artinmovimento.com

“La prima pietra” di Krzysztof Charamsa

krzysztof-olaf-charamsa

È uscito il 30 giugno in tutte le librerie italiane La prima pietra, il libro di Krzysztof Charamsa, il teologo del Vaticano, membro della Congregazione per la Dottrina della Fede, che il 3 ottobre scorso con un clamoroso coming out durante una conferenza stampa a Roma, si dichiarava omosessuale e innamorato del proprio compagno, Eduard Planas, perdendo così di colpo ogni incarico in Vaticano. Il libro, edito da Rizzoli, è un’autobiografia che ripercorre la storia dell’autore fino alla dichiarazione pubblica del proprio orientamento sessuale, ma è anche una forte denuncia nei confronti della Chiesa Cattolica per il suo atteggiamento offensivo,…

La prima pietraÈ uscito il 30 giugno in tutte le librerie italiane La prima pietra, il libro di Krzysztof Charamsa, il teologo del Vaticano, membro della Congregazione per la Dottrina della Fede, che il 3 ottobre scorso con un clamoroso coming out durante una conferenza stampa a Roma, si dichiarava omosessuale e innamorato del proprio compagno, Eduard Planas, perdendo così di colpo ogni incarico in Vaticano. Il libro, edito da Rizzoli, è un’autobiografia che ripercorre la storia dell’autore fino alla dichiarazione pubblica del proprio orientamento sessuale, ma è anche una forte denuncia nei confronti della Chiesa Cattolica per il suo atteggiamento offensivo, inumano e arroccato su posizioni antiquate sulla sessualità umana, rispetto ai progressi dei moderni studi scientifici. Io, prete gay, e la mia ribellione all’ipocrisia della Chiesa è il sottotitolo che sintetizza questo aspetto.
Un giorno e mezzo per completare questa emozionante lettura, anche se si poteva essere più rapidi, data la fluida e incalzante modalità di esposizione. Abbiamo voluto però assaporare ogni singola parola di questo libro che ci ha fatto provare emozioni forti e contrastanti. dalla commozione delle prime pagine, alla rabbia per l’immagine impietosa di una chiesa (in minuscolo, e chi ha letto o leggerà il libro capirà il perché) chiusa, retrograda, mossa da posizioni basate sull’ignoranza riguardante la sessualità umana e l’omosessualità e con nessuna intenzione di aprirsi alla conoscenza. E in tutto questo la sofferenza di un uomo che, facendone parte essendo gay, ne subisce le coCharamsantraddizioni e le meschinità dei suoi membri soffrendo in silenzio, per anni.
Ma i sentimenti che prevalgono sono la speranza e la gioia e soprattutto l’amore, quello vero, forte e autentico che nasce tra due persone e che determina la salvezza e la liberazione, culminata col coming out del sacerdote.
Ora che sappiamo, siamo immensamente fieri e orgogliosi di aver conosciuto i protagonisti di questo libro, di essere stata testimone della bellezza del loro sentimento. Di avere il permesso di chiamarli amici. Questo libro è in sintesi magnifico. È duro, è autentico, ma soprattutto necessario. Grazie a Krzysztof e a Eduard per averci permesso di conoscervi. Grazie per aver permesso a noi tutti di sapere la verità.
Giorgia Ruffilli

More in Benessere

More in Dalle associazioni

More in In viaggio per lo spirito

Most popular