artinmovimento.com

“Il ritmo e la voce in età evolutiva” presso l’Accademia Musicale Amadeus

AMADEUS

L’Accademia Musicale Amadeus, ad Agrate Conturbia in provincia di Novara, oltre a sviluppare percorsi di formazione strumentale ai bambini con laboratori musicali individuali, collettivi ed orchestrali, è molto attiva nell’insegnamento della bodypercussion. La bodypercussion è una tecnica musicale in cui la produzione sonora avviene attraverso la percussione del proprio corpo, considerato al pari di uno strumento musicale a percussioni. Una differenziazione significativa e utile in questo contesto è quella che distingue i gesti suono dalla bodypercussion. Per gesti suono intendiamo tutta quella biblioteca di gesti che producono suoni sul corpo, cioè una sorta di archivio di possibili suoni, a partire dai…

LOGO AMAL’Accademia Musicale Amadeus, ad Agrate Conturbia in provincia di Novara, oltre a sviluppare percorsi di formazione strumentale ai bambini con laboratori musicali individuali, collettivi ed orchestrali, è molto attiva nell’insegnamento della bodypercussion. La bodypercussion è una tecnica musicale in cui la produzione sonora avviene attraverso la percussione del proprio corpo, considerato al pari di uno strumento musicale a percussioni. Una differenziazione significativa e utile in questo contesto è quella che distingue i gesti suono dalla bodypercussion. Per gesti suono intendiamo tutta quella biblioteca di gesti che producono suoni sul corpo, cioè una sorta di archivio di possibili suoni, a partire dai piedi fino ad arrivare al collo, includendo anche effetti prodotti con l’uso della voce. Per bodypercussion, invece, intendiamo concatenazioni funzionali di gesti suono, macrostrutture, magari politimbriche, che esprimano un significato ritmico-musicale eventualmente autonomo e completo, un corpo vivo che risuoni come primo strumento. L’esperienza musicale corporea viene vissuta come esperienza ritmica globale nella quale il circuito suono-ascolto è rinforzato da un feedback cinestetico oltre che uditivo. Nella bodypercussion vi è un ritorno alla primitività del gesto nella sua accezione più complessa e completa, cioè un gesto che significa, che produce comunicazione ed espressione, e che si traduce in un gesto sonoro per esprimere un’ampia gamma di emozioni. Negli anni ’80, grazie a Keith Terry, inizia uno studio specifico sull’utilizzo dei suoni del corpo. I gesti suono diventano la base di partenza da cui costruire un linguaggio articolato, una scrittura più specifica, un’esplorazione timbrica e quindi la creazione di altri suoni corporei. Il corpo e i suoi suon così diventano il campo di ricerca che porta a sviluppare la tecnica della bodypercussion. La tecnica della bodypercussion investe lo sviluppo della coordinazione motoria, i principi di simmetria, le coordinate spazio-temporali, la comprensione del metro, del ritmo, della pulsazione, la capacità di eseguire e comprendere poliritmia e polimetria, lo sviluppo della capacità di ascolto e della musica d’insieme.  Attraverso l’impiego della bodypercussion si possono sviluppare o affinare specifiche competenze legate al suono, al ritmo e alla musica, ma anche competenze trasversali utili ad uno sviluppo globale dell’individuo. L’Accademia Musicale Amadeus promuove due seminari su “Il ritmo e la voce in età evolutiva“, sabato 4 marzo, destinati ad adulti e bambini. Il primo, ad Agrate Conturbia (NO), dalle 9.00 alle 12.30 e il secondo a Milano nella stessa giornata dalle 15.00 alle 19.00. Docente per entrambi i workshop l’insegnante Tiziana PozzoAMADEUS Il laboratorio ad Agrate si articola in tre momenti: dalle 9.00 alle 11.00 sessione per i soli docenti; dalle 11.00 alle 11.45 sessione congiunta docenti e bambini dai 5 ai 7 anni; dalle 11.45 alle 12.30 sessione congiunta di docenti e bambini dagli 8 agli 11 anni.  In un primo momento la docente Tiziana Pozzo incontrerà i docenti per svolgere attività che aiutino a sperimentare alcune tecniche di musica circolare (body percussion e improvvisazione vocale), ponendo l’attenzione sugli aspetti psicomotori, cognitivi ed emozionali che nascono dal fare musica insieme, basati sui principi di cooperazione e inclusione. Seguiranno due momenti congiunti fra docenti e allievi in cui verranno messe in pratica alcune delle tecniche e nozioni trattate nella prima fase della mattina. Il primo di questi incontri è rivolto a bambini di età compresa fra i 5 e i 7 anni, mentre il secondo vedrà coinvolti bambini di età compresa fra gli 8 e gli 11 anni. La sede del laboratorio è via Castello 4 – Sala Provezza. Le quote di iscrizione sono di 8.00 euro per i bambini e di 40.00 euro per gli adulti.  Il seminario a Milano, articolato secondo un continuo scambio tra teoria e pratica, è rivolto a docenti che utilizzano la musica e il movimento nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, così come professionisti specializzati in ambito educativo, riabilitativo e terapeutico. La sede del seminario è via Bonvesin de la Riva 5, presso Accademia Gualtiero Marchesi. La quota è di 40.00 euro. Per le iscrizioni ad entrambi i corsi: info@accademiamadeus.org.LOCANDINA
Ascolto, movimento e voce sono i tre elementi fondamentali che caratterizzano il modo di concepire la musica di Tiziana Pozzo. Nel 2008 si laurea in pianoforte presso il Conservatorio di Musica di Venezia e nel 2011 consegue il diploma di specializzazione in musicoterapia presso la Scuola di Musicoterapia Giovanni Ferrari di Padova, “Jean Monnet Universite” Européenne A.I.S.B.L. Bruxelles, con una tesi sul potenziamento cognitivo attraverso la musica e il movimento in casi di DSA. Parallelamente si specializza negli studi sullo sviluppo del bambino e il suo naturale apprendimento della musica, frequentando corsi di specializzazione in Italia e all’estero, diventando Insegnante Certificata Audiation Institute, per l’insegnamento della musica secondo la “Music Learning Theory” di E.E. Gordon. Nel 2008 fonda nella sua città natale Musicalmente – Centro per la formazione musicale e culturale, la prima realtà della città che si concentra sull’apprendimento musicale del bambino da 0 a 10 anni. Nello stesso anno incontra la bodypercussion e ne approfondisce le possibilità performative, didattiche e terapeutiche, svolgendo parallelamente diverse ricerche in ambito educativo e terapeutico (DSA, Funzioni esecutive, Sindrome di Down, demenza senile, Parkinson, Alzheimer) e partecipando a congressi e festival internazionali in Europa e America Latina. Nel 2010 si avvicina all’improvvisazione teatrale attraverso l’associazione Cambiscena di Padova. FOTO AMA 5Da anni collabora con istituzioni scolastiche medico educative (da centri infantili a Università) per progetti di musica e musicoterapia in Italia, Spagna e Inghilterra. Dal 2013 tiene seminari e corsi di formazione in Europa e America Latina attraverso la bodypercussion e la circle song, coinvolgendo aspetti di musicoterapia, didattica e performance. Nel 2014 si trasferisce ad Alicante (Spagna) per coordinare il progetto di musica presso il centro infantile Trazos y Rayajos, frequentando allo stesso tempo il Master di Ricerca presso la Facoltà di Educazione dell’Università di Alicante. Attualmente vive a Londra dove si occupa principalmente di musicoterapia. Nel 2016 inizia la collaborazione con Creative Future e la London College University – Institute of Education LCU per lo svolgimento di due progetti di ricerca: il primo, “Sounding Out” legato alla musicoterapia per ragazzi ipoacusici e il secondo per lo sviluppo delle funzioni esecutive durante la prima infanzia. Questi due seminari rappresentano un’occasione davvero imperdibile per incontrare la musica e viverla “in tutti i sensi”, non solo attraverso la voce, ma anche e soprattutto attraverso il corpo. La musica diventa ritmo, movimento, gioco e, soprattutto, emozione.

Odette Alloati

[http://accademiaamadeus.org/]

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular

Most popular

Most popular