artinmovimento.com

Roberto Scandiuzzi, un basso che ha fatto la storia dell’opera

Scandiuzzi_10

Il nostro viaggio nell’Opera lirica, che è iniziato col baritono Raffaele Facciolà e che è proseguito col tenore Luciano Ganci, continua attraverso un altro confronto gestito da Annunziato Gentiluomo. Questa volta il protagonista della puntata sarà il celeberrimo basso Roberto Scandiuzzi che, con grande generosità, ci parlerà del panorama del melodramma italiano e di come è mutato negli ultimi trent’anni, lui che ha fatto e continua brillantemente a fare il fuoriclasse nei teatri. Sarà con noi domani, 29 marzo, alle ore 18.45. Per ascoltarlo basta cliccare qui. Ve lo presentiamo attraverso un suo curriculum per averne un’idea dello spessore artistico.…

SCANDIUZZI-PP-XG-9393-FP-Copyright HarcoutIl nostro viaggio nell’Opera lirica, che è iniziato col baritono Raffaele Facciolà e che è proseguito col tenore Luciano Ganci, continua attraverso un altro confronto gestito da Annunziato Gentiluomo. Questa volta il protagonista della puntata sarà il celeberrimo basso Roberto Scandiuzzi che, con grande generosità, ci parlerà del panorama del melodramma italiano e di come è mutato negli ultimi trent’anni, lui che ha fatto e continua brillantemente a fare il fuoriclasse nei teatri. Sarà con noi domani, 29 marzo, alle ore 18.45. Per ascoltarlo basta cliccare qui.
Ve lo presentiamo attraverso un suo curriculum per averne un’idea dello spessore artistico.
Uno degli ultimi rappresentanti della scuola italiana dei grandi bassi come Ezio Pinza e Cesare Siepi, dei quali ha subito Scandiuzzi_La grottaprofondamente l’influenza, Roberto Scandiuzzi è oggi considerato dalla critica il miglior “basso nobile” del panorama operistico internazionale.
Nel 1982 ha debuttato giovanissimo al Teatro alla Scala ne Le nozze di Figaro con la direzione di Riccardo Muti. La sua interpretazione del personaggio di Fiesco in Simon Boccanegra al Covent Garden di Londra, sotto la direzione di Sir Georg Solti, gli ha assicurato il successo internazionale. Da allora è ospite regolare dei più prestigiosi teatri del mondo, fra i quali Metropolitan Opera di New York, Opéra National de Paris, Wiener Staatsoper, Bayerische Staatsoper di Monaco, San Francisco Opera, e ha collaborato con direttori del calibro di Claudio Abbado, Sir Colin Davis, Valerij Gergeev, James Levine, Fabio Luisi, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Seiji Ozawa, Scandiuzzi_05Antonio Pappano, Georges Prêtre, Giuseppe Sinopoli, Georg Solti e Marcello Viotti.
Il suo vasto repertorio spazia dai ruoli di basso verdiano ai ruoli del repertorio francese e russo; nonché dalla scapigliatura (Mefistofele di Boito) al verismo (La Gioconda di Ponchielli).
Attivo anche in campo concertistico, ha collaborato con alcune fra le più importanti compagini orchestrali del mondo, fra le quali Royal Philharmonic Orchestra, London Philharmonic Orchestra, Chicago Symphony Orchestra, Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Orchestre de Paris, Orchestre National de France, l’Orchestra sinfonica della Radio Bavarese e Scandiuzzi_01l’Orchestra Filarmonica di Monaco di Baviera.
Fra i maggiori successi degli ultimi anni possiamo ricordare Pelléas et Mélisande(Arkel) all’Opera di Firenze con la direzione di Daniele Gatti, Faust (Méphistophélès) alla Staatsoper Berlin, Aida (Ramfis) all’Opéra National de Paris ed al Seoul Arts Center, Norma (Oroveso) al NCPA di Pechino, Il barbiere di Siviglia (Basilio) alla Royal Opera House of Muscat, al Teatro San Carlo di Napoli e al Grand Théâtre de Genève, Don Pasquale (ruolo titolo) al Teatro La Fenice di Venezia, La Gioconda (Alvise) al Teatro del’Opera di Roma, Luisa Miller (conte Walter) alla New Israeli Opera Tel Aviv, Don Carlo (Filippo II) al Scandiuzzi don carlosThéâtre du Capitole de Toulouse.
La sua vasta discografia include Simon Boccanegra (dvd Decca), Don Carlo, Jérusalem e Aroldo di Verdi (Philips), Requiem e Gioconda (EMI), Cristoforo Colombo (Koch), Stabat Mater di Rossini, Rigoletto e Stabat Mater di Dvorák (DGG), La Sonnambula (Nightingale), La bohème (Erato), Macbeth (Sine Qua Non – dvd TDK), due incisioni di Turandot (Decca e Nuova Era), Jérusalem e Scandiuzzi-20200301-WA0013l’unica incisione del Requiem di Verdi di Giuseppe Sinopoli con la Staatskapelle di Dresda.
Tra i suoi , si distinguono Don Pasquale al New National Theatre di Tokyo; Don Carlos e Messa da requiem di Verdi alla De Vlaamse Opera di Anversa; Rigoletto all’Opera Australia di Melbourne; Il barbiere di Siviglia alla Semperoper di Dresda; Il pirata (Goffredo) at Grand Théatre di Ginevra; Simon Boccanegra e Messa da Requiem di Verdi al Teatro Petruzzelli di Bari; Requiem di Verdi all’Opéra Royal de Wallonie di Liegi; Aida all’Opera Australia di Sydney e al Teatro Colon de Buenos Aires; Macbeth e Don Carlos (Grand Inquisiteur) all’Opéra di Lione; La ciociara di Tutino al Teatro Lirico di Cagliari; TScandiuzzi-20161008-WA0000urandot allo Shaanxi Grand Theatre di Xi’an; Messa daRequiem di Verdi all’Opera Australia di Sydney, direttore Renato Palumbo; La Sonnambula e Il barbiere di Siviglia al Teatro La Fenice di Venezia; Jérusalem all’Opéra Royal de Wallonie di Liegi.
Rispetto ai suoi progetti futuri, segnaliamo Don Carlos(Grand Inquisiteur) all’Opéra Royal de Wallonie di Liegi e alla Staatsoper di Vienna; Turandot al Teatro Carlo Felice di Genova; Aida a Opera Australia, Sydney e Brisbane; La Juive (Brogny) a Opera Australia Sydney; Il barbiere di Siviglia a Toulouse.
Una puntata da vedere… Un momento da vivere… Un confronto capace di nutrire l’anima… Ecco l’URL del canale: https://www.spreaker.com/show/aim-opera. Da non perdere!

Chiara Trompetto

More in Benessere

More in Dalle associazioni

More in In viaggio per lo spirito

Most popular

Most popular