artinmovimento.com

Scoprire il tamburo sciamanico con Luigi Jannarone

tamburo_biella_1

Una giornata deliziosa, di grande raccoglimento e di unità. Presso lo Spazio Runa di Biella abbiamo assistito alla creazione di una famiglia che si è raccontata davanti a un camino, proprio come succedeva meno di ottanta anni or sono. Luigi Jannarone, con grande professionalità e precisione, ci ha accompagnati nella vibrazione del cuore attraverso lo strumento che forse più ama: il tamburo. Ci ha illustrato la sua storia millenaria e le ipotesi di come l’uomo sia potuto arrivare a realizzarlo. Si tratta probabilmente del più antico strumento musicale che, a ben guardarlo, è la diretta estensione dell’atto percussivo proprio dell’uomo.…

tamburo_biella_3Una giornata deliziosa, di grande raccoglimento e di unità. Presso lo Spazio Runa di Biella abbiamo assistito alla creazione di una famiglia che si è raccontata davanti a un camino, proprio come succedeva meno di ottanta anni or sono. Luigi Jannarone, con grande professionalità e precisione, ci ha accompagnati nella vibrazione del cuore attraverso lo strumento che forse più ama: il tamburo. Ci ha illustrato la sua storia millenaria e le ipotesi di come l’uomo sia potuto arrivare a realizzarlo. Si tratta probabilmente del più antico strumento musicale che, a ben guardarlo, è la diretta estensione dell’atto percussivo proprio dell’uomo. Ci ha presentato gli utilizzi più ricorrenti fra le varie culture, in tamburo_biella_2particolare il suo funzionare come richiamo militare, come evidenziatore di un pericolo incombente, come elemento della ritualistica sacra, come strumento di guarigione e come mezzo di comunicazione. Ha sottolineato, citando alcuni studi scientifici, quanto le vibrazioni di suoni ritmici abbiamo un profondo effetto sull’attività cerebrale. Ciò che adesso è scoperto in passato si era intuito, infatti, nelle tradizioni sciamaniche, le percussioni del tamburo erano e sono utilizzate per aiutare lo spostamento dello sciamano in altri regni di “realtà non ordinaria” e sono alla base del cosiddetto viaggio sciamanico, con cui è possibile contattare stati profondissimi di coscienza. Dall’introduzione si è passati allo studio del ritmo, all’applicazione dei ritmi più importanti al tamburo e a come la voce può arricchire la musicalità straordinaria di tale strumento a percussioni. Siamo stati tutti catapultati in una realtà diversamente ordinaria, rapiti dal suono scandito dal tamburo e dalla sua ripetitività mantrica. E in poco ci siamo trovati in cerchio a suonare insieme, a purificarci e a estraniarci dalla quotidianità ritornando alle origini e immergerci nella gioia vera del gioco. E prima un solo gruppo, poi due che si ribatteva e poi tre che creavano una coinvolgente melodia. Si percepiva l’armonia della terra, il cuore di Madre Terra, e danzavano con noi tutti gli elementi che sono fuori e dentro di noi. L’aria ci dà il volo, l’acqua ci trasforma, il fuoco dà l’impulso, la terra è guarigione. E poi nel pomeriggio si è passati all’utilizzo del tamburo comLUIGI-300x200e strumento di guarigione. Quante emozioni. Quante sensazioni. E diventavi un tutt’uno con quello strumento che ripuliva del superfluo, soprattutto dei pensieri sterili e delle emozioni malsane, alleggeriva, sanava. E intuivi il concetto di trance, contattando appunto quello stato in modo naturale e piacevole, sostenuto con attenzione da Jannarone e con dolcezza da tutto il gruppo.
In sintesi, una giornata deliziosa che ha esaltato la gioia di vivere e la bellezza del creato, e che ha permesso di farci contattare lo spirito che pervade e anima tutto ciò che esiste. E abbiamo toccato con mano l’autentica spiritualità
Annunziato Gentiluomo

More in Benessere

Most popular