artinmovimento.com

MARALBA FOCONE IN MOSTRA ALLA BIBLIOTECA CIVICA VILLA AMORETTI

cropped-sfondo-sito-2000x1200

L’8 marzo, alle ore 17 inaugurerà la Mostra Personale della pittrice Maralba Focone, nei sontuosi spazi di Villa Amoretti in Corso Orbassano 200 a Torino. La mostra, aperta tutti i giorni dalle 17 alle 20, chiuderà venerdì 15 marzo. Maralba Focone crea passaggi temporali tra la nostra dimensione e luoghi dove tempo e spazio trovano manifestazioni oniriche, raggiungendo l’aldilà attraverso il ricongiungimento di corpo e anima. Le sue opere, senza orpelli, declinano una poetica ermetica, eppure capace di profonde riflessioni dell’animo umano. I suoi temi ricorrenti sono: tetti; case e vicoli di piccoli borghi; nature morte e figure umane nell’atto…

L’8 marzo, alle ore 17 inaugurerà la Mostra Personale della pittrice Maralba Focone, nei sontuosi spazi di Villa Amoretti in Corso Orbassano 200 a Torino. La mostra, aperta tutti i giorni dalle 17 alle 20, chiuderà venerdì 15 marzo.

Maralba Focone crea passaggi temporali tra la nostra dimensione e luoghi dove tempo e spazio trovano manifestazioni oniriche, raggiungendo l’aldilà attraverso il ricongiungimento di corpo e anima.
Le sue opere, senza orpelli, declinano una poetica ermetica, eppure capace di profonde riflessioni dell’animo umano. I suoi temi ricorrenti sono: tetti; case e vicoli di piccoli borghi; nature morte e figure umane nell’atto di pensare.
Figure Focone 1Nei suoi paesaggi, i vicoli si inerpicano in percorsi labirintici, richiamando l’allegorico ritmo del vivere, su cui ciascuno di noi è costretto a ballare, tra le mille peripezie che la vita ci offre.
Nelle sue figure, Maralba Focone affronta il dolore, rappresentando contorni di persone indefinite, spesso deformi, che diventano sottili giochi per la mente di chi osserva, attraverso cui definire i contorni secondo i propri schemi mentali e le melodie dell’anima, arrangiando e rielaborando i colori.
La Focone è attratta dalle persone nell’atto di pensare, silenziose, solitarie, assorte e spesso tormentate, e con i suoi guizzi luminosi sembra voler proprio far emergere tormenti e pensieri, prim’ancora di raffigurare ciò che vede. «Quando immagino un’opera, la vedo illuminata nella mia mente, ma ho bisogno di molto tempo per trovare la giusta luminosità da rappresentare sulla tela», afferma la pittrice, che sarà presente presso Villa Amoretti anche martedì 12 marzo, dalle 17.30 alle 20.00.
Maralba Focone è nata a Napoli nell’agosto del 1946. Ha studiato a Torino, Roma, Bruxelles, e insegnato storia dell’arte. In qualità di artista, ha ottenuto riconoscimenti significativi, nonché pubblicazioni su riviste, libri e cataloghi, sia in Italia, che nel resto d’Europa. Recentemente ha esposto a Parigi durante la rassegna Art Capital e presso le Carrousel du Louvre.

Redazione ArtInMovimentoMagazine

Fonte immagini: maralbafocone.eu

More in Cultura

Most popular