artinmovimento.com

Stefano Bollani al Carlo Felice con il suo “Concerto Azzurro”, ispirato al Quinto Chakra

Bollani-Azzurro

La Stagione Sinfonica 2019 del Teatro Carlo Felice propone per Venerdì 22 febbraio alle ore 20.30 Stefano Bollani, interprete al pianoforte del suo CONCERTO AZZURRO. Eseguito per la prima volta nel maggio del 2017 all’Opera di Firenze, ma commissionato da Kristjan Järvi per l’Orchestra Sinfonica della Radio MDR di Lipsia, il Concerto Azzurro è un “Concerto per pianoforte e orchestra” in un Prologo e tre movimenti, con ampi spazi lasciati all’improvvisazione, composto da Stefano Bollani e arrangiato, per la parte orchestrale, da Paolo Silvestri, già arrangiatore e co-autore del Concertone inciso sedici anni fa da Bollani con l’Orchestra della Toscana.…

Bollani-AzzurroLa Stagione Sinfonica 2019 del Teatro Carlo Felice propone per Venerdì 22 febbraio alle ore 20.30 Stefano Bollani, interprete al pianoforte del suo CONCERTO AZZURRO.
Eseguito per la prima volta nel maggio del 2017 all’Opera di Firenze, ma commissionato da Kristjan Järvi per l’Orchestra Sinfonica della Radio MDR di Lipsia, il Concerto Azzurro è un “Concerto per pianoforte e orchestra” in un Prologo e tre movimenti, con ampi spazi lasciati all’improvvisazione, composto da Stefano Bollani e arrangiato, per la parte orchestrale, da Paolo Silvestri, già arrangiatore e co-autore del Concertone inciso sedici anni fa da Bollani con l’Orchestra della Toscana.
Come dichiara l’autore, l’ Azzurro del titolo fa riferimento ad uno dei chakra, i centri di energia presenti nel corpo umano secondo le filosofie orientali (chi segue sa che ne parliamo spesso, sprattutto in relazione al Reiki) e precisamente al quinto, quello foto P. Silvestri 2dell’espressione creativa. In questo concerto Stefano Bollani ha davvero messo  tutta la sua creatività, insieme all’estro e alla tecnica che lo contraddistinguono.
Racconta lo stesso Bollani: “Nel nostro piccolo disobbediremo alle regole che, in caso di orchestra sinfonica al seguito, vogliono il pianista obbligato a stare dentro una partitura precisissima e immutabile. E ci rinnoveremo ogni giorno, grazie ad una buona parte di improvvisazione affidata al pianoforte e ad un tipo di energia e gioia creativa che il direttore sul podio andrà a estrarre uno ad uno dai membri dell’orchestra”.
Nel Concerto azzurro, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, diretta da Paolo Silvestri e arricchita dalla presenza del batterista Bernardo Guerra, si troverà a dialogare con il solista più che a fare da accompagnamento, lasciando poi spazio alle improvvisazioni. Inconfondibile, in questa composizione, la tecnica pianistica di Bollani, unita anche alla sua passione per il pop e per il Sudamerica, che si ritrovano anche nella partitura orchestrale.
Il programma si completa poi con la trascinante Suite from “The River” di Duke Ellington.

Inoltre alle ore 19.30, presso la Sala Paganini, in collaborazione con l’Associazione Teatro Carlo Felice, il M° Paolo Silvestri terrà una breve conferenza introduttiva al concerto (riservata a tutti i possessori di biglietto o di abbonamento).

Lo spettacolo sarà invece alle ore 20.30
Informazioni e biglietti sul sito www.carlofelicegenova.it

Redazione ArtInMovimento Magazine

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular