artinmovimento.com

Nazionale calcio, pareggio acciuffato

copertina

Dopo molte difficoltà, nel quinto turno del gruppo H di qualificazione agli Europei 2016, l’Italia di Conte acciuffa il pareggio in Bulgaria a sei minuti dalla fine grazie ad una splendida rete dell’oriundo neo-convocato Eder. D’altronde, tutti sapevano fin dall’inizio che questa sarebbe stata una trasferta piena di insidie. Infatti, mai nella storia della nostra nazionale, l’Italia si era imposta a casa dei Bulgari. In più va aggiunto che la settimana precedente la gara, l’atmosfera attorno agli Azzurri non è stata delle migliori a causa delle polemiche per l’infortunio di Marchisio e per la convocazione degli oriundi. Tuttavia, parte subito…

467909410_mediagallery-articleDopo molte difficoltà, nel quinto turno del gruppo H di qualificazione agli Europei 2016, l’Italia di Conte acciuffa il pareggio in Bulgaria a sei minuti dalla fine grazie ad una splendida rete dell’oriundo neo-convocato Eder. D’altronde, tutti sapevano fin dall’inizio che questa sarebbe stata una trasferta piena di insidie. Infatti, mai nella storia della nostra nazionale, l’Italia si era imposta a casa dei Bulgari. In più va aggiunto che la settimana precedente la gara, l’atmosfera attorno agli Azzurri non è stata delle migliori a causa delle polemiche per l’infortunio di Marchisio e per la convocazione degli oriundi.
Tuttavia, parte subito bene la squadra di Conte che sfiora il vantaggio dopo appena 19 secondi con Immobile e poi trova il gol dopo quattro minuti grazie all’autorete di Minev che per anticipare Zaza di testa segna, ma nella porta sbagliata. Subito dopo è Candreva su punizione a sfiorare il raddoppio. Poi però sono i padroni di casa a prendere il controllo del match con un pressing asfissiante che culmina in due azioni pericolose che si trasformano in altrettante reti tra l’11 e il 17 minuto, prima con un gran destro di Popov che pareggia le sorti dell’incontro e quindi con Micanski, bravo sul cross di Milanov ad anticipare i difensori italiani. Ma l’occasione più grossa del primo tempo è sulla testa di Immobile che solo davanti al portiere, servito su punizione di Verratti, riesce a mettere incredibilmente fuori.
Nella ripresa si gioca ad una porta sola, con l’Italia che attacca senza produrre grandi occasioni a parte un tiro dal limite di Verratti e un sinistro di Bertolacci. Sono gli ingressi in campo di Eder, Soriano e Gabbiadini a dare maggiore vivacità alla nostra nazionale che, come già detto, trova il pareggio a sei minuti dal termine con un prodezza di Eder. Poco dopo è proprio Gabbiadini ad aver l’occasione per ribaltare il risultato ma il pallone esce di un soffio. Finisce cosi 2-2 e domani si torna in campo allo Juventus Stadium di Torino per l’amichevole con l’Inghilterra. Nel frattempo, grazie alla sconfitta della Norvegia per 5-1 sul campo della Croazia, gli azzurri mantengono saldo il secondo posto e Conte la sua imbattibilità da ct degli azzurri.
N.C.
[Fonte Immagini: repubblica.it]

More in Cultura

Most popular

Most popular