artinmovimento.com

Lucas Simon curerà l’allestimento e dirigerà “Cavalleria rusticana” all’Orizzonte Festival 2015

logo-Mediterranea-2015-1000x370

Parigino, trentenne, residente a Marsiglia, Lucas Simon è il vincitore del bando di concorso per l’ideazione del progetto di regia e allestimento per Cavalleria rusticana, opera designata per il Festival Orizzonti 2015 ricorrendo i 70 anni dalla scomparsa del suo autore, Pietro Mascagni. Chiusi ospiterà il giovane regista la cui proposta è stata valutata dalla commissione della Fondazione come la migliore tra le sedici arrivate. Lucas Simon e il suo allestimento, con la direzione d’orchestra del Maestro Alapont, andranno ad arricchire il parterre di artisti e spettacoli che la Fondazione Orizzonti ha scelto nel panorama nazionale e internazionale. L’obiettivo è…

lucas simonParigino, trentenne, residente a Marsiglia, Lucas Simon è il vincitore del bando di concorso per l’ideazione del progetto di regia e allestimento per Cavalleria rusticana, opera designata per il Festival Orizzonti 2015 ricorrendo i 70 anni dalla scomparsa del suo autore, Pietro Mascagni.
Chiusi ospiterà il giovane regista la cui proposta è stata valutata dalla commissione della Fondazione come la migliore tra le sedici arrivate. Lucas Simon e il suo allestimento, con la direzione d’orchestra del Maestro Alapont, andranno ad arricchire il parterre di artisti e spettacoli che la Fondazione Orizzonti ha scelto nel panorama nazionale e internazionale. L’obiettivo è premiare il merito, ricercare giovani talenti e sostenere un approccio all’arte che a Chiusi cerca di accompagnarsi alla promozione della cultura come volano economico.

Il giovane regista Simon giunge alla regia di Cavalleria Rusticana dopo aver lavorato in teatri francesi, tedeschi, italiani e aver recentemente diretto L’elisir d’amore di Donizetti per Opera Pocket al Teatro Sociale di Como.

IMG_7240Tra i momenti più importanti della sua carriera ricordiamo il premio per l’adattamento letterario al Festival des Didascalies per Murmures des murs, l’incontro professionale con Charles Roubaud e la collaborazione con la famiglia L’Huillier.  Ha lavorato anche con altri registi importanti, fra cui Frederic Belier-Garcia, Jean Claude AuvrayNadine Duffaud Francesco Micheli. Nel febbraio 2013 ha realizzato la sua prima messa in scena, L’Olandese volante di Richard Wagner al Teatro Sociale di Como in una coproduzione europea col Teatro di Magdeburg (ottobre 2013) e l’Opéra de Rouen Haute-Normandie (gennaio 2014). Il prossimo autunno sarà l’aiuto regista del rinomato regista inglese Graham Vick, per una nuova produzione del Don Giovanni, in scena nel Circuito Lirico Lombardo e nei teatri di Bolzano, Reggio Emilia e Jesi.
Redazione di ArtInMovimento

More in Cultura

Most popular