artinmovimento.com

Dal 3 al 6 dicembre “Lo schiaccianoci” di Čajkovskij al Carlo Felice di Genova

lo-schiaccianoci-foto-di-andris-tone

Giovedì 3 dicembre, alle ore 20.30, l’appuntamento con la danza del Teatro Carlo Felice prosegue con il Balletto dell’Opera Nazionale di Riga, che porterà in scena il celebre balletto Lo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il balletto fantastico, rappresentato per la prima volta il 6 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di Pietroburgo, in vista del Natale, è ispirato alla favola di  padre. Il libretto è di Ivan Vsevoložskij, allora direttore dei Teatri Imperiali, le coreografie invece sono del più grande coreografico dell’Ottocento, Marius Petipa. Čajkovskij ha scritto per Schiaccianoci una musica di trasparenza mozartiana, ricca di humor, ma anche eterea e…

Riekstkodis-8Giovedì 3 dicembre, alle ore 20.30, l’appuntamento con la danza del Teatro Carlo Felice prosegue con il Balletto dell’Opera Nazionale di Riga, che porterà in scena il celebre balletto Lo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il balletto fantastico, rappresentato per la prima volta il 6 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di Pietroburgo, in vista del Natale, è ispirato alla favola di  padre. Il libretto è di Ivan Vsevoložskij, allora direttore dei Teatri Imperiali, le coreografie invece sono del più grande coreografico dell’Ottocento, Marius Petipa.
TchaikovskyČajkovskij ha scritto per Schiaccianoci una musica di trasparenza mozartiana, ricca di humor, ma anche eterea e dolcissima, perfetta per accompagnare il sogno di una bimba addormentata sotto l’albero di Natale che, in sogno, vive mille avventure. Le danze che si susseguono sono tutte celeberrime: la Danza della fata confetto, la Danza russa, la Danza cinese, fino all’amatissimo Valzer dei fiori.
Con Petipa lavorò Lev Ivanov, che affrontò soprattutto il problema di far danzare uno stuolo di piccoli allievi della scuola di danza in scene come il Valzer dei fiocchi di neve, che prevede la presenza di sessantaquattro ballerine in tutù bianco.
La coreografia e la messa in scena di questa versione sono curate da Aivars Alvars LeimanisLeimanis (dalla produzione originale di Vasilij Vajnonen) che dal 1993 ricopre la carica di direttore artistico del Balletto dell’Opera Nazionale di Riga e che, nel 2003, è stato insignito della medaglia dell’Ordine delle tre stelle, uno dei più importanti riconoscimenti lettoni.
La Compagnia che si incarica di farci sognare il grande inverno del Nord, fondata nel 1992, affonda le sue radici nella migliore tradizione della scuola di balletto russa passata di generazione in generazione, dando i natali a vere e proprie star del balletto, quali Mikhail Baryshnikov, Maris Liepa e Aleksandr Godunov, tutti nati e formati a Riga.
Riekstkodis-5-700(1)La partitura di Pëtr Il’ìč Čajkovskij è affidata a un artista di rilievo, Farhads Stade, che dirigerà l’Orchestra del Teatro Carlo Felice.
Una fantastica favola per bambini divenuta uno splendido capolavoro di musica e danza pertutti: per questo il Carlo Felice si apre ai bambini offrendo l’ingresso a 10 euro ai minori di 14 anni accompagnati.
Dopo la prima si potrà gustare l’opera di Čajkovskij venerdì 4 dicembre alle 15.30 e alle 20.30; Sabato 5 dicembre alle 15.30 e alle 20.30; e Domenica 6 dicembre alle 15.30.
Redazione di ArtInMovimento Magazine

[Fonti delle immagini: it.wikipedia.org, tvnet.lv]

More in Cultura

Most popular