artinmovimento.com

Educazione ambientale: il rispetto per la natura entra a scuola

educazione-ambientale-600x450

Sulle ceneri di quella che fu l’ora di educazione civica nascerà l’educazione ambiantale. Una novità che porterà qualche scompiglio a scuola, vista anche la difficoltà che per anni ha incontrato l’educazione civica, assai similare e addirittura più completa sulla carta, ma del tutto snobbata dal mondo scolastico, mai diventata veramente una materia e rimasta perlopiù affidata alla buona volontà degli insegnanti. Introdotta nella scuola statale da Aldo Moro, l’educazione civica è diventata materia curricolare nel 1958, una chimera che ha subito nei decenni trasformazioni continue sia nella denominazione, sia nei contenuti e nella collocazione. Nozioni generali sulla Costituzione e sulla…

7923829-albero-verde-illustrazione-icona-di-ambienteSulle ceneri di quella che fu l’ora di educazione civica nascerà l’educazione ambiantale.
Una novità che porterà qualche scompiglio a scuola, vista anche la difficoltà che per anni ha incontrato l’educazione civica, assai similare e addirittura più completa sulla carta, ma del tutto snobbata dal mondo scolastico, mai diventata veramente una materia e rimasta perlopiù affidata alla buona volontà degli insegnanti.
Introdotta nella scuola statale da Aldo Moro, l’educazione civica è diventata materia curricolare nel 1958, una chimera che ha subito nei decenni trasformazioni continue sia nella denominazione, sia nei contenuti e nella collocazione.
Nozioni generali sulla Costituzione e sulla buona convivenza, i diritti dell’uomo, la tutela del paesaggio e il rispetto delle regole avrebbero duvuto essere gli argomenti trattati nella primaria, Costituzione e diritti umani alle medie, Costituzione con un’impronta verso l’attualità al liceo. Ma tutto questo, fino a oggi, è sempre rimasto relegato alla discrezione dell’insegnante. Ora un nuovo logo_scuola_ambiente_legalitatentativo: l’educazione ambientale diventerà una materia obbligatoria, dalla materna alla secondaria superiore, dall’anno scolastico 2015/2016. Le linee guida del progetto sono pronte e l’idea, nata al Ministero dell’Ambiente, ha scaturito un documento di 150 pagine scritto dal sottosegretario Barbara Degani in collaborazione con il Ministero dell’istruzione.
Temi portanti saranno il riciclo dei rifiuti, la tutela del mare e del territorio, l’alimentazione sostenibile e il rispetto della ministero_istruzione-528x249biodiversità e diventeranno parte integrante di altre materie come geografia, scienze, italiano -poco diverso da ciò che già avviene nelle aule della maggior parte degli insegnanti- con la prospettiva di strutturare, in futuro, un’ora settimanale dedicata all’educazione ambientale.
Mirko Ghiani

[Foto da minambiente.it, scuolesceltaverde.com, conviviomediterraneo.it]

More in Non catalogato

Auguri-di-buon-anno-2020.ok

Most popular

Most popular