artinmovimento.com

A breve la quarta edizione del Fish&Chips Film Festival – Festival internazionale del Cinema Erotico e Sessuale

Logo round_FISH&CHIPS International Erotic Film Festival 2018

Tra pochi giorni inaugurerà a Torino la quarta edizione per Fish&Chips Film Festival, il Festival internazionale del Cinema Erotico e Sessuale, in programma dal 17 al 20 gennaio, organizzato dall’Associazione Fish&Chips in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Si tratta di un festival unico nel suo genere in Italia, occasione di scoperta e confronto sulle innumerevoli tematiche legate alla sessualità, grazie a 70 film tra sezioni competitive e proiezioni speciali, e poi mostre, laboratori e incontri che vogliono raccontare il sesso e l’erotismo in modo originale e libero. Dichiara Chiara Pellegrini, direttrice artistica del festival: “Si può considerare la…

WE di Rene Heller_3© Lotte van RaalteTra pochi giorni inaugurerà a Torino la quarta edizione per Fish&Chips Film Festival, il Festival internazionale del Cinema Erotico e Sessuale, in programma dal 17 al 20 gennaio, organizzato dall’Associazione Fish&Chips in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Si tratta di un festival unico nel suo genere in Italia, occasione di scoperta e confronto sulle innumerevoli tematiche legate alla sessualità, grazie a 70 film tra sezioni competitive e proiezioni speciali, e poi mostre, laboratori e incontri che vogliono raccontare il sesso e l’erotismo in modo originale e libero.

Dichiara Chiara Pellegrini, direttrice artistica del festival: “Si può considerare la terra come la propria amante? Si può eiaculare anche senza un pene? Si può fare educazione sessuale con il porno? Fish&Chips Film Festival torna per il quarto anno consecutivo per dare risposta a queste e altre domande, convinti della necessità, oggi più che mai, di dare voce a chi si occupa di erotismo e sessualità, sia attraverso il cinema che con altri mezzi, artistici e non. Un’edizione che si arricchisce di nuovi temi e collaborazioni, per un festival che, come l’acqua che scorre, è difficile da costringere tra gli argini, e che vuole sgorgare gaudente e travolgervi con un’ondata di piacere, ma anche di riflessione.”

SUPERPINA GOSTOSO é QUANDO A GENTE FAZ di Jean Santos_1Afferma Marco Petrilli, vicedirettore del festival: “Sono quattro anni di Fish&Chips Film Festival e con proiezioni, dibattiti, incontri, laboratori, feste raccontiamo, descriviamo e viviamo l’erotismo, la pornografia e la sessualità in un periodo storico in cui si assiste al preoccupante ritorno di antichi oscurantismi e all’appiattimento dell’offerta culturale, che fanno mal sperare per il futuro. Quattro anni per condividere un messaggio di libertà, coraggio e indipendenza che, ancora una volta, anche nel 2019, dalle sale del Cinema Massimo si diffonderà per tutti i luoghi del festival. E non solo.

Per il pubblico di Fish&Chips sono in programma 14 lungometraggi e 36 cortometraggi, che saranno premiati in base alla loro capacità di offrire una visione artistica e innovativa della sessualità, spaziando tra fiction e documentario, hard e soft. Grazie alla nuova partnership con Sky/Cielo, uno dei documentari lunghi riceverà il Premio alla distribuzione CIELO – THE BODY OF SEX.

Non mancheranno ovviamente le proiezioni-omaggio per celebrare figure simbolo del cinema “a luci rosse”, come Joe F&C2019_locandina_Elisa TalentinoD’Amato, maestro del b-movie italiano, oppure Lydia Lunch, regina del Cinema della Trasgressione, o ancora Davide Ferrario, regista e giurato di questa quarta edizione del Festival. Infine, con il party ULTRA-VIXENS FOREVER! si festeggerà il capolavoro “Beneath the Valley of Ultra-Vixens” di Russ Meyer a quarant’anni dall’uscita.

Questa quarta edizione sarà ricca di film e appuntamenti accomunati dal tema trasversale dell’ECO-SESSUALITÀ. Si tratta di un approccio al sesso rispettoso dell’ambiente ma che da esso trae anche piacere, riconnettendosi alla Terra e rispettandola, rendendola parte del circolo amoroso.
Sabato 19, ci sarà la proiezione di “Water Makes Us Wet – An Ecosexual Adventure” di Annie Sprinkle e Beth Stephens, preceduto dal corto “Pteridophilia I” di Zheng Bo. All’artista cinese, indagatore del rapporto tra natura, società e politica, è dedicata anche la mostra WEED PARTY III al PAV – Parco Arte Vivente di Torino, e per il pubblico di Fish&Chips è prevista una visita speciale per domenica 20.
Il tema è celebrato anche dal manifesto del festival realizzato dall’ illustratrice Elisa Talentino, in cui la forza vitale dell’acqua e quella del piacere di uniscono in un’immagine inedita ispirata all’iconografia sacra indiana, nella quale l’erotismo ha una componente divina molto forte. Spiega l’artista: “Ho scelto questa chiave per raccontare l’orgasmo femminile per restituirgli sacralità, utilizzando la metafora dell’acqua come dispensatrice di vita, come fonte divina”.

TOUCH_ME_NOT_di Adina Pintilia_1L’apertura della quarta edizione di Fish&Chips sarà affidata al film TOUCH ME NOT di Adina Pintilie, vincitore dell’Orso d’Oro alla scorsa Berlinale. Il film, che sarà proiettato giovedì 17 gennaio ore 21.00 al Cinema Massimo, narra le vicende di diversi personaggi che lavorano su se stessi per superare schemi mentali, tabù e meccanismi di difesa che li bloccano, intrecciate in un percorso alla scoperta dell’emotività che si cela dietro la vita intima e sessuale dell’essere umano.

Vi parleremo nei prossimi giorni più approfonditamente dei film in concorso e degli eventi collaterali.

Potete intanto scoprire qualcosa di più visitando il sito www.fishandchipsfilmfestival.com

Redazione ArtInMovimento Magazine
[Immagini, in ordine di apparizione: WE, di Rene Heller e Samantha Hudson – 3© Lotte van Raalte; SUPERPINA!: GOSTOSO è QUANDO A GENTE FAZ, di Jean Santos; TOUCH ME NOT, di Adina Pintilia]

More in Cultura

Most popular

Most popular