artinmovimento.com

David di Donatello 2017: trionfa “La pazza gioia” di Paolo Virzì

Schermata 2017-03-28 alle 09.08.30 copy

“La pazza gioia” trionfa ai David di Donatello 2017, il premio conferito annualmente dall’Accademia del Cinema Italiano. Durante la serata – un po’ narcotizzata anche da un pubblico troppo ingessato – il film diretto da Paolo Virzì si è aggiudicato la statuetta più ambita, quella di miglior film. L’opera, una storia intensa, agrodolce e commovente che racconta le vite di due donne con disturbi mentali, Donatella Morelli (interpretata da Micaela Ramazzotti, candidata come miglior attrice) e Beatrice Morandini Valeriana (una straordinaria Valerina Bruni Tedeschi), ha conquistato, oltre al pubblico in sala, anche l’Accademia del cinema italiano. Il film infatti ha…

Schermata 2017-03-28 alle 09.19.53 copyLa pazza gioia” trionfa ai David di Donatello 2017, il premio conferito annualmente dall’Accademia del Cinema Italiano. Durante la serata – un po’ narcotizzata anche da un pubblico troppo ingessato – il film diretto da Paolo Virzì si è aggiudicato la statuetta più ambita, quella di miglior film.
L’opera, una storia intensa, agrodolce e commovente che racconta le vite di due donne con disturbi mentali, Donatella Morelli (interpretata da Micaela Ramazzotti, candidata come miglior attrice) e Beatrice Morandini Valeriana (una straordinaria Valerina Bruni Tedeschi), ha conquistato, oltre al pubblico in sala, anche l’Accademia del cinema italiano. Il film infatti ha ricevuto anche i premi per il miglior regista a Paolo Virzì e per la miglior attrice protagonista, una Valeria Bruni Tedeschi splendida anche durante i ringraziamenti, andati in ordine sparso e confuso ad Anna Magnani, alla madre, alla sorella e alla zia, allo psicanalista, a Paolo Virzì e a Natalia Ginzburg.Schermata 2017-03-28 alle 09.12.39 copy
Un po’ di amarezza per “Indivisibili” del regista Edoardo De Angelis (nonché allievo di Virzì al Centro Sperimentale di Roma) forte di 17 nomination. Il film ha comunque portato a casa il premio per miglior sceneggiatura e quello per miglior attrice non protagonista andato ad Antonia Truppo. Il premio come miglior attore protagonista è andato invece a Stefano Accorsi. L’attore ha trionfato per la sua interpretazione in “Veloce come il vento” di Loris De Martino, il film ispirato alla vita del pilota di rally Carlo Capone.
Mirko Ghiani

Tutti i premi

MIGLIOR FILM
La pazza gioia di Paolo Virzì

MIGLIORE REGISTA
Paolo Virzì

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
Marco Danieli per La ragazza del mondo

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
Nicola Guaglianone, Barbara Petronio, Edoardo De Angelis per Indivisibili

MIGLIORE SCENEGGIATURA ADATTATA
Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti, Salvatore De Mola per La stoffa dei sogni

MIGLIORE PRODUTTORE
Attilio De Razza, Pierpaolo Verga per Indivisibili

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Valeria Bruni Tedeschi per La pazza gioia

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Stefano Accorsi per Veloce come il vento

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Antonia Truppo per Indivisibili

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Valerio Mastandrea per Fiore

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
Michele D’Attanasio per Veloce come il vento

MIGLIORE MUSICISTA
Enzo Avitabile per Indivisibili

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
Abbi pietà di noi musica, testi di Enzo Avitabile interpretata da Enzo Avitabile, Angela e Marianna Fontana per Indivisibili

MIGLIORE SCENOGRAFO
Tonino Zera per La pazza gioia

MIGLIORE COSTUMISTA
Massimo Cantini Parrini per Indivisibili

MIGLIORE TRUCCATORE
Luca Mazzoccoli per Veloce come il vento

MIGLIORE ACCONCIATORE
Daniela Tartari per La pazza gioia

MIGLIORE MONTATORE
Gianni Vezzosi per Veloce come il vento

MIGLIOR SUONO
Pr. dir.: A. BONANNI – Mic.: D. DE SANTIS – Mont. e Creaz.: M.PERRI – Mix: M. MAZZUCCO per Veloce

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI
Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network per Veloce come il vento

DAVID GIOVANI
In guerra per amore di Pierfrancesco Diliberto

[Immagini da daviddidonatello.it]

More in Cultura

Most popular