artinmovimento.com

Io e la sessualità

“Io e la sessualità” si interroga sui seguenti quesiti: Come mi relaziono con il sesso? Che importanza ha nella mia vita? E nelle mie relazioni? Come vivo la sessualità? E la comunità GLBT?


31162361_1083714815093533_2660392880098021440_n

Celebrate Yourself, il mondo Lgbt in un progetto fotografico di Alice Arduino

Venerdì 4 maggio presso la Galleria del Museo d’Arte Urbana, sito in via Rocciamelone 7 c Torino, si è inaugurata la mostra fotografica di Alice Arduino “Celebrate Yourself”, a cura di Daniele D’Antonio e Edoardo Di Mauro. Alice Arduino è una fotografa di Torino nell’ambito eventi e sport che ogni anno realizza progetti fotografici volti a focalizzare l’attenzione sulle problematiche sociali e culturali. È anche attivista e militante in ambito femminista, lgbt+ e di genere, su cui si concentra la maggior parte dei suoi lavori i suoi lavori. Celebrate Yourself è un progetto fotografico che ha l’obiettivo di raccontare il…

_JMF1831

“Tránsito”, da Madrid a Berlino un progetto fotografico per raccontare la transessualità

Ci sono diversi modi per affrontare le tematiche che riguardano l’identità di genere, ma il punto di partenza fondamentale, abbiamo avuto modo di sottolinearlo più volte, è considerare l’unicità di ciascun individuo, con l’attenzione e il rispetto che ne conseguono. La lettera “T” della sigla “LGBT”, che sta per Trans, rappresenta ancora la parte più fragile, misconosciuta e controversa all’interno di quella che si autodefinisce generalmente come “comunità”, ma si riscopre tutt’altro che immune dai giudizi e dai pregiudizi quando ha a che fare con la transessualità. L’arte, lo sosteniamo da sempre, è uno dei mezzi più efficaci per sensibilizzare…

lovers_2

Un inizio nostalgico per il 32° Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions

Una serata inaugurale strana quella del 32° Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions. Al centro della scena quest’anno Irene Dionisio, il nuovo direttore, e Giovanni Minerba, nuovo presidente. Grandi rispetto fra i due, ma il cambio di rotta era evidente. Pur rispettando la storia, Dionisio sta portando il suo stile all’interno di uno dei mostri sacri del cinema a livello internazionale. Troppo presto per dare valutazioni ed è per questo che ci concentriamo sulla serata iniziale. Giovedì 15 giugno alle 20:30 la Sala 1 del Multisala Cinema Massimo del Museo Nazionale del Cinema era sì piena, ma sicuramente la grande calca degli anni passati…