artinmovimento.com

Trans freedom march per il TDoR 2014 a Torino

pride2014-k6GE-U10301027919069uJB-568x320@LaStampa.it

Il Transgender Day of Remembrance (TDoR) è una ricorrenza della comunità LGBTQ (lesbica, gay, bisessuale, trans e queer) per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia). L’evento, venne introdotto in ricordo di Rita Hester, il cui assassinio nel 1998 diede avvio al progetto web “Remembering Our Dead” e, nel 1999, a una veglia a lume di candela a San Francisco. Da allora l’appuntamento è cresciuto fino a comprendere commemorazioni in tutto il mondo. Da diversi anni anche a Torino, vengono organizzati diversi eventi (con il patrocinio della Regione Piemonte e della Città di Torino), tra cui la commemorazione in una…

Il Transgender Day of Remembrance (TDoR) è unTorinoPride2012_07a ricorrenza della comunità LGBTQ (lesbica, gay, bisessuale, trans e queer) per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia). L’evento, venne introdotto in ricordo di Rita Hester, il cui assassinio nel 1998 diede avvio al progetto web “Remembering Our Dead” e, nel 1999, a una veglia a lume di candela a San Francisco.

Da allora l’appuntamento è cresciuto fino a comprendere commemorazioni in tutto il mondo. Da diversi anni anche a Torino, vengono organizzati diversi eventi (con il patrocinio della Regione Piemonte e della Città di Torino), tra cui la commemorazione in una piazza centrale della città. Quest’anno è stato deciso dal Coordinamento Torino Pride che lo organizza, di celebrare il TDoR il 22 novembre con una marcia da Piazza Vittorio Veneto a Piazza Castello, per rivendicare libertà e diritti di tutti e tutte.
 pride-2014

Si inizia martedì 18 novembre 2014 alle ore 11.30 alla Fondazione Merz (Via Limone 24 – Torino) con la Conferenza stampa di presentazione del TDoR 2014.

Sabato 22 Novembre 2014 alle ore 16.30 Trans freedom march da piazza Vittorio Veneto. Durante il corteo suonerà una banda composta dei gruppi Blou Daville & Brass Volé, mentre in Piazza Castello la commemorazione sarà accompagnata dalla voce della cantante soprano Fe Dzidzofe Avouglan. Si può sostenere l’iniziativa con una donazione: buonacausa.org/cause/trans-freedom-march

Sempre sabato 22 alle ore 15.00 presso la sede ARCI Torino di Via Verdi 34, all’interno del Torino Film Festival Off, ci sarà la proiezione di “Felliniana” di Simone Cangelosi e Luki Massa, 28 min., Italia 2010. Intervengono Simone Cangelosi e Porpora Marcasciano.

Si tratta di un documentario-confessione di Marcella Di Folco, la sua ultima intervista, che non  a caso Marcella ha deciso di rilasciare seduta tra le mura di un cinema. Affiancata da un suo grande amico ed esperto di cinema, Gian Luca Farinelli, Direttore della Cineteca di Bologna, nel maggio del  2010  Marcella racconta con leggerezza e sagacia della sua esperienza cinematografica con il Maestro per antonomasia, Federico Fellini. Felliniana è  un omaggio di Marcella a Fellini, il quale  la scoprì per caso alla fine degli anni ’60 e la lanciò in una lunga carriera di caratterista, ma vuole essere anche un delicato omaggio degli autori a Marcella Di Folco. Raramente, infatti, nei lunghi anni delle sue instancabili battaglie per i diritti civili, in lungo e in largo per l’Italia Marcella si dava il tempo di evocare pubblicamente quegli aneddoti. Nei racconti ironici di sé e del mondo del cinema non si stenta a riconoscere il tratto umano della Marcella che conosciamo e ad intuire quanto quegli incontri e quella vita ‘eccezionale’ sia stata essenziale per la sua formazione.

Domenica 23 novembre, dalle ore 14 alle 18, alla Sala conferenze del Museo della Resistenza
Corso Valdocco, 4/A, si svolgerà invece un convegno nazionale Le prospettive di riforma della legge n. 164/1982 sul cambiamento di sesso in cui iI/le rappresentanti delle associazioni trans e intersessuali, avvocati ed esperti di diritto, politici si confronteranno con le relatrici e i relatori.

Mercoledì 26 novembre, alle ore 21.00, presso CasArcobaleno di via Lanino 3/A, proiezione del film Belle al Bar di Alessandro Benvenuti, con Eva Robin’s, 110 min., Italia 1994.

cvLeo è in crisi. In crisi soprattutto nel suo rapporto con la moglie: dieci anni di matrimonio e le solite incomprensioni. Ma per fortuna deve partire. Nella città in cui si trova per motivi di lavoro si accorge di essere pedinato da una donna sconosciuta e, quando viene colto da uno svenimento, è proprio lei a soccorrerlo. Leo si risveglia in casa della donna che mostra di conoscere vari particolari della sua infanzia. Stordito e confuso, Leo riesce finalmente a capire: la sconosciuta non è altri che suo cugino Giulio divenuto nel frattempo un’affascinante transex. Inizia così una movimentata convivenza.

Infine, sabato 29 novembre, alle ore 17.00, alla Biblioteca Civica Ginzburg di via Lombroso 16, si terranno letture e testimonianze di persone transessuali/transgender e proiezione del film “Mater natura” di Massimo Andrei, 90 min., Italia 2006.index

Presentato con successo al Festival di Venezia 2005, l’opera prima di Massimo Andrei racconta la storia di Desiderio, una giovane transessuale napoletana che si innamora, ricambiata di Andrea. Ma la realtà ostacola la realizzazione dei sentimenti: Andrea si sposa e Desiderio si allontana dalla città per rifugiarsi nei pressi del Vesuvio, con l’intento di aprire un centro di agricoltura biologica, che possa servire anche come centro di ascolto per uomini in crisi.

[Fonte delle immagini: www.torinopride.it; www.lastampa.it (copertina); www.lanuovasocietà.it; www.queerblog.it; www.ivid.it]

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular

Most popular

Most popular

Most popular