artinmovimento.com

“In.Genere”, un laboratorio di Sophie Brunodet dal 28 settembre a Torino

01-ballerina operaio - Copia

Partirà lunedì 28 settembre, presso lo spazio Lombroso16, sito in via Cesare Lombroso, 16 a Torino In.Genere, un laboratorio di Sophie Brunodet organizzato da Philosophy Kitchen. Per otto lunedì, fino al 16 novembre, dalle ore 18.30 alle ore 20.30, si parlerà di genere. Quando fai la spesa. Voti. Prendi la metropolitana. Piangi. Ti vesti. Leggi il giornale. Vai allo stadio. E in piscina. Ami. Ti guardi allo specchio. Corri. Impenni il motorino. Regali un giocattolo. Fai una battuta. Il genere c’è anche quando non si vede, spiega la conduttrice degli incontri. In.Genere è un laboratorio pensato per sensibilizzazione circa la…

In.Genere_Locandina_frasePartirà lunedì 28 settembre, presso lo spazio Lombroso16, sito in via Cesare Lombroso, 16 a Torino In.Genere, un laboratorio di Sophie Brunodet organizzato da Philosophy Kitchen.
Per otto lunedì, fino al 16 novembre, dalle ore 18.30 alle ore 20.30, si parlerà di genere. Quando fai la spesa. Voti. Prendi la metropolitana. Piangi. Ti vesti. Leggi il giornale. Vai allo stadio. E in piscina. Ami. Ti guardi allo specchio. Corri. Impenni il motorino. Regali un giocattolo. Fai una battuta.
Il genere c’è anche quando non si vede
, spiega la conduttrice degli incontri.
In.Genere è un laboratorio pensato per sensibilizzazione circa la diffusione e il peso delle norme di genere vigenti nella nostra società. Il movente originario della proposta risiede nella convinzione che, come in tutte le società umane, anche nella nostra i singoli individui vivano le loro vite intimamente condizionati dall’intreccio tra il loro essere sessuati e le norme di genere dominanti, capaci logo1-e1392134420981di modellare i ruoli di genere socialmente riconosciuti, le identità di genere singolarmente percepite, le esperienze affettive ed erotiche di ciascuno, la visione del mondo e delle proprie possibilità in senso lato.
18-infinitamente dentro - CopiaLungi dal considerare tali questioni come mera materia di indagine di un’élite di studiosi ovvero come temi di interesse solo per qualche gruppo sociale oggetto di discriminazione – come donne, omosessuali, transgender – , si reputa ogni individuo esposto diffusamente nel corso della vita quotidiana alla presa delle norme di genere. Allo stesso tempo, non si tratta di una visione deterministica delle forze sociali sul singolo, anzi. È possibile per ogni soggetto essere non solo vigile e malizioso nel corso del proprio quotidiano rispetto ai condizionamenti del genere, finanche attivo e capace di compiere le proprie scelte quanto più liberamente possibile.
In.Genere è pensato come un percorso laboratoriale attraverso cui prima verrà proposto di fare esperienza delle varie sfaccettature dell’identità sessuale in particolare e delle forme attraverso cui si manifestano le norme di genere nella nostra società in generale, al fine di acquisirne consapevolezza. Poi si procederà a sviluppare il senso critico dei partecipanti attraverso analisi parteci11053338_10153428510521011_5982647887997055454_npate di quotidiani, pubblicità, testi letterari, modi di dire, usi e consuetudini. Per raggiungere gli scopi di cui sopra si adotteranno modalità di educazione non formale, dunque giochi, attività interattive e di movimento, esperimenti mentali, esercizi di immedesimazione, letture e discussioni orizzontali, anche col supporto di materiale audio e/o video
, prosegue Brunodet.

Nello specifico, ecco i titoli degli otto incontri: L’incontro con l’Altro, differenze e stereotipi. Tra semplificazione e discriminazione; Essere, dover essere, azione. Tra sesso biologico e ruolo di genere; Percezione di sé e desiderio. Tra identità di genere e orientamento sessuale; Il Soggetto e l’Altro, vulnerabilità e intersezionalità. Il continuum; Incontri dedicati all’approfondimento tematico, sulla base degli interessi del gruppo, e all’analisi; Critica attiva e partecipata di pubblicità, articoli di giornale, video, testi, immagini; Esempio di temi: linguaggio, violenza di genere, il galateo, virilità e femminilità, travestitismo; Stereotipi e pubblicità.
logo-lombroso16-300x129Il laboratorio è rivolto a giovani e ad adulti, non richiede competenze pregresse.
Il laboratorio partirà con un minimo di 5 e un massimo di 20 iscritti e il suo costo è di 200 €.
Per informazioni e iscrizioni, chiamare al 327/1211822 o allo 011/6708236 oppure inviare un e-mail a redazione@philosophykitchen.com o sophiebrunodet@gmail.com.
Sicuramente un ricco e stimolante workshop su un tema sensibile e a noi molto caro…
Redazione di ArtInMovimento Magazine

[Fonte delle immagini: scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net]

More in Cultura

More in Dalle associazioni

More in In viaggio per lo spirito

Most popular

Most popular