Month: July 2016

 

I vincitori della terza edizione di OIFF… veramente grande cinema!

OIFF_2016 summerSabato 30 luglio 2016 si è conclusa la terza edizione di OIFF SUMMER EDITION, una vetrina sul cinema indipendente e non, che ha visto concorrere tra loro lungometraggi e cortometraggi provenienti da tutto il mondo. Dei 362 film arrivati quest’anno, sessantaquattro sono stati selezionati per il contest ufficiale che è durato otto giorni, durante i quali, una giuria di addetti ai lavori – Valeria Palma, Tommaso Setaro, Simone Cilio, Jessica Adinolfi, Annunziato Gentiluomo e Mauro Russo Rouge – ha scelto come BEST FEATURE POVEDA (Spain) di Pablo Moreno e come BEST SHORT A DAY IN THE LIFE (Italy) di Michele Bertini Malgarini.
Ha premiato inoltre come BEST DIRECTOR Igor Sadovski per FLUTULUS (Moldova); come BEST ACTOR Matthew cartel-poveda-1-WEBDeluca per THE SELECTION (USA); come BEST ACTRESS Ava Ames per THE SECRET OF JOY (USA); e come BEST SOUNDTRACK Alessandro Moro per DJINN TONIC (Italy).
La SPECIAL MENTION ARTINMOVIMENTO MAGAZINE è andata ad A DAY IN THE LIFE (Italy) di Michele Bertini Malgarini per la delicatezza con cui affronta il tema legato alla scoperta del vero orientamento sessuale del protagonista – quello omosessuale – senza mai cadere nel banale o nel volgare e con eccellente manifattura tecnica e stilistica. Al centro il coming out e il rinnovato rapporto col proprio sé, mutato da un nuovo e più autentico contatto con la propria identità. Molto suggestivo la metafora del problema visivo che, ad un certo punto, una volta risolta, rappresenta la totalità dell’essere “uomo” del protagonista che può abbandonarsi finalmente all’amore. Una lode anche all’attore Gianmarco Saurino, capace di rendere tutte le sfumature del suo complesso personaggio.
ADITL_poster_web_201606L’ideatore e curatore del festival, il regista torinese Mauro Russo Rouge, è molto soddisfatto del risultato fin qui ottenuto. Infatti dichiara: È stato un festival di grande qualità. Tutti i film in concorso hanno meritato la selezione ufficiale e non è stato facile per i giurati decretare i vincitori. Al miglior lungometraggio – Poveda – va il premio in denaro di 200 dollari. Il miglior cortometraggio – A day in the life – si aggiudica invece il premio di 120 dollari. Adesso ci godiamo qualche settimana di meritata vacanza e poi subito al lavoro per la quarta edizione, quella invernale di gennaio 2017.
La prossima edizione vedrà alcune importanti novità. OIFF diventa OIFF TURIN CINEFEST. Ci sarà sempre una prima fase di selezione a discrezione del festival, per poi affrontare il “contest” vero e proprio, non più della durata di otto giorni, bensì dodici. Infine, i film vincitori verranno proiettati in un cinema della città di Torino il prossimo inverno. Non più quindi solo ed esclusivamente festival del cinema online, ma anche LIVE
.
Poter essere giurato di un festival come l’OIFF ti permette di crescere sia professionalmente che come essere umano. La qualità dei film e delle storie raccontate mi hanno fatto emozionare e non poco.Best Soundtrack  2016SE  1000 x800 Estrapolare da questo bel gruppo di film la miglior colonna sonora, così come le altre menzioni, è stato davvero difficile, ma il lavoro svolto da Alessandro Moro – compositore della colonna sonora per il film “Djinn Tonic” – mi ha colpito profondamente. Un lavoro sublime a livello di scelta stilistica, tematica e di strumentazione. La musica è parte integrante di un film e Moro è riuscito a trovare quel linguaggio che rende la musica importante come un protagonista del film. Rinnovo le mie congratulazioni a tutti i vincitori e ringrazio Mauro Russo Rouge e Annunziato Gentiluomo per la loro disponibilità e l’amore che hanno verso il cinema, afferma Simone Cilio.
L’attore romano Tommaso Setaro, uno dei componenti della giuria di OIFF, rilascia questa Best Director  2016SE  1000 x800dichiarazione: Sono così entusiasta della qualità dei prodotti dei concorrenti che dare un giudizio equilibrato è stato particolarmente impegnativo. Pochi giorni per visualizzare moltissime candidature. È stata un’immersione nel cinema, una doccia di pellicola (più che altro digitale) difficile da dimenticare.
Amo questo lavoro e amo il cinema e occasioni del genere non fanno altro che ricordare che il sogno è possibile, è vicino ed, infine, inevitabile
“.
L’attrice Valeria Palma, invece, dichiara: OIFF è stata una grande opportunità per conoscere nuove realtà Best Actor  2016SE  1000 x800indipendenti e non della cinematografia contemporanea. Non avrei mai immaginato quanta competenza e professionalità ci potesse essere dietro un lavoro concepito principalmente da giovani e spesso autoprodotto. Ho imparato ad apprezzare la diversità dei linguaggi fotografici e registici utilizzati dai diversi partecipanti di ogni paese; riconoscendo a volte delle diversità culturali che possono scontrarsi anche con il proprio gusto personale. Ma difficilmente avrei avuto modo di conoscere altri mondi senza questo festival, che contribuisce ad avvicinare diversi paesi del mondo tra di loro. Cosa di cui adesso, in questo preciso momento storico, abbiamo Best Actress  2016SE  1000 x800grande bisogno.
Jessica Adinolfi racconta: L’esperienza dell’OIFF 2016 SUMMER EDITION è stata a dir poco fantastica. Ho avuto la possibilità di conoscere cose nuove che prima ignoravo grazie ai documentari, sono entrata nella psicologia di numerosi personaggi tutti diversi tra loro, ho riso e mi sono emozionata. È stata un’avventura meravigliosa e non vedo l’ora di ripeterla.Artinmovimento Special Mention  2016SE  1000 x800
ArtInMovimento vive OIFF e lo sostiene perché, fin da subito, ha visto le enormi potenzialità di tale importante evento cinematografico e soprattutto la professionalità con cui veniva e viene gestito. Dalla prima edizione abbiamo potuto apprezzarne la “mission” e il cuore con cui ha preso forma, e vederlo crescere è fonte di enorme soddisfazione. Con Mauro Russo Rouge si lavora benissimo e siamo sicuri che non possiamo che crescere. Quest’anno i numeri ci hanno dato ragione ma quello che è importante sottolineare è la qualità dei film arrivati. Ciò ha reso evidente quanto grande cinema viene prodotto. Eventi come OIFF permettono di scoprirlo e di renderlo manifesto, dichiara Annunziato Gentiluomo.
Non ci resta che rimandarvi all’appuntamento della quarta edizione invernale di OIFF TURIN CINEFEST il prossimo gennaio 2017.
Chiara Trompetto

Ultimo giorno del Perinaldo Festival “Note e parole sul tema dell’Acqua”

OLYMPUS DIGITAL CAMERASi conclude questa sera il Perinaldo Festival 2016 x edizione, con il concerto finale dell’Orchestra del Perinaldo Festival insieme al gruppo Tamtando di Aosta. Il tema conduttore del festival 2016 “Note e parole sul tema dell’acqua” è stato sviluppato durante tutti gli appuntamenti e gli incontri-conferenze riscuotendo molto interesse. Nel concerto finale saranno presentati due brani commissionati dal festival: “Corde d’Acqua” del giovane compositore valdostano Davide Sanson, brano per orchestra d’archi e ensemble di percussioni acquatiche, e “Voice of rain” di Marco Decimo, commissione del Perinaldo Festival in prima esecuzione assoluta.
Protagonisti i i musicisti che hanno lavorato durante i seminari internazionali che si sono svolti durante tutta la OLYMPUS DIGITAL CAMERAsettimana a Perinaldo in occasione del Festival e che formano l’Orchestra insieme ai docenti professionisti. L’orchestra e l’ensemble Tamtando saranno dirette da Marco Giovinazzo e da Marco Decimo, maestri in residence al Perinaldo Festival.

La serata odierna è anche l’ultima opportunità per chi vuole partecipare al concorso fotografico PERIscoop photoFEST aperto a tutti e finalizzato a raccogliere le foto dei momenti più emozionanti del festival; le migliori 20 foto saranno esposte nella Biblioteca civica, nella nuova Scuola elementare e nella Sala consigliare del Comune di Perinaldo.
L’ingresso a tutti i concerti è libero e gratuito

Redazione ArtInMovimento Magazine

Da oggi a Locri riparte il S.Y.M.M.. Sempre con Annunziato Gentiluomo. Sempre al lido L’ultima spiaggia

symm-nunzio2Dalle 18.30 alle 20.00 di oggi, domenica 31 luglio, per il quinto anno, senza interruzioni, allo stabilimento balneare Ultima Spiaggia di Locri, l’Associazione Zephyria e l’Associazione ArtInMovimento propongono i 90 minuti di benessere del S.Y.M.M., in perfetta sintonia col periodo estivo.
Per l’estate 2016, si inizierà di domenica, anche se le lezione saranno calendarizzate direttamente dal facilitatore, Annunziato Gentiluomo, dopo la lezioni con i partecipanti alla prima classe. Sono previste due lezioni settimanali e qualche sessioni speciali intorno alle 6.00 del mattino per gli amanti della forza rigenerante dei primi raggi del sole.
Chiunque potrà partecipare al percorso ideato e condotto dal dott. Gentiluomo, in quanto ciò che SYMM a Locri 14viene proposto è in totale sicurezza. Non c’è bisogno di preparazione fisica o mentale previa, giacché il motto fondamentale è Rispetta e ascolta il tuo corpo. È la nostra capacità di entrare in sintonia con i segnali del nostro corpo il punto di partenza di questo percorso rigenerante e salutare.
Ma cos’è il S.Y.M.M.? Come abbiamo avuto modo di spiegare in altre occasioni, è l’acronimo di Stretching, Yoga, MeditazioneMantra, e contempla un insieme di pratiche che mettono al centro la corporeità e che puntano all’integrazione dei vissuti emotivi e mentali di ciascun partecipante. Sono sessioni tematiche singole e SYMM a Locri 12ciascuno può liberamente partecipare a quanti incontri desidera: gli effetti veri e propri, però, emergono grazie alla continuità.
Il corpo – spiega il dott.Gentiluomoviene prima allungato dolcemente e preparato per delle semplici, ma efficaci asana delloYoga. Poi si integra il vissuto con la meditazione guidata e si conclude con l’ascolto di mantra (mana+traya=Liberazione della mente), potenti formule della più antica conoscenza vedica che hanno la capacità di rimuovere le disarmonie interne e riequilibrare il corpo. Il mantra OM è quello più conosciuto. Sono classi sempre diverse perché il tema è SYMM a Locri 13diverso e differenti sono i partecipanti che contribuiscono, con la loro energia, alla pratica. Alla fine ci si sente bene, ci si sente più compatti, più in noi. Sembra che ci si riesca a riappropriarsi del proprio involucro fisico e a scoprire parti che non si pensava di avere. Inoltre si lavora molto in coppia e ciò permette al corpo di allungarsi di più, percependosi sostenuto, e alla persona di sviluppare intelligenza emotiva ed empatia. Nei feedback finali molti hanno affermato che si sentivano attraversati da un grande benessere e da un senso di armonia e pace. Il tutto grazie a pratiche diverse provenienti da tecniche, arti e culture diverse, saperi antropologici di salute. Le lezioni di quest’anno però avranno un approccio più meditativo e introspettivo.
Un appuntamento salutare per arricchire la nostra estate e prenderci un po’ più cura di noi, un appuntamento che è diventato un rituale che nella zona richiama persone da Roccella e Bianco, e chissà anche di più… 5 euro spese bene per nutrire il proprio corpo.
Quindi dotiamoci di abiti comodi e tappetino o telo mare e iniziamo questa nuova avventura rigenerante e rilassante, lasciandoci cullare dalla musica, efficace nel promuovere la produzione dell’ormone ossitocina, l’ormone dell’amore, della felicità e dell’appagamento….
Chiara Trompetto

Tradizionandu Etnofest, dal 4 al 7 agosto Cittanova (RC) è cuore pulsante delle periferie in un connubio di musica arte e sapori

Tradizionandu Etnofest 2016

Tradizionandu Etnofest 2016Segnatevi queste date: dal 4 al 7 agosto, se state percorrendo la Calabria, fate un passaggio veloce a Cittanova, in provincia di Reggio Calabria, per “Tradizionandu etnofest”. Musica, arte e sapori renderanno “pulsante” il cuore delle periferie.

Perché è la periferia il centro e il luogo della socialità, della condivisione e delle sfaccettature creative di questa manifestazione, giunta alla IX Edizione, organizzata dall’Associazione LATO2 con l’amministrazione comunale di Cittanova.

Si parte dal 4 di agosto con Expò Enogastronomica, curata dalla BCC Young, giunta alla sua seconda edizione. Il 5 di agosto comincia il festival: sotto la direzione artistica di Gabriele Albanese, si esibiranno sul palco gli Shark e Groove e i 99 Posse. Sabato 6 il Collettivo Irmao e Mascarimiri. La serata conclusiva del 7 vedrà invece sul palco i Fuori Tempo, la Med Free Orkestra e Francesco Baccini.

A spiegarci la forza dirompente che divampa dalle periferie è proprio il direttore artistico, Gabriele Albanese: “È dalle periferie delle metropoli che partono le espressioni musicali e artistiche che conquistano il mondo. Sono le zone ai margini a raccontare l’anima autentica dei popoli“.

SamosaPervade l’idea di un universo globale, la cui forza vitale è proprio la periferia: da questo principio è nato anche il gemellaggio con il SAMOSA Festival di Nairobi, in Kenya, al fine di promuovere l’inclusione sociale, “da sud a sud”, e valorizzare i legami tra i popoli e le culture che animano i nostri continenti.

Paolo Ernesto Sussi

[Fonte immagini: pianainforma.it – tuttoqui.it – tradizionandu.eu]

Operae Indipendent Design Festival e Piemonte Handmade 2016, aperto il bando per partecipare

call_for_entries_operaeSi sono aperte il 25 luglio le candidature per partecipare al progetto Piemonte Handmade 2016, che per il terzo anno consecutivo porta avanti un percorso di valorizzazione della tradizione artigiana piemontese attraverso il dialogo con il mondo del design contemporaneo.
Il bando viene lanciato dalla Regione Piemonte in occasione della settima edizione di Operæ. Independent Design Festival.
Il progetto prevede il coinvolgimento di 10 artigiani locali, associati a 10 gallerie italiane e internazionali e altrettanti designer. Ogni gruppo di lavoro,  formato da artigiano, designer e galleria, collaborerà all’ideazione e realizzazione diBox un oggetto inedito, che sarà presentato in anteprima a Operæ, dal 3 al 6 novembre a Palazzo Cisterna (Torino). Successivamente le gallerie presenteranno in diversi appuntamenti di settore in Italia e all’estero (fiere, saloni, mostre) le produzioni realizzate.
La produzione artigiana locale può trovare in un mercato come quello del collezionismo, fatto di piccoli numeri e ricerca di eccellenza, uno sbocco ideale, supportato dalle gallerie specializzate che possono veicolarlo. In questo modo si apre un panorama commerciale ancora inesplorato per gli artigiani italiani, già apprezzati nel mondo per le capacità manifatturiere.
OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl progetto Piemonte Handmade 2016 parte da questa riflessione, in cui il ruolo degli artigiani e le loro potenzialità sono fondamentali.
Inoltre il bando prevede che i dieci vincitori possano partecipare al programma di incontri business con i designer espositori di Operæ al fine di attivare nuove occasioni commerciali.
Tale opportunità verrà estesa anche a ulteriori 10 imprese partecipanti al concorso, che avranno ricevuto il miglior punteggio subito dopo le 10 vincitrici.
È possibile scaricare il bando dal sito dal sito di Operæ, al link operae.biz/phm-2016;
dal sito della Regione Piemonte al link www.regione.piemonte.it/artigianato/index.htm
e all’indirizzo artigianato.sistemapiemonte.it
Le candidature sono aperte fino al 26 agosto 2016.
Il coinvolgimento delle gallerie è una delle novità dell’edizione 2016 di Operæ.
L’obiettivo è quello di promuovere lo scambio e l’incontro tra il mondo dell’artigianato e quello del design da collezione, in cui il pezzo prescelto non è solo un oggetto ma rappresenta l’esito di un processo di ricerca unico e di una produzione eccellente. In tal senso i giorni della fiera saranno occasione di visibilità per gli artigiani, che così entreranno in contatto con un mercato internazionale esperto e attento e un pubblico sensibile e preparato.
Per partecipare è necessario essere un’impresa artigiana di produzione manifatturiera, avente sede operativa in Piemonte e annotata nella sezione Artigiani del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio della Regione Piemonte.

Annalisa_Rosso_03Operæ. Independent Design Festival 2016
Operæ è la fiera internazionale del design indipendente, che si svolge a Torino da ormai sette anni. Essa offre l’opportunità di scoprire nuovi prodotti, di prendere nota dei fenomeni emergenti, di entrare in contatto con gli attori del processo, e di fermarsi a riflettere sui tanti aspetti che interessano in design nel suo insieme.
Anche quest’ anno Operæ si svolgerà nella prima settimana di Novembre, dal 3 al 6, in concomitanza con Artissima Art Fair nell’ambito del più importante evento diffuso italiano dedicato ai linguaggi contemporanei, Contemporary Art Torino.
La curatrice dell’edizione 2016 è Annalisa Rosso, giornalista indipendente di design e architettura, che ha individuato nel tema “Designing the future” la cornice interpretativa e la chiave di lettura dei progetti esposti.
Operæ è un progetto di Bold srl con il supporto della Regione Piemonte e della Camera di commercio
di Torino. Da un’idea dell’Associazione Torino Design Week.
Per maggiori informazioni:
sito: www.operae.biz
e-mail: bando.artigiani@gmail.com

Redazione ArtInMovimento Magazine
[Fonte delle immagini: opreae.biz; la terza in ordine di apparizione, è un tappeto realizzato da Seraina Lareida; la quarta immagine ritrae Annalisa Rosso]

Um Brasil diferente… suggestioni brasiliane con Mirabassi e Taufic al Perinaldo Festival

Perinaldo Festival 2016PERINALDO piazza S. Nicolò
Venerdì 29 Luglio 2016 ore 21,30
Gabriele Mirabassi clarinetto
e Roberto Taufic chitarra
Um Brasil diferente Suggestioni brasiliane

L’incontro tra i due musicisti si potrebbe definire come l’incrocio a metà strada tra due viaggi in direzione opposta, un’andata e un ritorno. Gabriele Mirabassi scopre il Brasile una decina d’anni fa e da allora lo frequenta con tanta assiduità da farlo diventare in punto di riferimento della sua esperienza umana e musicale. Roberto Taufic è partito quando era ragazzo da Natal, nel nord-est del Brasile, alla volta dell’Italia, dove in qualche modo ha compiuto il percorso inverso, lasciando che il jazz europeo fecondasse la sua atavica lingua musicale.
Da qui nasce “Um Brasil diferente”, la rilettura di un repertorio di canzoni e foto mirabassi - tauficpezzi strumentali di varie epoche che hanno in comune il fatto di aver rappresentato il suono di generazioni intere di brasiliani, alle quali si aggiungono composizioni originali dei due artisti, sempre legate indissolubilmente all’idea dello sguardo da lontano, in cerca di quella prospettiva e quella nitidezza di visione che si conquista solo allontanandosi dall’oggetto guardato.
Un Brasile profondo, identitario, oggetto di rispetto e affetto, visto da un’angolazione precisa e particolare, che i due protagonisti hanno scoperto di avere in comune, nel punto di incontro di quei due viaggi, un andata e un ritorno.
Continua tutta la settimana il concorso fotografico PERIscoop photoFEST, aperto a tutti e finalizzato a raccogliere le foto dei momenti più emozionanti del festival; le migliori 20 foto saranno esposte nella Biblioteca civica, nella nuova Scuola elementare e nella Sala consigliare del Comune di Perinaldo.
La direzione artistica è affidata per il decimo anno a Paola Secci e Massimiliano Gilli, la comunicazione è realizzata in collaborazione con Merkurio progetti musicali.

L’ ingresso a tutti i concerti è libero e gratuito

A Chiusi la 14esima edizione di OrizzontiFestival

12507407_1704353186445605_2951543355943738638_nLa 14esima edizione di OrizzontiFestival è dedicata alla follia: quella follia che guida le azioni, le speranze e le relazioni di chi sa osare in un mondo che, generalmente, tende a uniformare tutto. Dal 29 luglio al 7 agosto a Chiusi (Siena) si avvicenderanno numerose presenze di alto livello culturale: dal debutto de “La Traviata”, con un cast importante guidato da Anna Corvino, con la direzione del Maestro Sergio Alapont, alla presenza di alcuni nomi che segnano un percorso di continuità con le precedenti edizioni (Fortebraccio Teatro, Paolo Panaro, Teatro di Dioniso, Laura Fatini e Gabriele Valentini e il duo Baglini/Chiesa), ma anche novità assolute per Chiusi e Orizzonti Festival come il caso della compagnia Ricci/Forte, tra le più innovative a livello mondiale, CollettivO CineticO, la Compagnia Abbondanza/Bertoni, La Compagnia Zappalà Danza, Quotidiana.com e il ritorno sulla scena musicale italiana del soprano Maria Billeri, una tra le voci più belle del nostro repertorio lirico.
Per quanto riguarda il premio Orizzonti, quest’anno è assegnato da Pino Strabioli ad IMMAGINE-ORIZZONTI-FESTIVAL-2016Arturo Brachetti, folle genio contemporaneo del trasformismo, nome internazionale delle arti performative. Tornano anche in programma gli incontri ai Giardini del Duomo con autori e artisti presenti al Festival.
Orizzonti dedica anche ampio spazio alla formazione: infatti oltre alle collaborazioni formative con Istituzioni di rilievo come l’Università La Sapienza di Roma, l’Università di Perugia e Siena, L’Accademia di belle arti di Sassari e quella di Bologna, fino ai Conservatori di Siena, Reggio Emilia e Cremona, verrà organizzata una sezione per i più piccoli, Orizzonti Officine Kids, affidata alla Compagnia I Macchiati. Teatroecritica.net, la webzine di teatro e spettacolo dal vivo più letta e consultata in Italia, ha il compito di curare per il secondo anno il laboratorio di sguardo critico con studenti universitari finalizzato alla produzione, alla stampa e alla diffusione di un giornale quotidiano.
Orizzonti Festival vuole essere un’occasione, un’opportunità di conoscenza per Chiusi, i suoi cittadini e per gli appassionati e gli operatori di teatro, danza, musica.
Redazione ArtInMovimento

BIGLIETTERIA 14° FESTIVAL ORIZZONTI

#Follia2016
29 luglio – 07 agosto 2016
Chiusi

Biglietteria/Box Office
Tel. + 39 345 9345475
biglietteriafondazione@gmail.com
Teatro P. Mascagni
Orari: 10.00 – 13.00 / 15.00 – 20.00
dal 27 luglio: 10.00 – 13.00 / 14.30 – 21.00

Oppure acquista online su Ciaotickets

Festival Dante2021 e Dante Hors d’Oeuvre, dal 7 settembre a Ravenna

home_F10Il Festival Dante2021 si terrà a Ravenna dal 14 al 18 settembre, con delle anteprime dal 7 al 10 settembre.
DANTE2021 è l’unico festival nazionale interamente dedicato al padre della lingua italiana, è promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna con la direzione scientifica dell’Accademia della Crusca, giunge quest’anno alla sesta edizione e continua così il percorso verso le celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante Alighieri.

Il ricco programma di questa edizione si svolgerà dal 14 al 18 settembre, con appuntamenti  come sempre a ingresso libero, e sarà anticipato da alcune piccole letture dantesche nella settimana precedente, una sorta di “antipasto” del festival, Dante Hors d’Oeuvre (D.H.O.).
Quest’anno il Festival si svilupperà intorno a una citazione dalla Commedia: «A piè del vero il dubbio» (Paradiso IV, v. 131), un frammento di verso che illustra in un certo senso la natura stessa della manifestazione ravennate, ossia la continua ricerca, che si realizza nella varietà di occasioni ed eventi.
Ogni arte interpretativa, sia essa del filologo, dello scienziato o dell’artista, è prima di tutto un monto perpetuo che in 07-09-2012 Dante 2021A DANTE TESTIMONE PER L'ETERNITÀ incontro con Carlo Ossola con la partecipazione di Silvio Orlandoogni risposta scopre l’impulso a nuove domande. Così ogni acquisizione crea una nuova prospettiva, in un progresso costante e vitale, che delinea una realtà sempre “in movimento”, come il festival da sempre si definisce. Dante 2021 cerca di essere espressione di tutto questo. Quella “novella fronda” che l’edizione 2015 ricordava nel proprio motto consegna il testimone al “rampollo” (Paradiso IV, v. 130) che sempre “ributta” ai piedi di ogni verità: il dubbio, appunto. Il dubbio celebrato da Dante non come limite e come incertezza che indebolisce, bensì come insaziabile tensione. Il dubbio è anche sofferenza, certo, consapevolezza permanente dell’assoluta difficoltà del percorso, del nostro pellegrinaggio nel mistero – suggerisce Domenico De Martino, direttore artistico del festival – ma anche gioia, certezza della possibilità di puntare sempre più in alto, ogni giorno: “è natura – ci ricorda Dante – che al sommo spinge noi di collo in collo“. Il dubbio è realizzazione essenziale dell’umano.
logo-dante_pAccanto a Dante si raccoglie una grande varietà di temi quest’anno, spaziando forse più che nelle passate edizioni
dagli argomenti più concreti e attuali (Dante nella scuola, ma anche Dante nella cultura europea e nel dibattito sull’Europa) al rapporto con la scienza, in particolare la matematica, e le arti visive; fino ad eventi per cui si intrecceranno musica, teatro, arte contemporanea.
Intorno ai temi si raccoglieranno studiosi e artisti, ma soprattutto un pubblico che è cresciuto assieme al Festival non soltanto nei numeri, ma anche e soprattutto nella conoscenza e consapevolezza del ruolo del Sommo Poeta per la cultura italiana e europea, nonché della ricchezza e bellezza della sua eredità letteraria e linguistica.
Accanto a Dante (non solo fisicamente, accanto alla sua Tomba) si raccoglierò la città di Ravenna, e insieme l’Italia. Quest’anno aprirà il festival il sottosegretario Cesaro del MIBACT, per raccontare i momenti più illustri della propria storia mentre dischiude le porte di alcuni dei propri luoghi simbolo. Si segnala per altro quest’anno la significativa collaborazione con Casa Matha – schola piscatorum, la più antica corporazione di mestiere, già attiva a Ravenna ai tempi del poeta.
Sketches-ZABOK-DANTEAncora una volta ritroviamo Dante, uomo del medioevo, esattamente accanto a noi – continua De Martino – nostro compagno di viaggio mentre ci racconta, dal suo tempo lontano, tanto le ragioni della sua poesia, e forse di ogni poesia, quanto quelle del viaggio con cui ogni uomo realizza la propria natura sia nel sapere che nelle acquisizioni morali.

Vi presentiamo qui il programma delle anteprime Dante Hors d’Oeuvre, che si terranno dal 7 al 10 settembre presso il Caffè Letterario Ravenna, alle ore 17,00.
Quella delle anteprime è una formula inedita, che precede il Festival vero e proprio e si compone di quattro appuntamenti, per risvegliare la curiosità e anche per riannodare i fili del rapporto con il pubblico in vista della manifestazione più grande.
Quattro brevi racconti di “gente comune” si rivolgono alla “gente comune” all’ora dell’aperitivo in un Caffè letterario. Tra un bicchiere e un sorriso e a partire dalla lettura di un testo dantesco, sicercherà di capire la poesia e comunicarla, ognuno dal proprio punto di vista attraverso i propri ricordi e emozioni. Uno scrittore, un attore e due giornaliste televisive condivideranno il proprio personalissimo ritratto di Dante con gli ascoltatori.

Mercoledì 7 settembre
Marco Vichi (scrittore)
L’orrore dell’orranza
«Piangete, amanti, poi che piange Amore» Vita nova
Giovedì 8 settembre
Amerigo Fontani (attore)
Mia zia conosceva Dante
«O Tosco che per la città del foco vivo ten vai» Inferno X
Venerdì 9 settembre
Adriana Pannitteri (giornalista, RAI TG1)
Un commento politico
«Ahi serva Italia, di dolore ostello» Purgatorio VI
Sabato 10 settembre
Silvia Brasca (giornalista, TG La7)
I ragazzi di via de’ Calzaiuoli
«Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io» Rime

Redazione ArtInMovimento Magazine

“BELLA CIAO”: musica folk italiana al WOMEX di Santiago de Compostela

10426789_1487308538170204_3987392929768942611_nUna tappa importante per BELLA CIAO, il riallestimento dello storico spettacolo del 1964 a opera di Riccardo Tesi e dei migliori rappresentanti della musica folk italiana: il concerto sarà protagonista dell’Official International Showcase Program del WOMEX, (19-23 ottobre 2016) il più importante palcoscenico per le musiche del mondo il prossimo ottobre a Santiago de Compostela, in Galizia, come unico progetto italiano.
Un riconoscimento importante per l’opera di ricerca e interpretazione dello spettacolo che ha segnato l’inizio del folk revival italiano. Dalla sua prima rappresentazione al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1964, accompagnata da furiose polemiche, deriva il lavoro di tutti i musicisti che con grande successo lavorano oggi portando la musica popolare italiana nelle piazze di tutto il mondo.

Riallestirlo a distanza di 50 anni dalla prima (21 giugno 1964) vuol 11012381_1630731247161265_4828064038071635384_ndire proporre uno spettacolo la cui eco originaria non s’è mai spenta, anche per le migliaia di appassionati venuti dopo, ma significa anche, pur mantenendo inalterate le intenzioni e la scaletta originarie, aggiornarlo sulla base delle evoluzioni e degli sviluppi che il folk revival ha avuto in questo lungo arco di tempo.

Le canzoni di BELLA CIAO oggi non solo conservano tutta la loro potenza espressiva, ma hanno acquisito una nuova urgenza nel mondo globalizzato per i loro valori libertari, pacifisti e civili. BELLA CIAO è una lezione di democrazia che nasce dal basso. Un romanzo storico costruito attraverso la musica, i suoni e le parole. L’innovazione di questo riallestimento sta nel trattamento musicale affidato a un ensemble diretto e concertato dall’organettista 11954592_1675072819393774_2798181309832490010_nRiccardo Tesi, uno dei più brillanti e attenti protagonisti della musica popolare mondiale. Non più dunque l’accompagnamento della sola chitarra, ma un lavoro di arrangiamento che instaura un dialogo più sofisticato fra suoni e significati, per una sinfonia popolare ricca con l’aiuto del chitarrista Andrea Salvadori e del percussionista Gigi Biolcati.
BELLA CIAO però era e rimane uno spettacolo di canzoni popolari e la centralità del canto viene confermata dalla presenza di alcune delle voci più importanti della musica popolare e del canto sociale italiani negli ultimi trent’anni, che di Bella ciao sono i figli diretti: Ginevra Di Marco, Lucilla Galeazzi, Elena Ledda e Alessio Lega. 10325557_1491003561134035_1642679838239028383_nL’ideazione e la direzione artistica del progetto sono di Franco Fabbri. Non c’è solo il WOMEX nel futuro di questo straordinario gruppo di musicisti, ma tanti concerti. Accompagnati da un successo costante – anche all’estero come nei concerti in Svizzera e Austria accompagnati da sensazionali sold out – i cantori della musica popolare italiana dopo aver festeggiato la primavera in tanti teatri italiani si apprestano ad una estate nei miglori festival del paese e non solo. Sarà possibile godere di questa musica anche durante altri eventi estivi. Qui di seguito le date:
30 luglio LONIGO – Festival Lonico Postounico – Parco Ippodromo
17 agosto ORVIETO – Umbria Folk Festival
18 agosto REGGIO EMILIA – Festareggio
20 agosto Ile Tatihou – La Traversees Tatihou
27 agosto, ALBA JULIA (ROMANIA) – Dilema veche Festival
4 settembre BARBARESCO (CN) – Attraverso Festival

Redazione ArtInMovimento

[Immagini da facebook.com/il-nuovo-bella-ciao]

Cielo stellato, mare infinito: l’appuntamento di stasera al Perinaldo Festival

Perinaldo Festival 2016Questa sera per il Perinaldo Festival l’appuntamento è nel paese di Perinaldo, presso la Sala Consigliare del Comune, in piazza monsignor Rossi 1 alle ore 21,30.
Il concerto, dal titolo suggestivo “Cielo stellato, mare infinito”, vedrà protagonisti il Quartetto d’archi del Perinaldo Festival insieme all’arpa di Cristina Greco.
a seguire, alle ore 22,15, la conferenza-dibattito “Mutamenti climatici: non tutto è perduto” a cura di Achille Pennellatore (LIMET, Associazione Ligure Meteorologia / Assonautica) e osservazione gratuita del cielo presso l’Osservatorio astronomico di Perinaldo, a cura del Circolo Astronomico G.D.Cassini di Sanremo

Il quartetto d’archi del Perinaldo Festival nasce dalla collaborazione tra artisti affermati e giovani talenti. Interpreta Perinaldo Festivalquest’anno la composizione per quartetto e arpa di Jean Cras, ufficiale della marina militare francese all’inizio del ‘900. Cras consacrò la sua vita alla musica e al mare e compose la maggior parte delle sue opere in mare aperto. Per primo sperimentò una procedura, ancora oggi utilizzata in marina e in aeronautica, conosciuta come “regola Cras”, che permette di navigare creandosi riferimenti in rapporto alle stelle
Durante la settimana del Festival, inoltre,  sono previste nuove e originali attività per coinvolgere il pubblico, come il flash mob “Chi vuol essere musicista” a Seborga oppure il concorso fotografico PERIscoop photoFEST, aperto a tutti per raccogliere le immagini dei momenti più emozionanti del festival, tra le quali le migliori 20 saranno poi esposte nella Biblioteca civica, nella nuova Scuola elementare e nella Sala consigliare del Comune di Perinaldo.
La direzione artistica è affidata, per il decimo anno, a Paola Secci e Massimiliano Gilli, mentre la comunicazione è realizzata in collaborazione con Merkurio progetti musicali.

L’ ingresso a tutti i concerti è libero e gratuito

Redazione ArtInMovimento Magazine

50° Palio di Isola Dovarese …et de lo recitarcantarballando

A Isola Dovarese un borgo intero è al lavoro già dai primi mesi dell’anno per la messa in scena del prossimo Palio di Isola Dovarese, nella sua storica cinquantesima edizione, organizzato dall’Associazione Pro Loco di Isola Dovarese, con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Cremona, del Comune di Isola Dovarese, dell’Unione Nazionale Proloco d’Italia, della Federazione Italiana Giochi Storici, e della Confédération Européenne des Fêtes et Manifestations Historiques.
Nei giorni del secondo fine settimana di settembre – Venerdì 9, Sabato 10 e Domenica 11 Settembre 2016 – i vitali abitanti di Isola Dovarese coinvolgeranno chiunque si trovi a passare per il borgo in un viaggio così emozionante da inebriare felicemente anima e corpo. La piazza gonzaghesca accoglierà le coreografie, le scene, i giochi che troveranno là il loro divenire naturale. Durante i tre giorni del Palio, il visitatore, o piuttosto il viaggiatore, potrà rivivere le atmosfere delle antiche feste partecipando agli spettacoli, al mercato, alle scene nelle taverne, usando la moneta del tempo – il quattrino – da acquistare nell’apposito “ufficio de cambio”.
Occasione da non perdere per visitare l’epoca che ha disegnato un territorio raccolta per l’edizione 2016 sotto il titolo “Insula Fulgens – Di Camelot il fulgore, di Ginevra e Lancillotto d’ardito amore”.

palioisoladovarese2015-1PROGRAMMA DELLE GIORNATE

Venerdì 9 Settembre

Ora 19.00ma Apertura de le Servitù de Passaggio et de lo mercato. A partir da questo tempo, per entrare e rimanere ne lo borgo, bisognerà pagar gabella. Quivi potrete trovare, senza prenotazione alcuna, cibo e buon vino nelle quattro taverne: Taverna del Viandante, Taverna de li Sette Peccati, Taverna dell’Aquila d’Oro e Taverna della Tinca.
Ora 20.30ma Benedizione dei gonfaloni et de le contrade dinnanzi a la chiesa.
Ora 21.00ma Lo fermo de lo tempo: consegna de le chiavi de Isola de lo sindaco a lo Podestà.
Presentatio de le contrade e avvento de lo foco con la Compagnia all’Improvvista e lo avvincente Drago Bianco.

Sabato 10 Settembre

Ora 18.00ma Apertura de le Servitù de Passaggio et de lo mercato. A partir da questo tempo, per entrare e rimanere ne lo borgo, bisognerà pagar gabella. Nelle contrade e nelle quattro taverne potrete trovar mercanti, losche femmine, diavolerie e curiosità, musica e canto a piacer vostro finché l’alba non sopraggiunga.
Ora 21.00ma “Insula Fulgens”, Di Camelot il fulgore, di Ginevra e Lancillotto l’ardito amore.
Il grande convivio sarà animato dagli spettacoli per esso creati: fuochi, danze, bandiere e altre incredibili fantasticherie la faranno da padrone nella magnifica corte dei Gonzaga.

palioisoladovarese2015-2Domenica 11 Settembre

Ora 11.00ma Apertura de le Servitù de Passaggio et de lo mercato. A partir da questo tempo, per entrare e rimanere ne lo borgo, bisognerà pagar gabella. Nelle contrade e nelle quattro taverne potrete rimaner fino a le ore tarde a gioir
cantando con vin speziato perloché de li sensi festa sia.
Ora 17.00ma L’assegnazione dell’agognato “Palio di Isola Dovarese”. Dopo i cortei di dame e messeri vestiti dei loro abiti più belli per la visita della famiglia Gonzaga, dopo canti, balli e disfide, la contrada migliore si aggiudicherà il “Palio” e lo stendardo del “Favete Linguis”.
Ora 21.30ma I figuranti del Palio di Isola Dovarese saluteranno gli astanti con l’ultimo suggestivo spettacolo “Prodigium temporis”, che si concluderà con una magia di fuochi ad illuminare il cielo dell’Isola. Meraviglia e stupore saranno il nostro umile saluto.

Li inventori di codesta geniale bizzarria:
Direzione artistica e regia: Gianni Micheli
Ideazione, consulenza storica e aiuto regia: Rosita Bellometti
Direzione musica e canto: Ensemble Anonima Frottolisti
Coreografie e ricostruzioni coreografiche: Simona Pasquali
Realizzazione ricette del convivio e scalco: Luciano Sassi
Ricostruzione storica, ricette, costumi:
Contrade di Porta Tenca, San Bernardino, Le Gerre, San Giuseppe
Realizzazione strutture, scenografie e spettacoli a cura di isolani virtuosi e mai stanchi di creare
Organizzazione a cura dell’Associazione Pro Loco di Isola Dovarese
Li artisti isolani che incontrerete sulla piazza e fuori da essa

Sbandieratori e Musici dei Dovara
Tripudiantes Dovarensis e Primisempi (Danza Antica)
Compagnia Teatro All’Improvvista
Comites Sagittarii (Arcieria Storica)
Falconarii Dovarensis (Compagnia di Falconeria)
I Fuochini dell’Isola
Sgobatori del Palio
I tavernieri, le fantesche, i cantinieri, i servitori, i mercanti, le treccole e tutti
i forestieri che ormai foresti non son più, ma soprattutto le genti che con disponibilità
e comprensione han favorito la realizzazione di codesta ennesima follia.

LI FORESTI CHE GIUNGON DA LONTANO
Ensemble Anonima Frottolisti (Assisi) – Mercato storico Famaleonis (Forlì)
Emporium Athestinum (Padova) – Il Drago Bianco (Palermo) – Vis Ferri (Trieste) – Flos Ferri (Ravenna)
Ensemble Aubespine (Assisi) – Hocus Pocus Teatro (Padova) – Faber Teatro (Cremona)
Dulcamara et cum Gaudio (Cremona) – Vagus Animis (Venezia) – Sagitta Imperialis Brixia (Brescia)
Spettacoli Pirici Fiorini e Bottazzi (Reggio Emilia) – Assistenza Audio e Luci Andrea Margini (Mantova)

Nei tre giorni del Palio la moneta ufficiale è il Quattrino, reperibile presso l’apposito “Ufficio de Cambio” e le tre casse d’ingresso.

In occasione del 50° anniversario, in accordo con le Poste Italiane, è stato creato l’apposito annullo postale che sarà reperibile sotto i portici nelle giornate di sabato e domenica.

PARCHsabato vecchiaEGGIO GRATUITO e AREA CAMPER
Possibilità di campeggiare con tende.

Associazione Pro Loco Isola Dovarese
Per informazioni: 339 7489760 0375 946373
prolocoisoladovarese@gmail.com
www.proloco-isola.org
www.palioisola.it
facebook: Palio di Isola Dovarese

PREZZO DELL’ENTRATA:
Venerdì: €9,00 biglietto intero €4,00 biglietto ridotto (bambini dai 7 ai 12 anni – over 65)
Sabato e Domenica: €10,00 biglietto intero €5,00 biglietto ridotto
GRATUITO per bambini fino ai 6 anni e disabili
Prenotazioni convivio e abbonamenti ingresso per i tre giorni 333 2535386

Redazione ArtInMovimento Magazine

[Fonte delle immagini: www.palioisola.it – www.facebook.com/palioisola/photos]

Questo è il testo del banner.
Maggiori informazioni