artinmovimento.com

Ultima settimana per il Festival Verdi a Parma

13

“Si può viaggiare nell’infinito…” è il verso shakespeariano a cui si ispira l’edizione 2015 del Festival Verdi, a Parma e Busseto, che giunge alla sua ultima settimana e che trova in Shakespeare e nel tema del viaggio le sue direttrici. Il 10 ottobre ricorrevano i 202 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi. Dichiara Anna Maria Meo, Direttore generale del Teatro Regio di Parma: “Il Festival vede nella produzione di tre titoli d’opera, di cui due nuovi allestimenti, e nel denso programma di concerti, incontri, mostre, giornate di studi, spettacoli e attività di approfondimento per i giovani e le scuole, un…

13“Si può viaggiare nell’infinito…” è il verso shakespeariano a cui si ispira l’edizione 2015 del Festival Verdi, a Parma e Busseto, che giunge alla sua ultima settimana e che trova in Shakespeare e nel tema del viaggio le sue direttrici. Il 10 ottobre ricorrevano i 202 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi.
Dichiara Anna Maria Meo, Direttore generale del Teatro Regio di Parma: “Il Festival vede nella produzione di tre titoli d’opera, di cui due nuovi allestimenti, e nel denso programma di concerti, incontri, mostre, giornate di studi, spettacoli e attività di approfondimento per i giovani e le scuole, un primo decisivo momento di rilancio della manifestazione che intende parallelamente rafforzare la collaborazione della Fondazione Teatro Regio con tutte le Istituzioni musicali e culturali di Parma, Busseto e del territorio. Un rilancio che è stato possibile anche grazie a partners e sostenitori, alcuni dei quali hanno risposto al nostro invito incrementando significativamente il loro sostegno, altri accettando con entusiasmo di sostenerlo per la prima volta (…). Il programma proposto si articola in tre sezioni strettamente legate, che si offrono al pubblico come occasione di scoperta e arricchimento: alle opere e ai concerti del cartellone principale si intrecciano gli appuntamenti di AroundVerdi che annoverano una prima assoluta e un brano commissionato ad hoc, con i quali il Festival intende ribadire la volontà del Teatro Regio di ampliare i confini dell’opera lirica, per dare spazio ad altri linguaggi espressivi, che stimolino nuove riflessioni intorno all’opera verdiana, valorizzando il talento dei giovani, la loro creatività e il rapporto con la contemporaneità, nel segno dell’incessante ricerca creativa di Giuseppe Verdi che il Festival fa propria. In VerdiYoung accanto a proposte spettacolari dedicate al pubblico dei più piccoli si offre un articolato programma di iniziative di approfondimento con progetti, laboratori didattici, lezioni tenute da maestri e artisti protagonisti del festival offerte gratuitamente (…) A breve distanza dal mio insediamento, considero questa la prima traccia di un percorso che desidero sviluppare con impegno e determinazione, per favorire la crescita del Festival, consolidarne l’identità culturale e gli auspicabili riflessi sul territorio che solo una manifestazione di successo può garantire”.

fotogaller2012pappano_x1xProgramma ricchissimo di appuntamenti e di protagonisti di rilievo, la Maestro Antonio Pappano con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, a Desirée Roncatore, Jessica Pratt, l’orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, e molti altri, e spettacoli realizzati con le collaborazioni di molti importanti teatri italiani. Vediamo quali sono gli appuntamenti di questa ultima settimana.
Il 27 ottobre si viaggerà da Milano a Parigi fino a San Pietroburgo, attraverso le composizioni che Verdi creò per i rispettivi teatri: brani da Otello, Jérusalem, Don Carlos, Nabucco, La forza del destino, Macbeth e l’Inno delle nazioni nel concerto diretto Jader Bignamini, alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma, con Roberto Aronica e Michele Pertusi.
Requiem-Monumentale-Bartolo-light-350x350Il 28 ottobre vi sarà il concerto della Si aprirà il concerto della Giovanni Falzone Contemporary Orchestra “Requiem around Requiem”, che si aprirà con Otello Suite, commissione del Festival Verdi 2015 in prima esecuzione assoluta. Sarà un omaggio alla celebre composizione verdiana, reinterpretata in chiave contemporanea.
Molte le partecipazioni di insiemi coristici. Dopo il Coro di voci bianche della Corale Giuseppe Verdi di Parma (4 ottobre), il Coro del Teatro Regio di Parma (21 ottobre), il Coro di voci bianche del Teatro Comunale di Bologna (24 ottobre), avremo ancora la Corale Giuseppe Verdi di Parma (28 ottobre), e infine il Coro di voci bianche e giovanili Ars Canto (31 ottobre). Tutti interpreteranno le grandi pagine verdiane, conosciute e amate per la loro capacità di esprimere i sentimenti universali in maniera profonda e immediata.
Tre appuntamenti realizzati in collaborazione con l’Istituto nazionale di studi verdiani saranno occasione di approfondimento su Verdi e le sue opere. L’ultimo sarà a Busseto il 29 ottorbe, al Museo di Casa Barezzi, dove la conferenza di Dino Rizzo proporrà “Un viaggio in Rigoletto” per scoprire le ragioni e la storia di questo capolavoro.jessicapratt hdphotoLuisCondro1
Gli artisti e gli allievi cresciuti al Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma saranno i protagonisti dei Concerti del Conservatorio. Dopo Verdi in Jazz (7 ottobre) e il Concerto lirico vocale (16 ottobre) vi sarà il concerto dell’Ensemble del Conservatorio (29 ottobre),  i giovani artisti si misurano con pagine musicali da Verdi alla musica contemporanea.
Jessica Pratt sarà la protagonista dell’ultimo recital in programma al Teatro Regio (30 ottobre) ove interpreterà le più celebri arie del repertorio belcantistico, accompagnata al pianoforte da James Vaughan.
Il 30 ottobre verrà anche ricordando Mario Del Monaco: un omaggio all’artista il cui nome è indissolubilmente legato a quello di Otello, nel centenario della nascita. Protagonista di indimenticabili serate al Teatro Regio di Parma, il grande tenore rivivrà nell’ascolto di alcune sue memorabili interpretazioni e nel racconto di chi lo ha conosciuto e con lui ha condiviso la scena.

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA

ABBONAMENTI
Gli abbonati al Festival Verdi 2014 potranno esercitare il diritto di prelazione per l’acquisto dell’abbonamento al Festival Verdi 2015 dal 12 al 21 maggio 2015 per i posti di poltrona, palco e galleria.
Gli abbonati alla Stagione Lirica 2015 potranno acquistare in prelazione il nuovo abbonamento al Festival Verdi 2015 il 22 e 23 maggio 2015.
Nuovi abbonamenti in vendita il 26 e 27 maggio 2015 presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma.

BIGLIETTI
I biglietti per tutte le rappresentazioni saranno in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma dal 28 maggio 2015 e presso la biglietteria on-line del Teatro Regio di Parma, sul sito teatroregioparma.it. L’acquisto on-line non comporta alcuna commissione di servizio.

PROMOZIONI
I giovani fino a 30 anni hanno diritto a una riduzione del 50% sul prezzo degli abbonamenti e dei biglietti di tutti i turni per i posti di platea e di palco per gli spettacoli al Teatro Regio di Parma. Per ciascuno degli spettacoli dei turni B, C, D, sono disponibili venti Card under 30 gratuite, che consentono di acquistare il biglietto per lo spettacolo a € 20,00 per posti di platea e palco.
Speciali promozioni sono riservate anche alle famiglie e ai lavoratori in stato di disoccupazione, cassa integrazione, mobilità
L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ‘60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2015.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it www.teatroregioparma.it

Redazione ArtInMovimento Magazine
[Fonti delle immagini: teatroregioparma.it e pagina facebook del Teatro Regio di Parma, musicamorfosi.it]

More in Cultura

Most popular