artinmovimento.com

eWall, una App per geolocalizzare le emozioni

2

Si chiama “eWall” e la “e” iniziale sta per emotions, emozioni. Nell’epoca dei social media, delle bacheche e dei “muri” virtuali sui quali tutti possiamo condividere con il mondo i nostri stati d’animo e le nostre emozioni, c’è qualcuno che si è spinto oltre. Ora grazie a questa nuova app le emozioni sono addirittura geolocalizzabili. Presentata pochi giorni fa a Expo, eWall è una start up il cui progetto è stato ideato da Giuseppe Gazzara, poi realizzato dagli sviluppatori Paolo Carilli, Giovanni Leone, Antonio De Marco, Alessio Mantineo. Ma come funziona esattamente? Il sistema si basa appunto sul sistema di…

Si chiama “eWall” e la “e” iniziale sta per emotions, emozioni. Nell’epoca dei social media, delle bacheche e dei “muri” virtuali sui quali tutti possiamo condividere con il mondo i nostri stati d’animo e le nostre emozioni, c’è qualcuno che si è spinto oltre. Ora grazie a questa nuova app le emozioni sono addirittura geolocalizzabili. Presentata pochi giorni fa a Expo, eWall è una start up il cui progetto è stato ideato da Giuseppe Gazzara, poi realizzato dagli sviluppatori Paolo Carilli, Giovanni Leone, Antonio De Marco, Alessio Mantineo. Ma come funziona esattamente?
Il sistema si basa appunto sul sistema di geolocalizzazione e memorizza tutti i commenti, foto e quant’altro sia stato scritto e pubblicato tramite l’app in quel luogo. Questi dati saranno poi visibili solo da si trova in un certo raggio di Km da quel luogo. Vi proponiamo la presentazione contenuta in questo video ufficiale.

L’applicazione eWall è gratuita e disponibile per iOS nelle versioni dalla 7 in avanti e per Android nelle versioni da 4.0 in su.
Redazione ArtInMovimento Magazine
[Fonte delle immagini: emotionswall.com]

More in Cultura

Most popular