_JMF1831

“Tránsito”, da Madrid a Berlino un progetto fotografico per raccontare la transessualità

Ci sono diversi modi per affrontare le tematiche che riguardano l’identità di genere, ma il punto di partenza fondamentale, abbiamo avuto modo di sottolinearlo più volte, è considerare l’unicità di ciascun individuo, con l’attenzione e il rispetto che ne conseguono. La lettera “T” della sigla “LGBT”, che sta per Trans, rappresenta ancora la parte più fragile, misconosciuta e controversa all’interno di quella che si autodefinisce generalmente come “comunità”, ma si riscopre tutt’altro che immune dai giudizi e dai pregiudizi quando ha a che fare con la transessualità. L’arte, lo sosteniamo da sempre, è uno dei mezzi più efficaci per sensibilizzare…

lovers_2

Semplici spunti personalissimi sul 32° Lovers Film Festival

Per leggerezze gravi rivolte alla mia persona e alla testata che rappresento, e per priorità sopraggiunte, il mio rapporto col 32° Lovers Film Festival non è stato certo paragonabile a quello che ha invece contraddistinto le ultime dodici edizioni del Festival, in particolare quella dell’anno passato, in cui, insigniti e onorati dall’essere Media Partner, abbiamo mobilitato la nostra redazione pubblicando circa tre pezzi al giorno per tutto il festival, articoli di lancio prima e riflessioni sul dopo. Ho creduto nel progetto di Minerba, cogliendo tanti aspetti migliorabili, ma, al di là di scelte più o meno condivisibili, ritornavo a casa soddisfatto…

15078952_1752347041756635_5784283277962525148_n

Al Lovers Film Festival si parla di calcio e omosessualità con il film “The Pass”

Prosegue il Lovers Film Festival a Torino e durante la serata di sabato, per l’evento speciale Gay & Football, è stato proiettato “The Pass“, opera prima del regista Ben A. Williams. Il film tratta, come ricorda anche nell’introduzione in sala la direttrice del festival Irene Dionisio, il tema dell’omosessualità nel mondo del calcio: argomento spinoso che ancora oggi difficilmente viene intrapreso dagli sportivi, tant’è che, nonostante i numerosi contatti presi dalla Dionisio in persona, nessun calciatore professionista ha dato la propria disponibilità per essere al Festival. “The Pass” dipinge perfettamente questa situazione omertosa: due calciatori diciannovenni, Jason (Russell Tovey) e Ade…

15439727_1265446213494238_7674526895091836544_n

Il biopic “Tom of Finland” ha aperto la 32° edizione del Lovers Film Festival

Tra i personaggi più iconici del mondo LGBTQI si colloca sicuramente Tom of Finland, nome d’arte di Touko Valio Laaksonen, l’illustratore finlandese che è rimasto nell’immaginario collettivo grazie alle sue immagini omoerotiche e fallocentriche rappresentanti in particolare modo personaggi del mondo leather. Ad aprire la 32° edizione del Lovers Film Festival a Torino è stato proprio il biopic “Tom of Finland” del pluripremiato regista Dome Karukoski. Il film narra i tempi in cui Laaksonen (Pekka Strang), ufficiale decorato della Seconda Guerra Mondiale, torna a casa dopo una eroica ma devastante esperienza al servizio del proprio paese. La vita in Finlandia,…

irene_dionisio

Irene Dionisio è la nuova direttrice del Torino Gay & Lesbian Film Festival

Negli ultimi giorni molto si è mosso rispetto al celeberrimo Torino Gay & Lesbian Film Festival. In primis, Irene Dionisio, giovane e talentuosa regista, è la nuova direttrice mentre la presidenza è stata affidata a Giovanni Minerba. L’edizione 2017, la numero 32, si svolgerà dal 15 al 20 giugno 2017 a Torino, nella città in cui è nato, presso la Multisala Cinema Massimo del Museo Nazionale del Cinema. La nomina giunge dopo un lungo percorso sia di cambiamento, sia di continuità e valorizzazione, attivato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino con l’indispensabile sostegno istituzionale della Regione Piemonte e della Città di…

arcobalengo

Sabato 25 febbraio un Arcobalengo col Qoncerto del Qoro

Qoro, il coro con la Q si esibirà domani, sabato 25 febbraio, alle 21.30 presso la Casa Arcobaleno, sita a Torino in Via Bernardino Lanino 3/a Torino, e si festeggeranno i primi tre anni di attività del gruppo. Sarà una serata di musica, che avrà il culmine con la performance del coro e che prevederà djset fino all’1.00 del 26. L’ingresso a CasArcobaleno (durante Arcobalengo) è consentito solo a chi ha una tessera della federazione Arci (Arcigay, Arci, Arcilesbica, Uisp, Legambiente). Chi non l’avesse, può farla sul posto a prezzi bassissimi. Il ricavato della serata ha sempre una finalità sociale che sarà chiara…

charamsa_0001

Krzysztof Charamsa la sua vita, la sua storia, il suo pensiero parte II

Continuiamo il nostro confronto con Krzysztof Charamsa che ricordiamo aver fatto coming out e aver presentato al mondo il suo compagno, Eduard Planas. Questo atto pubblico, simbolicamente importante, l’ha fatto sospendere da tutti gli esercizi ecclesiastici affidategli. Era docente alla Pontificia Università Gregoriana e membro della Congregazione per la Dottrina della Fede. La sua storia è raccontata nell’interessante e appassionato La prima pietra, edito a luglio dalla Rizzoli, una sua autobiografia dove evidenzia i pregiudizi e i limiti di una Chiesa Cattolica che ha perso di vista il messaggio evangelico. In questa parte si approfondisce maggiormente la questione di genere legata all’omosessualità nella…

gay-friendly

La Città di Torino protagonista al meeting annuale del Rainbow Cities Network

La Città di Torino è partner fin dal 2013 della Rainbow Cities Network (RCN) – la Rete internazionale delle Città Arcobaleno, impegnate cioè nel promuovere, a livello locale, politiche che hanno lo scopo di superare le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere. Nei giorni del 4 e 5 agosto, in concomitanza con l’Europride 2016, si svolgerà ad Amsterdam la quarta edizione del Meeting annuale in cui le 32 città, europee e non, attualmente aderenti alla Rete, si scambieranno buone prassi e delineeranno progettualità comuni. Su richiesta della Rete, il Servizio LGBT della Città di Torino porterà, nell’ambito dell’incontro,…

Over 60

Oggi incontro con gli autori di “Over60 men”

Partendo dalle dinamiche psicologiche dei protagonisti dei racconti dell’antologia Over60 men – narrativa LGBT”, questa sera, martedì 5 luglio, alle ore 18.30, presso la sede della Fondazione Fuori! di via S.Chiara 1 a Torino, vi sarà un incontro dibattito, patrocinato dall’Ordine degli Psicologi del Piemonte, Arcigay Torino Ottavio Mai e Coordinamento Torino Pride GLBT, che si focalizzerà sul tema dell’omosessualità maschile nell’avanzare degli anni, in particolare nella terza età. L’ingresso è gratuito. Interverranno: Pier Luigi Gallucci, psicologo psicoterapeuta (gruppo Psicologi Arcobaleno Torino); gli autori Gianluca Polastri, Giorgio Ghibaudo, Michele Demetrio Prencipe, Andrea Demarchi e Roberto Schinardi; ed Enzo Cucco (Sportello Terza…

negiuliettane_romeo1_bassa_94

Esordio speciale da regista per Veronica Pivetti con “Né Giulietta, né Romeo”

Buona la prima. Sembra davvero la frase giusta per l’attrice Veronica Pivetti, alla quale l’esordio da regista non ha creato alcun problema. Nonostante le difficoltà di proiezione, derivanti dalla mentalità italiana, generalmente un po’ bigotta , chi ha visto Né Giulietta né Romeo è rimasto assolutamente contento e colpito. La capacità dell’amatissima attrice italiana è stata quella di saper mettere insieme la realtà del nostro Paese senza cadere nel volgare, oppure nel solito becero discorso legato unicamente al sesso. Non è certo il primo film italiano sull’omosessualità, ma la sua bellezza  sta nell’evocare le difficoltà adolescenziali, riuscendo a esplorare nel profondo…

13173781_608029219346239_4919306644902241613_n

Dopo l’anteprima al 31TGLFF esce oggi nelle sale “Stonewall” di Roland Emmerich

Valutazione  ✰✰✰ 1/2 Debutta oggi 5 maggio, nella sale cinematografiche italiane, “Stonewall” di Roland Emmerich, dopo la trionfale anteprima di ieri durante la serata inaugurale della 31esima edizione del Torino Gay & Lesbian Film Festival. Stonewall, prima di tutto, è il nome di un locale storico situato nel cuore del Greenwich Village a New York, precisamente al numero 53 di Christopher Street, centro nevralgico della comunità gay soprattutto negli anni ’60. Lo Stonewall Inn riusciva, con difficoltà, a riaprire dopo ogni frequente retata della polizia; le cause, ovviamente, risultavano spesso essere assurde. La retata avvenuta durante la notte tra il…