artinmovimento.com

Imma Lucà al Convegno “Andare Oltre. Tutti uniti nella Luce” a Borgaro Torinese

Banner-AndareOltre

Mancano poche settimane al primo Convegno Andare Oltre. Tutti uniti nella luce che si terrà l’1 e il 2 ottobre presso l’Hotel Atlantic, sito in via Lanzo 163/165 a Borgaro Torinese (TO). Tra i relatori, troviamo anche Imma Lucà, che oltre a illustrare bene il “medium” offrirà il proprio contributo per i consulti individuali. In sintesi è una medium, una scrittrice, un’insegnante di parapsicologia presso alcune scuole riconosciute, e partecipa nei vari programmi e convegni per portare la medianità attraverso la sua esperienza. Si racconta così… In primis, mi definirei una Ricercatrice, soprattutto, per me stessa. Fin da piccola percepivo…

Layout.pdfMancano poche settimane al primo Convegno Andare Oltre. Tutti uniti nella luce che si terrà l’1 e il 2 ottobre presso l’Hotel Atlantic, sito in via Lanzo 163/165 a Borgaro Torinese (TO).
Tra i relatori, troviamo anche Imma Lucà, che oltre a illustrare bene il “medium” offrirà il proprio contributo per i consulti individuali.
In sintesi è una medium, una scrittrice, un’insegnante di parapsicologia presso alcune scuole riconosciute, e partecipa nei vari programmi e convegni per portare la medianità attraverso la sua esperienza. Si racconta così…
In primis, mi definirei una Ricercatrice, soprattutto, per me stessa. Fin da piccola percepivo l’esistenza di qualcosa di straordinario che dovevo assolutamente scoprire. A partire dai primi ‘Amici invisibili’, che spesso venivano a trovarmi (non è forse normale, per tutti bambini, aver giocato con i propri amici immaginari?), capii che non si sarebbe trattato semplicemente di una sensazione momentanea. Così, più crescevo e più scoprivo in me la voglia di capire e conoscere, desiderio che si alimentava maggiormente ad ogni giorno trascorso. Intrattenevo delle vere e proprie conversazioni, mi raccontavano sempre tante cose che riguardavano loro e altre persone che io non conoscevo e, ovviamente, con l’ingenuità di una bambina, non capivo ancora cosa stesse accadendo nella mia vita. Non solo, non comprendevo nemmeno quello che imma.1accadesse al mio corpo e alla mie sensazioni, perché mi capitava di provare/percepire strane emozioni: brividi oppure, alle volte, dolori fisici che, probabilmente, mi volevano far sentire per capire al meglio ciò che mi raccontavano riguardo alla loro morte, a volte anche prematura.
Durante la mia crescita sono stati numerosi gli episodi occorsimi. Non nego che ci siano stati dei momenti molto duri in cui, alle volte, mi sono anche chiesta se fossi normale, oppure avessi dei disturbi. Ho dovuto superare diverse situazioni abbastanza spiacevoli che non sempre hanno giocato a mio favore, ma sentivo, comunque, di non essere mai sola.
Sono cresciuta in una famiglia molto umile con dei genitori fantastici. Mi hanno donato tanto amore, ma non potevo esprimere loro, al meglio, che cosa stessi provando e, nei dettagli, la metamorfosi che avveniva dentro e intorno a me. Nonostante il fatto che sia nata da una mamma molto particolare, non riusciva a capire il mio disagio, la difficoltà provata per non avere ben chiaro (di) chi io fossi e il perché sentissi così forte dentro imma2di me il mondo spirituale.
Sono stata, inoltre, educata in modo cristiano e osservante. A casa mia non si parlava di Medianità, mondi sottili e tutto ciò che concerne il paranormale, l’unico aspetto che conoscevo era legato ai sogni premonitori, attraverso i quali, i miei cari trapassati, comunicavano con mia madre. Un elemento di cui ero totalmente affascinata, ma anche mia mamma, essendo cresciuta in una famiglia meridionale molto rigida in merito e di vecchio stampo, non era riuscita ad esprimersi fino al punto di capire che si trattavano delle doti di una medium che canalizzava attraverso i sogni.
Continuai la mia ricerca da autodidatta con libri e informazioni trovate sul web ma, per quanto potessi sforzarmi, dopo svariate situazioni/avversità superate e il trascorrere degli anni, sembrava che non trovassi esattamente il mio posto e una definizione di che cosa io fossi, inoltre, non riuscivo nemmeno a dare un nome a questa mia vita così particolare e, non lo nego, a volte strana.
Come tutti, anch’io, nei momenti negativi, mi affidavo a professionisti per avere delle risposte mentre, in altre occasioni, lo facevo anche solo per curiosità, affascinata dalle molteplici qualità che una persona può sviluppare. Ho lasciato così che la vita mi guidasse verso imma3persone/incontri e situazioni che potevano, in qualche modo, darmi la possibilità di osservare e a volte anche sperimentare in prima persona.
Ho seguito corsi che, in qualche modo, potessero aiutarmi nello sviluppo personale. Il tutto partì dall’amore provato per gli Angeli. Da lì mi sono interessata al channeling, dedicata alla lettura delle carte, i tarocchi, la cabala, le sibille, le carte degli Angeli, la numerologia e varie pratiche, in svariati livelli e culture, che trattano la ritualistica, diventando così, alla fine di un lungo percorso, Operatrice olistica.
Ho continuato a frequentare corsi vicino/presso alla mia città, ma ero certa che mi attendesse altro, e quando chiedi al mondo spirituale, ecco che ti rispondono con una semplicità che, ancora oggi, alle volte, mi sorprende. Parlando con una Collega e Amica, durante una seduta, venni a conoscenza dell’Arthur Findlay Spiritualist College, a Stansted. Luogo dove mi sono recata più volte e ho potuto frequentare corsi per affinare e migliorare la mia parte medianica e il contatto coi trapassati. A tutt’oggi posso affermare che lì, attraverso le persone che erano presenti per la stessa ragione, ho definitivamente capito di essere una Medium, certo in continua crescita e trasformazione, perché non puoi mai dire di essere arrivata da nessuna parte. La vita ti porta e ti spinge, affinché tu possa elevarti sempre più e scoprire quanto puoi migliorarti, visto che la medianità si può sviluppare attraverso molti dei nostri sensi come l’udito, la percezione, il gusto e la vista, solo per citarne alcuni. Grazie a questo, attualmente sento di avere una spiccata sensitività, una buona visione e un buon contatto con il mondo simma4pirituale. Sento, altresì, che mi aspetta la meraviglia/lo splendore del mio viaggio su questa meravigliosa Terra. Sì, dico proprio meravigliosa, perché se capissimo il grande regalo portoci dall’Universo, smetteremmo di vedere sempre e soltanto il lato negativo e apprezzeremmo, invece, anche le gioie che ci vengono donate. Motivo per cui, oggi vivo con maggior serenità e accettandomi come persona spirituale. Un’anima in cammino che conduce una vita normalissima, come molti altri, e quando si presentano periodi difficili so per certo che se mi sono capitati esiste una ragione e posso avere le forze per superarlo, cosicché possa evolvermi sempre più in alto, pronta, quando il mio compito sulla terra sarà terminato, per ritornare alla Fonte sicura e fiera della vita vissuta così profondamente e piena di emozioni.
Con Amore, una piccola Luce che cerca di portare il suo calore per scaldare il cuore dove sente ci sia troppo freddo…

Un personaggio niente male… Allora dovete solo iscrivervi. Per informazioni, scrivete a andareoltre@artinmovimento.com. Oppure fate direttamente il bonifico indirizzato a A.C.S.D. ArtInMovimento IBAN IT17Q0335967684510700210195 mettendo nella causale il vostro Nome e Cognome e la dicitura Iscrizione ad Andare Oltre.
Redazione di ArtInMovimento Magazine

More in Cultura

Most popular

Most popular