artinmovimento.com

Velia Teatro, il festival del teatro greco e latino

velia2015 (1)

Velia Teatro, al via la XVIII edizione del festival dal 3 al 22 agosto in Campania. “Rassegna sull’espressione tragica e comica del teatro antico”, così si presenta la manifestazione che si svolge essenzialmente sull’acropoli del Parco Archeologico di Elea-Velia, sito archeologico che si trova nel territorio comunale di Ascea (Sa). Un’altra perla che arricchisce il panorama del teatro italiano in questo periodo estivo, come  il Festival Euromediterraneo a Siracusa, o il Taormina Opera Festival,  o ancora l’allestimento del Rigoletto che andrà in scena a Locri. Il Festival vedrà la partecipazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dell’Università degli Studi di…

home01Velia Teatro, al via la XVIII edizione del festival dal 3 al 22 agosto in Campania.
“Rassegna sull’espressione tragica e comica del teatro antico”, così si presenta la manifestazione che si svolge essenzialmente sull’acropoli del Parco Archeologico di Elea-Velia, sito archeologico che si trova nel territorio comunale di Ascea (Sa). Un’altra perla che arricchisce il panorama del teatro italiano in questo periodo estivo, come  il Festival Euromediterraneo a Siracusa, o il Taormina Opera Festival,  o ancora l’allestimento del Rigoletto che andrà in scena a Locri.
Il Festival vedrà la partecipazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo nelle persone di Elisabetta Matelli, docente di Storia del Teatro Greco e Latino, e di Roberto Mario Danese, professore di Filologia Classica. velia2015 (1)
Il 3 si comincia con l’“Anfitrione” di Tito Maccio Paluto, per la direzione drammaturgica di Elisabetta Matelli, musiche di Adriano Sangineto, maschere di Alessandra Faienza e regia di Christian Poggioni.

Il 5 agosto sarà la volta de “Le rane” di Aristofane, con lo stessa squadra peVeliaTeatro 2013 - (foto Michele Calocero)r le musiche, regia e direzione drammaturgica, scene di Dino Serra su progetto dell’Accademia di Belle Arti di Brera, maschere dalla Scuola di Scenografia dell’Accademia di Brera con la collaborazione di Zorba Officine Creative, costumi di Salvatore Averzano e Elena Adamou.
Sul sito della manifestazione trovate tutte le date e il programma degli spettacoli. Il costo dei biglietti varia dai 15 ai 20 euro, 10 per i bambini fino a 12 anni. Maggiori informazioni al numero 3343266442 oppure all’indirizzo info@veliateatro.it. Vi terremo comunque informati sulle date successive e sul programma, ma ora vogliamo darvi alcuni cenni sui luoghi nei quali il festiva si svolgerà. Ascea è una home02città in provincia di Salerno, situata su una collina dalla quale si gode un’ottima vista sulla costa e anche sulle rovine della città antica di Velia. Il territorio fu colonizzato nel VI secolo a.C. dopo molte peripezie dai Focesi, popolazione proveniente dall’Asia Minore. Una delle ipotesi sull’origine del nome “Ascea” lo collega al termine bizantino “askaios” che significherebbe “luogo non sinistro” cioè favorevole all’approdo. L’antica colonia di Elea, Velia in età romana, era anticamente circondata da mura per una lunghezza di circa 8Km e possedeva anche una serie di torri. La città era nota per il buon clima e costituì la sua fortuna principalmente sui commerci. Luoghi ricchi di storia e di fascino, che rappresentano il contorno ideale a un festival così particolare e unico.
Redazione ArtInMovimento Magazine

[Fonte della immagini: veliateatro.it, Michele Calocero ph]

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular