artinmovimento.com

Florim Age, il primo pavimento “touch” che permette di rilevare movimenti e abitudini di chi ci cammina

Florim Age

Sembra un comune pavimento in ceramica, ma in realtà la sua superficie è dotata di una struttura sensoriale altamente sensibile, in grado di rilevare ogni movimento, un sistema di monitoraggio che individua i movimenti e traccia il traffico dello spostamento di chi lo utilizza. Si chiama Florim Age ed è stato brevettato da un’azienda modenese, la Florim Ceramiche in collaborazione con il centro Softech-ICT dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Questo pavimento funziona esattamente come un dispositivo touch: percepisce pressione e vibrazione con una precisione molto elevate ed elabora i dati grazie ad un software di visione. il pavimento Florim…

Florim AgeSembra un comune pavimento in ceramica, ma in realtà la sua superficie è dotata di una struttura sensoriale altamente sensibile, in grado di rilevare ogni movimento, un sistema di monitoraggio che individua i movimenti e traccia il traffico dello spostamento di chi lo utilizza. Si chiama Florim Age ed è stato brevettato da un’azienda modenese, la Florim Ceramiche in collaborazione con il centro Softech-ICT dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Questo pavimento funziona esattamente come un dispositivo touch: percepisce pressione e vibrazione con una precisione molto elevate ed elabora i dati grazie ad un software di visione.
il pavimento Florim Age è composto da lastre in ceramica aventi uno spessore di circa quattro millimetri ed è Florim Ageinstancabile su qualsiasi rivestimento grazie ad una guaina coperta di moltissimi sensori: un sensore ogni 12 centimetri quadrati, spazio necessario per percepire il movimento di un piede. Questi punti sensoriali, disposti in righe e colonne come fossero dei pixel consente di rilevare immagini e in futuro video di come varia la pressione di chi che calpesta il pavimento.

Il software di visione, invece, mantiene lo storico aggiornato ogni due secondi e ne aggrega i dati ogni minuto, al fine di rilevare tutte le statistiche e comprendere chi è passato, come e quanto si è fermato.

L’applicazione di Florim Age è molteplice: dall’installazione in strutture museali, per definire, rispettando la privacy, i percorsi di spostamento dei visitatori ai fini della sicurezza; nella domotica e nel monitoraggio di anziani e persone con difficoltà motorie; nella sorveglianza in appartamenti e edifici o anche nei flussi pedonali.

Paolo Ernesto Sussi

[Fonte immagini: slim4plus.it – fanpage.it]

More in Cultura

Most popular