artinmovimento.com

Le Irriducibili: a Bisceglie è 5 a 1 per lo Sporting!

unnamed (1)

Le Nikite non si fermano. Altri tre punti per lo Sporting Locri di mister Ferrara che, dopo l’affermazione della settimana scorsa contro Le Formiche Siracusa, conferma il momento positivo centrando la seconda vittoria consecutiva. È un 5-1 importantissimo quello raggiunto nella temuta trasferta di Bisceglie. La prestazione corale di un gruppo che vince e diverte, e che, soprattutto, lo fa divertendosi. Partita in cassaforte praticamente in una manciata di minuti. Appena sei, infatti, sono quelli necessari a Gigia Capalbo e Checca Ierardi per fissare la gara su un rassicurante due a zero.  Più precisamente al terzo minuto, dopo una bella azione con triangolazioni veloci, la spagnola Beita offre su un…

Le Nikite nounnamedn si fermano. Altri tre punti per lo Sporting Locri di mister Ferrara che, dopo l’affermazione della settimana scorsa contro Le Formiche Siracusa, conferma il momento positivo centrando la seconda vittoria consecutiva. È un 5-1 importantissimo quello raggiunto nella temuta trasferta di BisceglieLa prestazione corale di un gruppo che vince e diverte, e che, soprattutto, lo fa divertendosi.

Partita in cassaforte praticamente in una manciata di minuti. Appena sei, infatti, sono quelli necessari a Gigia Capalbo e Checca Ierardi per fissare la gara su un rassicurante due a zero.  Più precisamente al terzo minuto, dopo una bella azione con triangolazioni veloci, la spagnola Beita offre su un piatto d’argento una palla sul secondo palo: quanto basta per permettere al capitano di siglare la prima rete. Al 7′ poi la rete firmata dalla Ierardi, sempre grazie a un’imbucata di precisione della solita Beita.
Eppure, anche sotto di due reti le pugliesi cercano di accorciare le distanze. Ciononostante, non si registrano azioni particolarmente pericolose per la recuperata Giusy Ceravolo. La partita continua ad essere piacevole con ritmi sostenuti. Le calabresi non demordono, continuano a spingere e colpiscono anche dunnamed (1)ue legni: prima con la Sabatino, poi con capitan Capalbo. La reazione dell’Arcadia è tutta in due occasioni nel finale di tempo. Nulla però concede una grande Ceravolo.

Negli spogliatoi mister Ferrara si fa sentire. L’allenatore cerca maggiore efficacia in fase offensiva,e risultati non si fanno attendere. I cambi effettuati dal tecnico sono quelli giusti, la partita si fa più vivace. Più divertente anche per gli spazi sempre più ampi, nondimeno per le ragazze di Ventura, che si fanno più intraprendenti alla ricerca della rete che possa riaprire la gara. Tuttavia, davanti a uno Sporting così le pugliesi possono davvero poco.Tra le amaranto prestazione degna di nota per Sara Borello, artefice di una gara tutta grinta e tecnica, così come per la Rovito, che offre sprazzi di gran calcio.
Nella seconda fase del primo tempo, arrivano le altre marcature. All’undicesimo è ancora la Ierardi a colpire. Al dodicesimo e al quattordicesimo, poi, la doppietta della Sabatino, reinventata pivot da Mister Ferrara. Nel finale spazio a Tiziana Liuzzo, che rileva un’eccellente Ceravolo. Chiude la gara negli ultimi istanti la rete della bandiera: è Pinto a fissare il risultato sul 5-1 finale.

Le mie ragazze continuano a farmi emozionare – queste, a fine partita, le  parole di un soddisfatto Ferrara. Adesso, però, occhi subito puntati al prossimo match. Sarà ancora il Salinis, bestia nera delle Locresi dopo lo sfortunato doppio scontro diretto di inizio mese, a dare filo da torcere allo Sporting.
Già si sente odore di rivincita. Questa volta, però, le Nikite vogliono la vittoria. La vogliono più che mai.
Giuseppe Parasporo

More in cinema

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular