnovamento e di crescita, afferma il direttore Manuela Ranno.
La scelta del titolo del concerto dedicato a Rossini – “Crescendo rossiniano” – vuole essere di buon reggio-calabria-teatro-cilea-2auspicio per il nostro impegno personale e collettivo con tutte le realtà che partecipano al progetto Rhegium Opera Musica Festival e che vedrà, nello specifico della serata, la partecipazione di cantanti reggini come Chiara Tirotta, giovane mezzosoprano già in grande ascesa sul piano internazionale, e Maria Letizia Seminara, finalista alla prima edizione del Concorso di canto lirico Beppe de Tommasi. Questo concerto chiude la seconda edizione del Concorso appena citato che si svolgerà a Reggio Calabria, alla presenza di illustri giurati, nei giorni 8, 9 e 10 novembre, curato dal sottoscritto e dal regista Renato Bonajuto, e che ha visto l’adesione di trenta concorrenti provenienti, oltre che dall’Italia, da altre parti del mondo, afferma Domenico Gatto, il direttore artistico del Rhegium Opera Musica Festival.
I biglietti del Concerto sono acquistabili in prevendita al Teatro Cilea e online su www.botteghinoweb.com. Per informazioni, si può chiamare al 3407232410.
Si prospetta proprio un evento da non perdere!
Redazione di ArtInMovimento Magazine

More in Cultura

Most popular