artinmovimento.com

Oltre 17mila presenze per la Sesta edizione de La Grande Invasione

34192229_10216317612004050_4095024950484664320_n

La Grande Invasione, il festival della lettura ideato da Marco Cassini e Gianmario Pilo – e da Lucia Panzieri e Silvia Trabalza per la Piccola invasione -, ha animato per il sesto anno la città di Ivrea dall’1 al 3 giugno come vi abbiamo raccontato qui. oltre 17.000 presenze in tre giorni, sebbene rispetto alla passata edizione vi sia stato un giorno in meno e sia mancato il tradizionale concerto in piazza per la Festa della Repubblica. La città ha avuto in tutto 156 incontri, di cui 66 dedicati ai lettori più giovani, e 110 ospiti. Non sono mancati quelli…

34192229_10216317612004050_4095024950484664320_nLa Grande Invasione, il festival della lettura ideato da Marco Cassini e Gianmario Pilo – e da Lucia Panzieri e Silvia Trabalza per la Piccola invasione -, ha animato per il sesto anno la città di Ivrea dall’1 al 3 giugno come vi abbiamo raccontato qui. oltre 17.000 presenze in tre giorni, sebbene rispetto alla passata edizione vi sia stato un giorno in meno e sia mancato il tradizionale concerto in piazza per la Festa della Repubblica.

La città ha avuto in tutto 156 incontri, di cui 66 dedicati ai lettori più giovani, e 110 ospiti. Non sono mancati quelli che sono ormai divenuti grandi classici della Grande invasione: la rassegna stampa con “Colazione e giornali”, durante il quale i giornalisti ospiti (Luca JpegSofri, Jacopo Iacoboni, Giordano Meacci, Luigi Mascheroni, Mario De Santis, Silvia Bencivelli) hanno commentato le notizie del giorno; “La nostra carriera di lettori”, in cui gli scrittori Andrea Marcolongo e Matteo Nucci, Paolo Giordano e Melania Mazzucco e Giorgio Vasta con Walter Siti hanno raccontato quali sono stati i libri che più li hanno influenzati. Sono stati 15 i Pranzi letterari, durante i quali altrettanti autori hanno declinato in maniera originale e personale il tema questa edizione, ovvero le ossessioni.
Ampio lo spazio dedicato ai talenti emergenti, con l’incontro sugli esordi letterari con Marco Amerighi, Marzia Coltellacci e Andrea Esposito, e a chi si è confrontato con il proprio secondo romanzo: Fabio Deotto, Iacopo Barison, Luciano JpegFunetta, Letizia Pezzali.
Successo di pubblico anche al Teatro Giacosa per le ironiche “lectures” di Luca Scarlini con “Falso: la bellezza dell’inganno”, per Valentina Lodovini ha dato dato voce ad alcuni racconti di Margaret Atwood con “Quando succederà”, e infine per Federica Fracassi e Concita De Gregorio con l’emozionante “Dora Pro Nobis”.
Particolare attenzione è stata dedicata in questa edizione alle arti figurative, con ben tredici mostre inaugurate nel corso del festival. Tra queste “Racconti vagabondi” del celebre artista, fumettista ed editore Igort (in collaborazione con il Centro Fumetto Andrea Pazienza), che ha portato al Museo Garda oltre 1.100 visite e rimarrà allestita fino al 17 novembre 2018. Grande successo anche per “Tango, Pampa y Jazz” dell’argentino José Muñoz che ha inaugurato la mostra concedendosi al pubblico per raccontare di sé e anche per disegni e illustrazioni.
Ivrea è stata letteralmente invasa letteralmente dai libri, con punti per il book crossing allestiti davanti a molti negozi della città, eccezionalmente aperti anche il 2 giugno in occasione del festival.
Il festival si è infine chiuso all’insegna della musica con il concerto di Maria Antonietta, giovane cantautrice che da qualche mese ha prodotto il suo Jpegterzo album “Deluderti” e che ha proposto al pubblico eporediese anche letture delle poetesse che l’hanno ispirata, e Gigante, progetto solista del bassista e cantante Ronny Gigante, che a Ivrea ha fatto una tappa del suo tour “Himalaya”.
Da segnalare inoltre le ben 3.000 presenze registrate poi per la Piccola invasione, la parte del festival dedicata ai più piccoli, che si è svolta quest’anno intorno ai due temi della poesia e del fumetto, con incontri, attività e laboratori per una fruizione attiva e partecipata. Tra i principali nomi di questa edizione il fumettista GUD, l’illustratore Sualzo con Silvia Vecchini, il premio Andersen Susanna Mattiangeli e il poeta Bruno Tognolini.
La Grande Invasione è stata realizzata grazie al lavoro di 100 tra organizzatori e volontari.

Il Festival è stato seguito, con dirette e interviste live dalla postazione di Piazza Ottinetti, dall’emittente locale Radio Spazio Ivrea.
Ricordiamo qui gli sponsor e i partner della Grande invasione 2018: Vistaterra e Manital, Fondazione Guelpa, Aeg, Azimut, Icas, Emmeti, RGI 2, Core Informatica, Progind, Jervis 22, Tecnau, Ivrea Parcheggi, Rabel, Matrix, Holden, AircomApnes, Carbomech, DueA, Dirivet, Assicura.
Già rese note le date della settima edizione della Grande invasione, che si terrà dal 31 maggio al 2 giugno 2019.

Redazione ArtInMovimento Magazine

More in Cultura

Most popular