artinmovimento.com

Premio letterario Cesare Pavese, c’è tempo fino al 20 giugno per partecipare

san-stefano-belbo-870x480

Fino al 20 giugno è ancora possibile partecipare al bando della 33esima edizione del Premio Cesare Pavese, l’iniziativa nata a Santo Stefano Belbo per rendere omaggio all’autore di “La luna e i falò”, un classico della letteratura italiana e internazionale che ha saputo al tempo stesso mantenere un forte legame con le sue radici piemontesi. Il bando è online sul sito www.centropavesiano-cepam.it, alla sezione Bandi. Il Premio è organizzato e promosso dal Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale, con il contributo della Regione Piemonte, del Comune di Santo Stefano Belbo, della Fondazione Crc e della Fondazione Crt, con la collaborazione della Provincia di Cuneo e…

pavese_cFino al 20 giugno è ancora possibile partecipare al bando della 33esima edizione del Premio Cesare Pavese,
l’iniziativa nata a Santo Stefano Belbo per rendere omaggio all’autore di “La luna e i falò”, un classico della letteratura italiana e internazionale che ha saputo al tempo stesso mantenere un forte legame con le sue radici piemontesi. Il bando è online sul sito www.centropavesiano-cepam.it, alla sezione Bandi.
Il Premio è organizzato e promosso dal Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale, con il contributo della Regione Piemonte, del Comune di Santo Stefano Belbo, della Fondazione Crc e della Fondazione Crt, con la collaborazione della Provincia di Cuneo e della Fondazione Cesare Pavese. Il concorso è aperto a opere letterarie, di pittura e di scultura ispirate alla poetica pavesiana.foto-colline-1
Ogni anno il Premio viene assegnato a scrittori e intellettuali che meglio abbiano saputo trasmettere il legame con il territorio, il valore dell’impegno civile o fornire punti di vista stimolanti su tematiche attuali.
Accanto alla sezione letteraria, il concorso comprende quindi il Premio di Pittura (giunto alla 27a edizione) e il Premio
di Scultura (arrivato alla 20 a edizione).
Per la parte letteraria il Premio Cesare Pavese prevede due sezioni: opere edite e opere inedite.
Ecco i riconoscimenti che saranno attribuiti per le opere edite:
– premio di narrativa;
– premio della Giuria destinato a un’opera di narrativa, saggistica o poesia
– premio di saggistica generale o di critica pavesiana
– premio di poesia
Possono partecipare le opere pubblicate tra il 1° gennaio 2015 e il 20 giugno 2016.
La premiazione vedrà i vincitori riunirsi sabato 27 e domenica 28 agosto a Santo Stefano Belbo, presso la casa natale dello scrittore (dove ha sede il Cepam) per una serata di dibattito e per la cerimonia finale di consegna del riconoscimento.
Per la sezione opere inedite, la Giuria assegnerà:
– il premio di narrativa;
– il premio di poesia;
– il premio di saggistica;
– il “Premio Giovani” per un’opera di narrativa o poesia o saggistica, destinato a chi non ha superato
i trent’anni di età;
– il premio a una tesi di tesi di laurea o di dottorato che abbia affrontato uno studio o una critica
dell’opera di Pavese (promosso dall’Azienda Agricola Giacinto Gallina);
– un riconoscimento a una ricerca scolastica su Pavese;
– il premio per medici scrittori in lingua italiana e francese (promosso dall’Associazione Medici
Scrittori Italiani e dall’Union Mondial Médécins Escrivains).
– il premio di narrativa e di poesia in lingua piemontese.
La premiazione delle opere inedite avrà luogo sabato 27 agosto sempre presso la casa natale dello scrittore.
Lost-art-of-writing-800x390Tra gli autori vincitori del Premio Pavese nel corso delle passate edizioni si ricordano: Roberto Vecchioni, Gian Luigi Beccaria, il poeta Aldo Nove e Giancarlo Giannini (2015) gli scrittori Claudio Magris e Sebastiano Vassalli, il giornalista Beppe Severgnini e il poeta Guido Zavanone (2013); il critico d’arte Vittorio Sgarbi, la scrittrice Margaret Mazzantini, l’autore Alessandro Baricco, il filologo Luciano Canfora, il romanziere Alessandro Iovinelli (2012); lo scrittore e semiologo Umberto Eco, e tantissimi altri, sia italiani che stranieri.
La Giuria del Premio Cesare Pavese è presieduta da Giovanna Romanelli (già docente alla Sorbona) ed è
composta da Adriano Icardi (professore; è stato Senatore, Assessore alla Cultura della Provincia di
Alessandria e Sindaco di Acqui Terme), Luigi Gatti (Presidente del Cepam), Andrea Rondini (docente
Università di Macerata), Patrizia Valpiani (presidente Amsi-Associazione Medici Scrittori Italiani), Franck
Senninger (membro dell’Union Mondial Médecins Ecrivains), Giuseppe Rosso (professore e medico),
Luciana Bussetti Calzato (professoressa e scrittrice di racconti).
Le opere partecipanti (edite e inedite) dovranno pervenire in sei copie entro il 20 giugno 2016 alla sede del
Cepam (Via Cesare Pavese 20 – 12058 Santo Stefano Belbo – Cn).
Il Premio Cesare Pavese è aperto anche a opere delle arti visive, che esprimono al meglio il tema “Luoghi, personaggi e miti pavesiani”:
– Premio di Pittura (27a edizione), rivolto a lavori realizzati con qualsiasi tecnica che dovranno
pervenire entro il 10 luglio e che saranno esposti alla sede del Cepam dal 7 agosto al 25 settembre
2016, giorno della premiazione;
– Premio di Scultura (20a edizione), rivolto a opere realizzate con qualsiasi tecnica, materiale e
dimensione che dovranno essere inviate entro l’11 settembre e che rimarranno esposte presso la
casa dello scrittore dal 25 settembre al 30 ottobre 2016, giorno della premiazione.
Per ulteriori informazioni :
Cepam – Centro Pavesiano Museo Casa Natale, Via Cesare Pavese, 20 – Santo Stefano Belbo (Cn) –
0141.844942- 333.9379857 – www.centropavesiano-cepam.it – info@centropavesiano-cepam.it

Redazione ArtInMovimento Magazine
[Fonti delle immagini: centropavesiano-cepam.it, santostefanobelbo.it, careeroptionsmagazine.com, langhe.net]

More in Cultura

Most popular