artinmovimento.com

Locri – Stignano finisce 5 a 1. Lo Sporting mette la freccia: è secondo posto

unnamed

Vittoria facile tra le mura amiche per lo Sporting Locri di mister Ferrara, che davanti ai propri sostenitori fa un sol boccone del Real Stigliano. Una formazione, quella ospite, che pur non avendo nulla da chiedere a questo campionato (la salvezza è già raggiunta),  continua a giocare col cuore ogni partita. Anche sotto di cinque reti, infatti, le ragazze materane spendono tutto alla ricerca del gol della bandiera, cercato continuamente e trovato solo a un minuto dal termine. Inizio in discesa per le locresi. Dieci secondi ed è già vantaggio. Palla avanti e Marino stesa in area. Il direttore di…

Vittoria facile tra le mura amiche punnameder lo Sporting Locri di mister Ferrara, che davanti ai propri sostenitori fa un sol boccone del Real Stigliano. Una formazione, quella ospite, che pur non avendo nulla da chiedere a questo campionato (la salvezza è già raggiunta),  continua a giocare col cuore ogni partita. Anche sotto di cinque reti, infatti, le ragazze materane spendono tutto alla ricerca del gol della bandiera, cercato continuamente e trovato solo a un minuto dal termine.

Inizio in discesa per le locresi. Dieci secondi ed è già vantaggio. Palla avanti e Marino stesa in area. Il direttore di gara concede il penalty, trasformato dalla stessa atleta catanzarese. Lo Stigliano capisce, subito, che lo Sporting non concederà nulla. Le amaranto, allora, continuano a fare la partita per tutta la prima frazione di gara, e tra il quinto e il sesto minuto realizzano altre due volte, prima grazie a una fantastica voleé di Checca Ierardi, e poi con una vera e propria magia di Rossana Rovito, brava ad addomesticare una palla difficile, superare un avversario e battere il portiere ospite. Con tre goal di vantaggio dopo solo sei minuti la partita ne perde in termini di ritmo, con le padrone di casa che continuano a fare la partita senza, però, premere sull’acceleratore. Trovano anche la quarta rete, al dodicesimo, grazie ad Antonella Sabatino, e ne sfiorano altre col capitano Gigia Capalbo, che però viene sempre fermata dalla Corleto.s

Si vede nella ripresa il miglior Stigliano, con la squadra di mister Cafarella che ora riesce a rendersi pericolosa con più continuità. Lo fa in particolare al terzo minuto, quando prima Alessia Modestia, e poi una provvidenziale Sara Borello, salvano la propria porta dalle conclusioni della Napolillo e della Disisto. Lo Sporting appare svogliato, non riesce ad imprimere ritmo alla gara per via di fraseggi lenti e poco grintosi. Il match, però, è già in tasca.
All’ottavo, poi, un palo per parte. Prima è la spagnola Beita per lo Sporting a colpire i legni, e solo dopo qualche secondo fa pari la Napolillo per lo Stigliano. La partita scivola verso il termine con Alessia Modestia che si mette in mostra su tutte le conclusioni delle ospiti. Nel finale le due reti che chiudono la gara. Al sedicesimo è Antonella Sabatino a rubare palla alla Disisto, battendo la Corleto in uscita. Al 18’ finalmente il tanto sospirato gol della bandiera per le materane, che realizzano grazie alla Gariulo brava a finalizzare la discesa di una compagna.

Vittoria importantissima per lo Sporting. Sorpasso compiuto ai danni del Salandra, sconfitto pesantemente dallo Statte. Un meritato secondo posto che ora le Nikite dovranno difendere con i denti, fino allo scontro diretto dell’ultima giornata. Fino all’ultimo respiro.

Giuseppe Parasporo

More in Cultura

Most popular