artinmovimento.com

Prima ricerca svolta in Italia sulla offerta formativa universitaria di Medicine Tradizionali e Non Convenzionali

Medicine Tradizionali e Non Convenzionali

Il Master di primo livello in “Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e Non Convenzionali” dell’Università di Milano-Bicocca è giunto quest’anno alla sua terza edizione, e mira a creare una nuova classe dirigente capace di operare all’interno dei sistemi per la salute che tendono all’integrazione delle MNC. La prima edizione del Master ha messo in atto la prima ricerca svolta in Italia sull’offerta formativa intra-lauream e post-lauream di Medicine Tradizionali e Non Convenzionali (MT e MNC) nell’Università italiana. Da questo studio sono state prodotte cinque pubblicazioni scientifiche curate dalla prof.ssa Mara Tognetti Bordogna e dai dottori Annunziato Gentiluomo e Paolo Roberti di…

Medicine Tradizionali e Non Convenzionali

Il Master di primo livello in “Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e Non Convenzionali” dell’Università di Milano-Bicocca è giunto quest’anno alla sua terza edizione, e mira a creare una nuova classe dirigente capace di operare all’interno dei sistemi per la salute che tendono all’integrazione delle MNC.

La prima edizione del Master ha messo in atto la prima ricerca svolta in Italia sull’offerta formativa intra-lauream e post-lauream di Medicine Tradizionali e Non Convenzionali (MT e MNC) nell’Università italiana. Da questo studio sono state prodotte cinque pubblicazioni scientifiche curate dalla prof.ssa Mara Tognetti Bordogna e dai dottori Annunziato Gentiluomo e Paolo Roberti di Sarsina.

L’indagine ha fotografato lo stato dell’arte della formazione universitaria in MT e MNC, attraverso un questionario inviato a tutte le facoltà di Medicina, anche se il ritorno del questionario e’ stato basso. Per questo si è ricorso all’analisi dei portali di tutte le Scuole di Medicina, prendendo in esame solo in corsi che presentavano nel titolo un chiaro riferimento alle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali.
In Italia, secondo “Le linee guida della FNOMCeO su medicine e pratiche non convenzionali” del 2002, esse sono Agopuntura, Fitoterapia, Medicina Ayurvedica, Medicina Antroposofica, Medicina Omeopatica, Medicina Tradizionale Cinese, Omotossicologia, Osteopatia e Chiropratica. Pertanto numerosi altri corsi, riguardanti discipline non facenti parte di questo elenco, non sono stati presi in esame.
Considerando le Facoltà di Medicina, Medicina Veterinaria e Farmacia, sono stati registrati complessivamente 19 Masters e 10 Corsi di Perfezionamento. Non sono stati attivati invece Corsi di Alta Formazione, ne’ Dottorati di Ricerca, ma va segnalato “Evidenze cliniche di preparati Fitoterapici di elevata qualità in Ginecologia”, un modulo didattico nel Ph.D. Program in Biomedical Sciences and Oncology dell’Università di Torino.
Lo studio ricostruisce, da una parte, la storia dell’ingresso di queste saperi antropologici di cura nell’università, risalente all’anno accademico 1997-98, e, dall’altra, offre una mappa geografica dei diversi programmi dell’offerta formativa in Medicine Tradizionali e Non Convenzionali.
Tra i dati più importanti si può evidenziare come oltre la metà dei corsi sia attivato presso atenei toscani e laziali, tra i quali quello più virtuoso è quello di Siena, seguito ex-aequo da quello “La Sapienza” di Roma. Riguardo ai Corsi di Perfezionamento si distinguono Lombardia e Lazio. Complessivamente il centro Italia è l’area trainante. Tra le nove medicine tradizionali non convenzionali, le due maggiormente approfondite sono Fitoterapia e Agopuntura (rispettivamente il 34,5% e il 27,6%), forse per l’aderenza ai modelli “occidentali” in termini di uso e per l’elevato numero di pubblicazioni esistenti.
Ne risulta un quadro che, se è forse azzardato definire confortante, indica comunque che qualcosa si sta muovendo, anche se siamo ancora lontani dalle percentuali di altri Paesi. In Gran Bretagna il 90% delle università offre corsi su queste materie, negli USA l’83%, e la media europea e’ del 40%. In Italia l’interesse è crescente, e il master in “Sistemi sanitari, medicine tradizionali e non convenzionali” conferma questa tendenza. Esso si propone si diventare un’agorà di ri-formazione e ricerca nelle Medicine Non Convenzionali e un ambiente i ricercatori e professionisti possano continuare a confrontarsi su questi temi.
Chiara Trompetto

[Fonte immagine: www.aholisticpath.com]

Comments

  1. […] cromoterapia è una medicina alternativa che studia l’influenza dei colori sul nostro benessere fisico e psicologico. È noto che i […]

  2. […] di arte e per il ponte che cerca di nutrire tra la biomedicina, il mondo dell’arte e le CAM. Annunziato […]

  3. […] questa rivoluzione nella concezione medica e farmaceutica, nella tavola inaugurale, sarà il Prof. Paolo Roberti di Sarsina, Presidente dell’Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona e unico contributor italiano […]

  4. […] fondati e di comprovata efficacia. Il medico garantisce sia la qualità della propria formazione specifica nell’utilizzo dei sistemi e dei metodi non convenzionali, sia una circostanziata […]

More in cinema

More in Cultura

Most popular