artinmovimento.com

Alla Cavallerizza Reale di Torino domenica 5 la Fiera delle Autoproduzioni

16797758_1453446581341617_6921013232480873691_o (2)

Domenica 5 marzo la Cavallerizza Reale di Torino (in via Verdi 9) ospita la Fiera delle Autoproduzioni. Come ogni prima domenica del mese vi sarà il mercato, con prodotti genuini e coltivati con attenzioni speciali all’aspetto “etico”. Frutta e verdura di stagione, formaggi, conserve e altri prodotti da degustare tra le bancarelle dei contadini. Il mercato ovviamente è aperto a tutti e non prevede costi economici di nessun tipo, se non la partecipazione in prima persona alla sua realizzazione ed organizzazione. Quello della Cavallerizza, infatti, è un mercato autogestito realizzato su base assembleare e in maniera orizzontale. Le decisioni in…

cava-per-tutti1Domenica 5 marzo la Cavallerizza Reale di Torino (in via Verdi 9) ospita la Fiera delle Autoproduzioni.
Come ogni prima domenica del mese vi sarà il mercato, con prodotti genuini e coltivati con attenzioni speciali all’aspetto “etico”.
Frutta e verdura di stagione, formaggi, conserve e altri prodotti da degustare tra le bancarelle dei contadini.
Il mercato ovviamente è aperto a tutti e non prevede costi economici di nessun tipo, se non la partecipazione in prima persona alla sua realizzazione ed organizzazione. Quello della Cavallerizza, infatti, è un mercato autogestito realizzato su base assembleare e in maniera orizzontale. Le decisioni in merito a chi può o meno parteciparvi vengono prese in base a valori e principi condivisi.

16797758_1453446581341617_6921013232480873691_oNelle ultime assemblee i membri hanno trovato una convergenza sui seguenti principi, che riportiamo integralmente:
1) Organizzazione assembleare
2) Auto-produzione: si possono portare solo prodotti AUTO-prodotti sia per quanto riguarda i prodotti contadini (freschi o trasformati), sia per i prodotti artigianali. Non è prevista la rivendita di nessun tipo, a partire dalle cineserie alla frutta del vicino di casa.
3) Garanzia Partecipata: si tratta di un sistema di autocertificazione che in contrapposizione alle certificazioni istituzionali prevedere una stretta collaborazione e valutazione tra produttori e consumatori sui propri prodotti. Essa consiste in visite dirette in cascina o sui posti di produzione in cui gli uni valutano e consigliano i processi migliori da intraprendere agli altri, avendo così un riscontro diretto della qualità e dell’eticità del prodotto.
4) No sfruttamento ambiente e lavoro: ogni processo di lavorazione dev’essere quello più ecologico possibile, o con minore impatto ambientale, non deve in nessun modo prevedere lo sfruttamento lavorativo ma anzi convertire il lavoro in un momento condiviso e di realizzazione di se stessi.

15697840_1389441237742152_379628893821288958_nChi si riconosce in tali principi ed è intenzionato a intraprendere un percorso comune e condiviso può presentarsi alle fiere.
La partecipazione è a titolo personale, quindi non importa da quale percorso si proviene ciò che ci interessa e creare un percorso comune tra produttori e consumatori.
Per confrontarsi e avere maggiori chiarimenti si può scrivere a autoproduzioni@cavallerizzareale.org oppure recarsi di persona al mercato di domenica per parlare con i produttori o con gli organizzatori.
Coloro che intendano partecipare devono portare con sé l’occorrente, come tavoli, sedie, gazebo, prolunghe per allacciarsi alla corrente elettrica. La corrente, è bene ricordarlo, si può usare solo per l’illuminazione, quindi chi abbia intenzione di preparare cibo di strada o scaldare bevande deve utilizzare il gas. Gli organizzatori raccomandano di non eccedere con la misura di eventuali gazebo e tavoli, per permettere a ognuno di trovare il proprio spazio.

Ecco dunque il programma della giornata per Domenica 5 Marzo
h. 11 inizio del mercato

h. 13-15 pranzo Bellavita: pranzo conviviale, ognuno porti ciò che intente condividere con gli altri

h. 15-17 “l’occupazione dell’ape regina”. Si tratta di un progetto iniziato durante la settimana dell’ecologia del 2016 in Cavellerizza. Si mira a sviluppare uno sguardo critico sull’apicoltura attuale, ci si propone di far conoscere le api e insegnare anche il loro allevamento, pratica alla portata di tutti anche nell’ottica di una ricerca di autosufficienza.
Il corso si terrà direttamente nell’apiario della Cavallerizza e proseguirà a cadenza settimanale per i mesi successivi.

h. 15-17 “Stuzzichiamoci”: laboratorio pratico di creazione di prodotti naturali per il restauro del legno

Durante tutto il giorno, inoltre, rimarrà allestito un banco per lo scambio di semi, in collaborazione con il gruppo giardino di Cavallerizza Irreale

La giornata sarà accompagnata durante tutto il suo svolgimento da musiche e danze.

Redazione ArtInMovimento Magazine

More in Alimentazione

More in Ambiente

More in Benessere

More in Cultura

Most popular

Most popular

Most popular

Most popular