artinmovimento.com

“Famille choisie” al Torinodanza Festival

FaC

Dal 13 al 15 settembre al Chapiteau di la Venaria Reale, alle ore 20.45, si svolgerà lo spettacolo “Famille Choisie“, al Torinodanza Festival, programmato nell’ambito di Bruxelles en piste. Ideatori, creatori, interpreti sono Luca Aeschlimann, Gert De Cooman, Vladimir Couprie, Kenzo Tokuoka; regia Titoune Krall; lighting designer e lighting director Nicolas Diaz; set design e costumi Colette Huchard; Compagnie Carré Curieux. “Siamo quattro fratelli. Non lo eravamo, lo siamo diventati. Il nostro sangue si è mescolato. Si dice che la famiglia non si sceglie. Noi l’abbiamo scelta”. Famille Choisie si occupa delle relazioni familiari “artificiali”, quelle situazioni che tuti noi…

FaC3Dal 13 al 15 settembre al Chapiteau di la Venaria Reale, alle ore 20.45, si svolgerà lo spettacolo “Famille Choisie“, al Torinodanza Festival, programmato nell’ambito di Bruxelles en piste. Ideatori, creatori, interpreti sono Luca Aeschlimann, Gert De Cooman, Vladimir Couprie, Kenzo Tokuoka; regia Titoune Krall; lighting designer e lighting director Nicolas Diaz; set design e costumi Colette Huchard; Compagnie Carré Curieux. “Siamo quattro fratelli. Non lo eravamo, lo siamo diventati. Il nostro sangue si è mescolato. Si dice che la famiglia non si sceglie. Noi l’abbiamo scelta”. Famille Choisie si occupa delle relazioni familiari “artificiali”, FaC2quelle situazioni che tuti noi affrontiamo quotidianamente, ma attraverso il punto di vista, scaravoltato, del circo e della danza. Sotto un tendone montato nella Reggia di Venaria, seguiremo le peripezie di questa “famiglia scelta”. Una galleria di relazioni famigliari artificiali: giocoleria, bolle di sapone, aerei e aquiloni, giochi aerei, monocicli e acrobazie per uno spettacolo strano, divertente, toccante. fraterno e fratricida. In un mondo in perenne mutazione in cui gli estremi si scontrano sempre più arditamente, gli artisti di Carré Curieux si sottraggono ai dogmi del circo classico e contemporaneo, cercando di aprire la propria riflessione a temi sociali semplici ma fondamentali, quali la convivenza o la solidarietà necessaria alla realizzazione dell’individuo. Come ogni famiglia che si rispetti, questa “famiglia scelta” mostra zone di luce e di ombra, momenti di grazia difficoltà, imbarazzi, paure e felicità. E questi stati dell’animo vengono elaborati attraverso atti circensi, movimenti coreografici e musica dal vivo eseguita con strumenti a fiato, la tuba e il corno delle Alpi, a creare l’atmosfera e accompagnare l’azione. Carré Curieux è una tra le compagnie più interessanti nel panorama attuale del circo. Fondato in Belgio nel 2007 da quattro giovani artisti, l’ensemble si è imposto a livello internazionale grazie ad una eccezionale sensibilità nel creare forme di spettacolo che offrono una visione alternativa agli stili di vita contemporanei attraverso tutti i tipi di spazio scenico: teatri, tendoni, strade e persino chiese.

CarreCurieux-FamilleChoisie5Carré Curieux riflette una dimensione comunitaria che nasce dalla tradizione della vita circense e si nutre dei diversi background artistici degli elementi della compagnia. Una famiglia che sotto un tendone riunisce quattro amici: una strana famiglia in una strana casa, con i suoi rituali e le sue abitudini. «Come nei nostri lavori precedenti – scrive il collettivo – CarreCurieux-FamilleChoisie3vogliamo parlare della convivenza. Non siamo qui per capirci, siamo qui per amarci e odiarci a vicenda, proprio come qualsiasi famiglia normale! Non raccontiamo nessuna storia: condividiamo alcuni momenti della nostra fantasia attraverso un circo minimalista di sentimenti. Lo spettacolo è fatto di ricordi, sogni e feste! Divertente, ma sempre con una certa sensazione di imbarazzo che tutti conosciamo: un silenzio nel bel mezzo di una cena di famiglia, uno sguardo tra fratello e sorella, che dice più di mille parole, due uomini che si stringono, CarreCurieux-FamilleChoisie4tenerezza, energia, poesia. Perché in una tenda? Innanzitutto, la nostra tenda non è una vera tenda da circo, è una casa “curiosa” come il nostro nome, rosa e nera proprio come il disegno di un bambino. Siamo sempre stati affascinati dall’idea di invitare il pubblico a sentirsi a casa propria. Volevamo qualcosa di immediato come uno spettacolo in strada, ma intimo come in un teatro. La tenda ci ha offerto l’equilibrio perfetto».

Torinodanza 2018 è un progetto realizzato da Torinodanza festival/Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, maggior sostenitore Compagnia di San Paolo, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Piemonte, Città di Torino, Fondazione per la Cultura Torino, in partenariato con Intesa Sanpaolo. Il Festival Torinodanza, nato nel 1987, è organizzato dal 2009 dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale.

Odette Alloati

 

 

 

More in Cultura

Most popular