artinmovimento.com

Da domani il NIF Contest al Cinema Verdi di Candelo (BI)

Cinema Verdi

Da ieri è online il programma del NIF – New Indie Film Contest, rassegna gratuita di cinema indipendente proveniente da ogni parte del mondo, che andrà in scena mercoledì 16 settembre, dalle ore 17.30 alle ore 23.30, presso le due sale di Cinema Verdi di Candelo (BI), sito in via Senatore M. Pozzo, 2. L’evento, patrocinato dal Comune di Candelo, è organizzato, promosso e curato dalle associazioni ArtInMovimento e SystemOut, e rappresenta uno dei satelliti del Torino Underground Cinefest, facente parte del progetto TUC in tour. La direzione artistica è firmata da Davis Alfano che ha attinto per la programmazione di questa edizione, in cui si succedono corti…

NIF_POSTERDa ieri è online il programma del NIF – New Indie Film Contest, rassegna gratuita di cinema indipendente proveniente da ogni parte del mondo, che andrà in scena mercoledì 16 settembre, dalle ore 17.30 alle ore 23.30, presso le due sale di Cinema Verdi di Candelo (BI), sito in via Senatore M. Pozzo, 2.
L’evento, patrocinato dal Comune di Candelo, è organizzato, promosso e curato dalle associazioni ArtInMovimento e SystemOut, e rappresenta uno dei satelliti del Torino Underground Cinefest, facente parte del progetto TUC in tour.
La direzione artistica è firmata da Davis Alfano che ha attinto per la programmazione di questa edizione, in cui si succedono corti e lungometraggi provenienti da diverse nazioni, alcuni dei quali extraeuropei, dalla selezione del TUC 2020.
Nella Sala 1 si potranno visionare, in ordine, “Observance” di Maël G. Lagadec (Belgio), “Enter nirvana” di Lindsay Bennett-Thompson (Regno Unito), “Pay phone” di Yurugu Matsumoto (Giappone), “Anna” (7° TUC) di Dekel Berenson (Regno Unito), “Antilope” (7° TUC) di Diego Murillo (Venezuela), “Felix in wonderland” (7° TUC) Davis Alfanodi Marie Losier (Svizzera), “Il sistema sanità” di Andrea De Rosa e Mario Pistolese (Italia), “Doubtful” (7° TUC) di Eliran Elya (Israele), “Figurant” (7° TUC) di Jan Vejnar (Repubblica Ceca), “Ashmina” (7° TUC) di Dekel Berenson (Nepal), “Redline” di Kiliána Kilián (Ungheria) e “Bertin” (7° TUC) di Elise Lausseur (Francia).
Nella Sala 2 si incalzeranno “Le travail du castor” (Beaver at work) di Steed Cavalieri (Francia), “Ce qui reste” (All that’s left) di Salvaire Hugo (Belgio), “The wrong barber” di Dean Ganter (Australia), “Tattoo” (7° TUC) di Farhad Delaram (Iran), “Doubtful” (7° TUC) di Eliran Elya (Israele), “Rechazados” di Ivan Noel (Argentina), “Felix in wonderland” (7° TUC) di Marie Losier (Svizzera), “L’oro di famiglia”  di Emanuele Pisano (Italia), “My kingdom” (7° TUC) di Guillaume Gouix (Francia) e “De-feet” (7° TUC) di Vittoria Campaner (Stati Uniti).
Tra le pellicole provenienti dalla scorsa edizione del Torino Underground Cinefest, sono godibili in entrambe le sale i premiati “Felix in wonderland” (Miglior Regia) e “Doubtful” (Miglior Attore).
_DSC7363Si ricorda che l’ingresso al NIF Contest è gratuito al pubblico anche se si richiede la prenotazione del proprio posto in sala sulla piattaforma Eventbrite cliccando qui.
È tutto pronto per il NIF 2020. Veramente fluida ed efficiente la sinergia con Arrigo Tomelleri, proprietario del Cinema Verdi, e con l’Amministrazione comunale di Candelo. L’unico ingrediente ancora mancante è il pubblico che ci aspettiamo numeroso e con cui amereLOGO_TUCmo interagire e raccogliere osservazioni necessarie per farci crescere e per la realizzazione di un festival di più ampio respiro per l’anno prossimo, afferma Annunziato Gentiluomo, Presidente dell’Università Popolare ArtInMovimento.
Lavorare col team del Torino Underground Cinefest è nutriente. I confronti sono sempre costruttivi ed è veramente alta la professionalità. La selezione di questo NIF prevede tantissimi film europei affiancati da un giapponese, un venezuelano, due israeliani, un argentino e un americano, espressione che evidenzia la capillarità e la prolificità del genere indipendente. Auguro a tutti un’immersione totale nella ricca programmazione che spero soddisfi l’attento pubblico del Cinema Verdi, conclude il direttore artistico Davis Alfano.
Evento da non perdere!!!
Redazione di ArtInMovimento Magazine

More in Benessere

More in Cultura

More in Dalle associazioni

More in Scuola

Most popular

Most popular

Most popular