Month: September 2015

 

Ecco a voi la nuova programmazione del Teatro Superga

Teatro Superga 04La Prima Nazionale di “Next To Normal” per la regia di Marco Iacomelli, Musical Off Brodway dell’anno, vincitore di 3 Tony AwardsTM e del Premio Pulitzer, inaugurerà il 30 ottobre la stagione 2015/16 del Teatro Superga di Nichelino. Sarà una stagione “Nuova” non solo nei contenuti ma anche nella gestione, affidata da quest’anno a Reverse, nella Direzione Artistica condivisa, nell’immagine e nella comunicazione anch’essa affidata a Reverse, nell’accesso agli spettacoli grazie all’inserimento nel circuito TicketOne e a nuove formule di abbonamento, nelle sinergie che abbracciano l’intero sistema culturale torinese, fisicamente con il rinnovamento della facciata e l’inserimento di un bar nel foyer, in un più stretto legame con il territorio grazie anche all’inserimento all’interno del “Sistema Cultura” della Città di Nichelino. Davvero un “Nuovo” inizio per il Teatro Superga.

La stagione si articolerà in 20 spettacoli che spazieranno dall’opera al balletto, dalla prosa alla musica, dal musical al teatro per ragazzi.
Sottolineano Alessio Boasi, Fabio Boasi e Claudia Spoto, Direttori Artistici del Teatro Superga: “Il progetto Teatro Superga trova la sua anima più profonda all’interno delle parole rinnovamento, sinergia, contemporaneità. Rinnovamento a partire dallo strutturale del teatro stesso, nella veste grafica e comunicativa, nella programmazione artistica. Sinergia diventa una parola costruttiva, a partire dalla direzione artistica in compartecipazione, sul territorio sia di Nichelino che dei comuni limitrofi instaurando collaborazioni di valore, lontane da logiche di competizione, come con il Teatro Colosseo e il Museo Nazionale del Cinema. Una stagione superba che si sostanzia in un programmazione artistica votata alla contemporaneità, capace di attrarre un pubblico sempre più trasversale”
Next-to-Normal-16 (Foto di Gaetano Cessati)L’inaugurazione della stagione è affidata a uno spettacolo musicale innovativo, una svolta nel panorama del Musical italiano: la Prima Nazionale di Next To Normal (30-31 ottobre), prodotto dalla Scuola di Teatro Musicale di Novara in collaborazione con Compagnia della Rancia, con la regia di Marco Iacomelli e la supervisione artistica di Saverio Marconi.
Next To Normal al suo debutto a Broadway nel 2009 ha vinto 3 Tony AwardsTM ed è l’ottavo spettacolo musicale della storia a ricevere il prestigioso Premio Pulitzer; una drammaturgia rivoluzionaria, scritta ad hoc per il teatro, che affronta tematiche dalla modernità spiazzante, rare per uno spettacolo musicale “tradizionale”: disturbo bipolare, allucinazioni, elettroshock e il tentativo disperato di una famiglia di vivere una vita “quasi normale”. In scena Antonello Angiolillo, Francesca Taverni, Brian Boccuni, Luca Giacomelli Ferrarini, Laura Adriani, Renato Crudo, un cast creativo e artistico di qualità per uno spettacolo musicale rivoluzionario che, come lo ha definito Maurizio Porro, “appartiene al Futuro della scena tenendo presenti le virtù di un Grande Passato”.Teatro Asioli Correggio (RE) 1/11/2013 Lella Costa in: "FERITE A MORTE"
Lella Costa, Orsetta De’ Rossi e Rita Pelusio sono le attrici che danno voce alle numerose storie di Ferite a Morte (7 novembre) scritto da Serena Dandini con la collaborazione della ricercatrice CNR Laura Misiti. Dopo tre anni di tournée in tutto il mondo, dalle sedi delle Nazioni Unite di Ginevra e New York alla Camera dei Deputati italiana, arriva al Teatro Superga il progetto nato per sensibilizzare il pubblico e le Istituzioni contro il femminicidio, con monologhi tratti dalla cronaca per far parlare in prima persona le vittime, come in una Spoon River al femminile.
Tosca (14 novembre) è l’opera lirica messa in scena dall’Orchestra Filarmonica del Piemonte con il Coro Lirico del Piemonte. Titolo tra i più rappresentativi e drammatici dell’opera italiana, grazie alla musica di Puccini e al libretto di Giacosa e Illica, l’amore impossibile tra Tosca e Mario è diventato eterno anche grazie ai brani “Recondita armonia”, “Vissi d’arte”.
Il Concorso internazionale di Musica “Marco Fiorindo” (24-27 novembre) quest’anno presenta la XV edizione dedicata al sassofono: la giuria di rilievo internazionale, presieduta da Claude Delangle, sassofonista di fama internazionale e docente del Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi, esamina i giovani musicisti desiderosi di HarlemGospelChoiremergere in campo musicale, selezionati per il concorso intitolato al ventiquattrenne musicista nichelinese scomparso nel 2000. I vincitori delle sezioni del concorso (sassofono solista, giovani under 18, musica da camera e gli allievi dei Licei Musicali) si esibiranno in un concerto finale il 27 novembre.
Seguiranno Simone Cristicchi nello spettacolo musicale “Magazzino 18”, in scena il 18 novembre con la regia di Vittorio Calenda. Il 4 di dicembre sarà la tappa del nuovo tour teatrale di Paola Turci. Il 19 dicembre, secondo tradizione prenatalizia, sarà ospite il coro gospel più Turcifamoso al mondo, gli Harlem Gospel Choir con uno Special  che farà incontrare il blues e il jazz in un mix che si preannuncia un’esplosione di energia.
I giorni di Natale e Santo Stefano ospiteranno il Balletto di Mosca “La Classique” diretto da Elik Melikov, con Il lago dei cigni e Lo Schiaccianoci.
Nel 2016 gli ospiti saranno Veronica Pivetti, la Rbr Dance Company, Alessandro Fullin, Giancarlo Giannini, Carla Gozzi, Ennio Marchetto, ma avremo modo di presentarveli meglio nei prossimi mesi.
Quattro saranno i titoli della rassegna di teatro ragazzi, organizzata in collaborazione con la Casa Teatro Ragazzi e Giovani, che presenta Il Lago dei Cigni 6spettacoli la domenica pomeriggio alle ore 16.00. Pi…Pi…Pinocchio (17 gennaio), spettacolo per attori e figure ispirata a Mangiafuoco della Compagnia Tieffeu, Coffee Scioc – 3 clown e 1 caffè (31 gennaio) della Compagnia dei Ciarlatani, premiato al Festival Internazionale di Teatro per Ragazzi “I Teatri del Mondo” 2013, Lost and Found – un viaggio da ridere! (14 febbraio) con Milo & Olivia, rappresentanti americani del nouveau cirque, La Gabbianella e il Gatto (28 febbraio) di Assemblea Teatro che dà vita alla storia di Sepúlveda.
Dichiara Diego Sarno, Assessore alla Cultura Città di Nichelino: “Il Sistema Cultura inizia a prendere forma. Il Teatro Superga, oggi, viene rilanciato con una stagione che offre spettacoli di respiro nazionale ed internazionale. Dovevamo cambiare per rilanciare, e questo per noi è un gran punto di partenza. Prosa, lirica, musical, concerti, balletto e cabaret saranno gli elementi di questo straordinario cartellone. Oltre alla stagione teatrale la città vedrà alla luce una serie di eventi culturali all’interno di tutte le location del Sistema Cultura. Immaginiamo il Sistema Cultura come un nuovo e valido capitolo cittadino, ed in tal senso, crediamo che la via sia tracciata dai valori più puri che l’universo artistico possiede intrinsecamente e che vorremmo fossero abbracciati con coraggio per realizzare un progetto realmente innovativo e forte”.

CALENDARIO STAGIONE 2015/16

Venerdì 30 ottobre ore 21:00
Sabato 31 ottobre doppia replica ore 16:30 e 21:00
Next to Normal
Musical – PRIMA NAZIONALE

Sabato 7 novembre ore 21:00
Ferite a morte
di Serena Dandini

Sabato 14 novembre ore 20:30
Tosca
Opera lirica

Martedì 24 novembre ore 21:00
Concerto dell’Orchestra Fiatinsieme
XV Concorso Internazionale di Musica “Marco Fiorindo”

Venerdì 27 novembre ore 21:00
Concerto dei Vincitori
XV Concorso Internazionale di Musica “Marco Fiorindo”

Sabato 28 novembre ore 21:00
Magazzino 18
di e con Simone Cristicchi

Venerdì 4 dicembre ore 21:00
Paola Turci
Tour Teatrale 2015

Sabato 19 dicembre 21:00
Harlem Gospel Choir with a Special tribute to BB KING

Venerdì 25 dicembre ore 19:30
Balletto di Mosca “La Classique”
Il Lago dei Cigni

Sabato 26 dicembre 21:00
Balletto di Mosca “La Classique”
Lo Schiaccianoci

Sabato 30 gennaio 21:00
Lady Mortaccia
con Veronica Pivetti

Venerdì 5 febbraio 21:00
Rbr Dance Company
Indaco

Giovedì 25 febbraio 21:00
Piccole Gonne
di e con Alessandro Fullin

Sabato 5 marzo 21:00
Omaggio a Massimo Troisi
con Giancarlo Giannini

Martedì 8 marzo 21:00
Carla Gozzi Show!
con Carla Gozzi

Sabato 19 marzo 21:00
Carta Canta
di e con Ennio Marchetto

Sabato 16 aprile ore 20:30
La Vedova Allegra
Operetta

TEATRO RAGAZZI

Domenica 17 gennaio ore 16:00
Pi…Pi…Pinocchio
Compagnia Tieffeu

Domenica 31 gennaio ore 16:00
Coffee Scioc – 3 clown e 1 caffè
Compagnia dei Ciarlatani

Domenica 14 febbraio ore 16:00
Lost and Found – un viaggio da ridere!
Con Mila & Olivia

Domenica 28 febbraio ore 16:00
La Gabbianella e il Gatto
Assemblea Teatro

Tra le novità della nuova gestione del Teatro Superga la scelta strategica di avvalersi in esclusiva del circuito di vendita di biglietti TicketOne, leader del settore in Europa.

Gli abbonamenti proposti sono:
-Abbonamento Macario | a 7 spettacoli fissi con il quale si mantiene la stessa poltrona in ogni titolo e garantisce una riduzione di prezzo totale sui singoli biglietti del 25 %
-Abbonamento Super5 | a 5 spettacoli a scelta grazie a cui il pubblico può scegliere 5 titoli da inserire nel proprio carnet di abbonamento: il prezzo totale dell’abbonamento varia in base agli spettacoli scelti, con una riduzione di prezzo rispetto ai singoli biglietti del 20 %
-Abbonamento Super7 | a 7 spettacoli a scelta grazie a cui il pubblico può scegliere 7 titoli da inserire nel proprio carnet di abbonamento: il prezzo totale dell’abbonamento varia in base agli spettacoli scelti, con una riduzione di prezzo rispetto ai singoli biglietti del 20 %
In ogni formula di abbonamento è inserito Next To Normal in Prima Nazionale, emblema del cambiamento di rotta della direzione artistica verso linguaggi teatrali innovativi.

Da martedì 22 settembre sono disponibili i biglietti per tutti gli spettacoli della stagione teatrale, ad eccezione dei biglietti di Next To Normal della replica del 31 ottobre ore 21:00 già in prevendita da mercoledì 16 settembre.
La biglietteria del teatro è aperta dal martedì al sabato dalle 15 alle 19
biglietteria@teatrosuperga.it | 051.6279789
www.teatrosuperga.it
Redazione ArtInMovimento Magazine

Terra Madre Giovani, a Expo dal 3 al 6 ottobre

1432190175381-YZ5CGO61-thumbnail-230702500 giovani contadini da 120 Paesi in arrivo a Milano per discutere il futuro del nostro cibo. Questi sono i numeri e l’inizio è previsto tra poche settimane, dal 3 al 6 ottobre 2015. Si alzerà il sipario su Terra Madre Giovani – We Feed the Planet, l’evento che per la prima volta riunisce migliaia di contadini, pescatori, allevatori, pastori, nomadi, indigeni e artigiani del cibo sotto i quarant’anni.
L’obiettivo di Terra Madre Giovani – We Feed the Planet è mostrare al mondo che chi davvero nutre il pianeta è già all’opera. È al largo con le barche da pesca, chino sui filari, al lavoro nel forno o sulla strada dei pascoli con le proprie greggi. E soprattutto ha le idee molto chiare su ciò che nell’attuale sistema alimentare non funziona: malnutrizione, spreco, sfruttamento del lavoro e mercificazione del cibo. Dall’Australia al Canada, dai villaggi delle Ande alle oasi del deserto sahariano, tutti gli eroi del futuro che si riuniscono sotto il cielo di Milano fanno parte di una grande famiglia. Molte storie e un obiettivo comune: cambiare il sistema alimentare”, commenta Joris Lohman, rappresentante dello Slow Food Youth Network e membro del comitato esecutivo di Slow Food Internazionale.brand_large
L’evento, organizzato da Slow Food, Slow Food Youth Network, Fondazione Terra Madre e Università di Scienze Gastronomiche, in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, con il patrocinio della Città di Milano, avrà come palcoscenico lo spazio polifunzionale Superstudio Più (via Tortona 27), che ospita le conferenze e gli incontri dei delegati, e il Mercato Metropolitano (via Valenza 2), vero cuore della manifestazione, in cui i giovani di Terra Madre e la città di Milano si incontrano in una serie di eventi serali. Entrambi i chiocciola_slow_foodluoghi sono nel cuore di Milano, a pochi passi dalla stazione di Porta Genova. Ed è proprio nella suggestiva cornice del Mercato Metropolitano che il 3 ottobre alle ore 18,30 Carlo Petrini taglierà simbolicamente il nastro della manifestazione, coinvolgendo i giovani contadini, le famiglie che li ospitano e i molti milanesi presenti in un’originale Disco Soup. Riprodotta con successo in molte città, da New York a Berlino, da Madrid a São Paulo, la Disco Soup incarna i valori da sempre cari all’associazione della chiocciola. La verdura invenduta dai mercati e dalla grande distribuzione perché non risponde ai criteri di perfezione richiesti dal mercato è trasformata fino a diventare un’ottima zuppa fumante, condivisa con i presenti per stimolare la riflessione su tematiche di grande attualità come lo spreco alimentare. Il tutto, ovviamente, a suon di musica, altrimenti che Disco Soup sarebbe? Domenica 4 e lunedì 5 ottobre il fitto programma riservato ai partecipanti a Terra Madre Giovani prevede oltre 50 appuntamenti dedicati ai cinque grandi temi al centro del dibattito, stimolati da conferenze tematiche, workshop, laboratori e seminari. Molte le domande a cui cercare risposte concrete, tra cui:
Innovazione: come produrre il cibo in futuro?
Equità: come ridistribuire il potere decisionale in maniera uniforme?
Patrimonio: come preservare il patrimonio alimentare?
Comunicazione: come individuare le migliori strategie di comunicazione per il cambiamento?
Beni comuni: come immaginare una nuova strategia per i beni comuni?
Ad accompagnare le riflessioni si potrò contare su un parterre di relatori d’eccezione. Il teorico della decrescita Serge Latouche, 5.jpg.930x660_q85l’economista Raj Patel e la pioniera del cibo biologico Alice Waters, oltre al fondatore e presidente di Slow Food Carlo Petrini. Sotto i riflettori tematiche quali l’ocean grabbing, il rapporto tra sistema alimentare globale e flussi migratori, il ruolo delle donne in agricoltura, la proprietà dei semi e il sistema commerciale internazionale. Oltre a Superstudio Più, alcuni workshop coinvolgeranno anche la sede di Italian Makers Village, il Fuori Expo di Confartigianato, e Cascina Cuccagna, il sustainability hub di Lavazza e Novamont. Molti i partner coinvolti nell’ideazione e la realizzazione dei workshop e dei seminari, tra cui Fao, Ifad, Fondazione ACRA, Oxfam, Agriterra e Nordic Food Lab & GREEiNSECT, solo per citarne alcuni. Official Partner dell’evento sono UniCredit Foundation e Coldiretti Giovani Impresa. A questo si aggiungono poi proiezioni serali di film, documentari e altri appuntamenti gastronomici aperti al pubblico sempre organizzati al Mercato Metropolitano, che nelle tre serate offrirà ai giovani agricoltori provenienti da tutto il mondo cene a base di prodotti tipici e di stagione. Momenti unici in cui i milanesi possono incontrare i giovani e 04-mondoconoscere le loro storie. Il sipario di Terra Madre Giovani – We Feed the Planet si chiude il 6 ottobre a Expo 2015, quando alle ore 11 le migliaia di contadini presentano le loro conclusioni e le soluzioni concrete per nutrire il pianeta in futuro e danno vita a una festosa e colorata marcia lungo il Decumano fino allo spazio Slow Food.
Per aiutare i delegati del Sud del mondo ad affrontare le spese di viaggio, altrimenti insostenibili, è ancora attiva una campagna di crowdfunding sul sito www.wefeedtheplanet.com. Molti i cittadini milanesi che hanno deciso di ospitare i delegati durante l’evento, mettendo a disposizione chi un letto, chi la camera degli ospiti, chi il divano, per vivere appieno questa esperienza unica, anche questo nello spirito che contraddistingue da sempre Terra Madre. Siamo certi che si potrà ritrovare anche a Milano l’atmosfera inconfondibile dell’appuntamento torinese, così come lo abbiamo visto e raccontato lo corso autunno.
Chiara Trompetto
[Fonti delle immagini: slowfood.it, wefeedtheplanet.com]

A voi la stagione d’Opera 2015 del Ponchielli di Cremona

Ponchielli LogoLa Stagione d’Opera 2015 del Teatro Ponchielli intende rendere omaggio al melodramma italiano, attraverso una programmazione tesa a valorizzare la tradizione musicale del nostro paese, anche grazie all’ampio impiego di artisti italiani sia nei cast vocali sia tra i registi e i direttori d’orchestra coinvolti.
ballo in maschera

L’inaugurazione sarà con La Bohème di G. Puccini (7, 9 e 11 ottobre) che vedrà l’accoppiata tra Giampaolo Bisanti, direttore che riscuote sempre importati successi di pubblico e critica, e Leo Muscato, uno dei registi italiani più interessanti della sua generazione.
L’allestimento de Le nozze di Figaro di W. A. Mozart (16 e 18 ottobre) verrà ideato da Davide Livermore, mentre la guida musicale livermoresarà quella di Stefano Montanari, raffinato interprete del repertorio mozartiano.
Il Teatro Ponchielli sarà poi capofila de La scala di seta di G. Rossini (6 e 8 novembre), riprendendo una fortunata produzione firmata da Damiano Michieletto, nome altamente significativo nell’ambito registico internazionale, e affidando la direzione musicale a una delle più interessanti giovani bacchette del panorama nazionale, Francesco Ommassini.
Don Pasquale di G. Donizetti (19 e 21 novembre) segnerà il debutto italiano di uno spettScala_di_seta_003_03_0[1]acolo coprodotto da OperaLombardia con sette teatri francesi e realizzato da Andrea Cigni, artista particolarmente legato cremonese. La direzione è affidata a Christopher Franklin, musicista assai stimato sia in Italia sia all’estero.
A concludere la stagione Un ballo in maschera di G. Verdi (4 e 6 dicembre) che sarà diretto da Pietro Mianiti, attivo sia in ambito lirico che concertistico, e con un progetto registico a cura di Nicola Berloffa.
Cdon_pasquale_bozzetto6[1]inque spettacoli, dunque, nel segno della tradizione del melodramma e dell’italianità, pronti a stupire e ad affascinare.

Nello specifico, mercoledì 7 ottobre, ore 20.30 (turno A), venerdì 9 ottobre, ore 20.30 (turno B) e domenica 11 ottobre, ore 15.30 (fuori abbonamento) andrà in scena La Bohème i cui interpreti principali saranno Maria Teresa Leva (Mimì), Matteo Falcier (Rodolfo), Sergio Vitale (Marcello) e Larissa Wissel (Musetta).

Venerdì 16 ottobre, ore 20.30 (turno A) e domenica 18 ottobre, ore 15.30 (turno B) sarà la volta de Le andrea cigni 2015nozze di Figaro il cui cast è formato da Andrea Porta (Figaro), Lucrezia Drei (Susanna), Federica Lombardi (Contessa), Vincenzo Nizzardo (Conte d’Almaviva) e Cecilia Bernini (Cherubino).

Venerdì 6 novembre, ore 20.30 (turno A) e domenica 8 novembre, ore 15.30 (turno B) il Ponchielli proporrà La scala di seta, opera rossiniana interpretata, nei ruoli principali, da Bianca Tognocchi (Giulia), Francisco Brito (Dorvil), Leonardo Galeazzi (Blansac) e Filippo Fontana (Germano).

Giovedì 19 novembre, ore 20.30 (turno A) e sabato 21 novembre, ore 20.30 (turno B) andrà in scena Don Pasquale i cui interpreti principali saranno Paolo Bordogna (Don Pasquale), Maria Mudryak (Norina), Pietro Adaini (Ernesto), Pablo Garcia Ruiz (Mponchielli_foto_o_teatro_dal_palco_copia_001_3091e56e9aalatesta).

Venerdì 4 dicembre, ore 20.30 (turno A) e domenica 6 dicembre, ore 15.30 (turno B), sarà la volta de Un ballo in maschera, interpretato da Sergio Escobar (Riccardo), Daria Masiero (Amelia), Angelo Veccia (Renato), Annamaria Chiuri (Ulrica) e Shoushik Barsoumian (Oscar).

L’Orchestra I pomeriggi Musicali di Milano e il Coro OperaLombardia, istruito da Maestro Antonio Greco, accompagneranno e sosterranno i solisti nelle opere suddette. Proprio delle ottime spalle!

Veramente un interessante cartellone… che seguiremo da vicino.
Redazione di ArtInMovimento Magazine

Ritmika chiude domani a Nichelino con Nitro

PF__1462Si era cominciato con l’ultima data del tour dei Negrita il 9 settembre al 45° Nord. Si è continuato con i ritmi i Enzo Avitabile e i Bottari di Portico, poi con Nesli. La parte di Ritmika che si svolgeva a Moncalieri si è conclusa lo scorso fine settimana, con le due esibizioni della rocker Italiana Carmen Consoli e della stella del deserto Bombino. Una partenza ritardata di quest’ultimo, dovuta al colpo di Stato in Burkina Faso, dove si trovava, è stato occasione per una altro concerto nella serata di venerdì. Si sono esibiti sul palco dell’Ex Foro Boario i Coromoro un gruppo di musicisti non professionisti italiani e africani (provenienti da Ghana, Senegal, Gambia e _MG_9556_1Costa D’Avorio) che sono piaciuti molto al pubblico. Il gruppo si è formato spontaneamente lo scorso anno, tra di loro uno è rifugiato politico e gli altri sono richiedenti asilo. Bombino si è poi esibito domenica sera, per quella che è stata l’ultima data torinese per il 2015. Si conferma il grande interesse per la sua musica, sia da parte della stampa che da parte del pubblico che lo segue e lo apprezza anche per la sua storia, anch’essa fatta di viaggi e fughe Non aveva bisogno di presentazioni Carmen Consoli, che ha regalato ai suoi fan una bellissima serata.
NitroLive01L’ ultimo appuntamento sabato con RItmika 2015 sarà domani. La serata conclusiva del festival sarà dedicata all’ Hip-Hop con Nitro, Tormento, Rayden e Giaime.
Giovanissimi sia Nitro che Giaime, ma già pienamente inseriti nella scena rap e hip hop italiana. Tormento ha qualche anno in più ed è nato artisticamente nel duo Sottotono formato insieme a Big Fish, erano gli anni Novanta. Il suo ultimo album, dal titolo “Dentro e Fuori”, è uscito il 2 giugno scorso e vede collaborazioni importanti come quella di Emis Killa e Guè Pequeno.
Infine Rayden, rapper e beatmaker che fa parte del gruppo torinese OneMic. Il suo quarto disco da solista è uscito a gennaio 2014 debuttando alla ventesima posizione in classifica.
L’appuntamento non sarà più a Moncalieri ma in Piazza G. di Vittorio a Nichelino, con inizio alle ore 22,00. La serata è ad ingresso libero e garantita anche in caso di maltempo.
La collaborazione tra le due amministrazioni, gli sponsor importanti, l’organizzazione di Reverse e il grande lavoro dello staff dei volontari sono gli ingredienti che hanno reso possibile anche quest’anno un Festival di elevata qualità artistica, la cui gratuità ha avvicinato un pubblico vasto e composito alla buona musica, spaziando intelligentemente tra generi e sensibilità differenti.
L’appuntamento è per il prossimo settembre, con le 20 candeline.
Redazione ArtInMovimento Magazine
[Fonte delle immagini: Reverse]

Osserva Prezzi: l’app del Ministero dello sviluppo economico per controllare i distributori di carburante

Sono molte le applicazioni che permettono di monitorare il prezzo del carburante alla pompa ma solo una ha il filo diretto con il Ministero dello Sviluppo Economico e si chiama Osserva Prezzi.
Grazie all’applicazione mobile del Mi.S.E. , disponibile gratuitamente per telefoni Android e Apple, i consumatori potranno accedere agevolmente ai listini e scegliere il gestore più conveniente.
L’applicazione, sviluppata in collaborazione con Unioncamere e Infocamereosservaprezzi2, tecnicamente consente di trovare anche durante il viaggio i distributori di carburanti più comodi e convenienti per il rifornimento, segnalandoli attraverso icone di gradazioni cromatiche diverse: il colore verde indica il prezzo più basso fino al colore rosso prezzo più alto.
Attraverso questa innovazione l’automobilista, quindi, ovunque si trovi potrà scegliere in modo più consapevole il punto vendita dove far rifornimento, oltre alla possibilità di incentivare la concorrenza tra i gestori.
osservaprezzi3Per rendere ancora più utile lo strumento il Ministero ha reso disponibile anche una semplice guida per immagini al fine di rendere l’App utilizzabile anche da coloro che non hanno molta confidenza con la tecnologia. Per accedere alla guida clicca qui.

Per scaricare l’applicazione per telefoni Android clicca qui, mentre per iPhone Apple qui.
Paolo Ernesto Sussi

[Fonte immagini: eni.com, osservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, googleplay.com]

Tra qualche settimana l’ottavo convegno “L’invisibile ponte dell’Amore”

Foto_Il nodo.2jpgDopo il successo delle scorse edizioni, l’Associazione Il Nodo propone per i giorni venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 Ottobre 2015, l’ottava edizione del Convegno L’invisibile ponte dell’Amore, presso il Teatro dell’Hotel Atlantic di Borgaro Torinese, sito in via Lanzo 163.
Il convegno è rivolto a tutti coloro che desiderano intraprendere il cammino della conoscenza, conoscenza della vita in ogni sua forma, compreso l’evento morte. La morte che ci fa paura, la morte che è uno dei tabù più consolidati e più difficili da affrontare. Eppure tutti ne veniamo a contatto ogni giorno e per questo è fondamentale riuscire a parlarne serenamente, allargando i nostri Convegno 2014 020orizzonti e ampliando la nostra preparazione, afferma Lorenza Aimone, presidente dell’Associazione Il Nodo e autrice di Dalla loro parte Amati e liberi.
Nello specifico, L’invisibile ponte dell’Amore è rivolto alle persone colpite da un lutto, particolarmente ai genitori che hanno visto trapassare un figlio. Il ritrovarsi con coloro che hanno fatto la stessa esperienza crea solidarietà, comprensione, mutuo aiuto attraverso la testimonianza di chi è riuscito a elaborare il lutto e spesso, a trarre da un evento dolorosissimo, una forte spinta verso l’amore, l’altruismo e il servizio.
Tra i relatori che partecipano all’edizione 2015 del convegno spicca il nome del Dott. Raymond Moody che approfondirà il mistero della vita oltre la vita e presenterà la tecnica sperimentale dello spycomantheum, ossia la visualizzazione delle Entità di Luce su Moodyuno specchio. Negli ultimi quarant’anni, il Dr. Moody ha raccolto le testimonianze di migliaia di persone protagoniste di straordinarie esperienze di premorte che hanno raccontato di esser usciti dal proprio corpo ed esser entrati in un luogo di luce, pace e gioia, accolti dai loro cari presenti nel mondo spirituale. Ritornati alla vita, le loro intere esistenze sono state totalmente trasformate, e il più grande cambiamento è stata proprio la definitiva scomparsa della paura di morire. Per un lungo periodo il Dr. Moody ha prestato la sua opera come consulente nella terapia del lutto, e a Borgaro metterà a disposizione i suoi suggerimenti per superare ed elaborare il trauma della perdita di una persona amata.
Accanto a lui, relazioneranno altri insigni personaggi di fama nazionale e internazionale, e fra questi comunicare-oltre-la-morte-botkinricordiamo Juliane Grodhues e Andrea Leone che illustreranno la terapia americana IADC; il dott. Nicola Cutolo che tratterà della medicina del corpo fisico, energetico e spirituale; Marco Cesati Cassin che parlerà del destino e del potere delle coincidenze; il dott. William Thomas Polick che racconterà l’incontro e i messaggi della moglie trapassata; e poi ancora Fabio Netzach e Marie Noelle Urech.
Inoltre saranno disponibili numerose sensitive che, gratuitamente, offriranno il loro sostegno alle persone che ricercano un contatto con i loro cari. Tali sessioni avranno inizio dalla mattina di venerdì 16 ottobre e si svolgeranno per tutta la durata del Convegno. In questa ottava edizione ci si potrà confrontare con: Angela Albanese, Birgit Zorzetti, Luisiana Furlanetto, Giancarla Padovan, Rosanna Puccio, Linda Macaluso, Lina Cassano, Venera Siracusa, Enrica Brugo, Alessandra Maccarini, Nadia Renda, Gabriella Grassi, Carlo Serofilli, Luciana Quinto e Cesare Zanoni. Ancora qualche sensitivo ha spazio per un confronto individuale.

CIl nodo logoi sono ancora alcuni posti disponibili per partecipare al Convegno per cui è necessario effettuare l’iscrizione attraverso il versamento della quota di partecipazione di Euro 55, a titolo di contributo spese, a mezzo vaglia postale intestato all’Associazione IL NODO – Via Montiglio 1/A 10085 Pont Canavese (TO). scienze segretaPer informazioni, si può inviare una mail all’indirizzo airenz@teletu.it, contattare telefonicamente la realtà associativa Il nodo al numero 3494975573 o scrivere alla casella di posta della pagina Facebook dell’Associazione.

Noi seguiremo da vicino l’evento che sarà condotto da Annunziato Gentiluomo, il nostro direttore responsabile, ragion per cui saremo anche più sul pezzo di quanto già avremmo fatto per interesse e per la mission che anima questo convegno. Vi aggiorneremo su tutto, proprio tutto.
Redazione ArtInMovimento Magazine

La Notte dei Ricercatori compie 10 anni… domani a Torino

Il Piemonte organizza per il decimo anno consecutivo la Notte dei Ricercatori festeggiando questo importante logo2015traguardo insieme a centinaia di città italiane ed europee. Esperimenti interattivi, giochi, mostre, spettacoli, musica, caffè scientifici e talk show animeranno le città di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Torino e Verbania con la partecipazione straordinaria di Aosta. Filo conduttore degli eventi piemontesi saranno le numerose iniziative rivolte al mondo della scuola, i ndr_chimicafocus sui temi di EXPO2015 e dell’Anno Internazionale della Luce. Il mondo della ricerca scopre ogni anno di più, grazie alla Notte dei Ricercatori, l’importanza di coinvolgere attivamente la società negli appassionanti percorsi che portano a nuove conoscenze, dichiara Andrea De Bortoli, coordinatore del progetto piemontese della Notte dei Ricercatori TRACKS. Il grande entusiasmo dei ricercatori è attestato dai numeri in continua crescita: nel 2006 erano circa un centinaio i ricercatori, dottorandi e studenti degli Atenei e dei centri di ricerca del territorio, quest’anno saranno quasi 1000 pronti ad accogliere visitatori da tutto il Piemonte.

Tante le novità a Torino per celebrare in Piazza Castello il 10° anniversario del grande evento europeo, a cominciare dall’apertura straordinaria al mattino riservata alle scuole (10.00-12.30), grazie alla quale studenti di ogni età potranno scoprire il mondo della ricerca e chiacchierare a tu per tu con i ricercatori. Novità assoluta è il tentativo di battere il Guinness dei Primati con l’esperimento che nelle passate edizioni della “Notte” ha riscosso maggior successo tra grandi e piccoli: Running on water. Grazie al sostegno di ITT, azienda italiana leader nel mondo per la produzione di componenti di alta ingegneria e soluzioni tecnologiche personalizzate per l’energia, il trasporto e mercati industriali, in collaborazione con ndr_guinness 1il Dipartimento di Fisica dell’Università di Torino e Torino2015 Capitale Europea dello Sport, in Piazza Castello verrà allestita una piscina lunga 7 metri riempita con acqua e amido di mais, un composto molto particolare, detto “fluido non newtoniano” perché la sua viscosità aumenta in base alla forza applicata fino a comportarsi come un solido: questa caratteristica rende effettivamente possibile camminare o correre sull’acqua. Il guinness sarà registrato alle 18 per l’apertura ufficiale dell’evento alla presenza delle autorità e della stampa. Inoltre, Piazza Castello e il Palazzo del Rettorato ospiteranno più di 80 attività organizzate dall’Università di Torino, dal Politecnico, dall’Università di Scienze Gastronomiche e dai centri di ricerca del territorio. Tra i consueti appuntamenti: il Rally della scienza, il Tram con esperimenti itineranti, i musei aperti e gratuiti. Non mancherà la diretta radiofonica a cura della radio dell’Università di Torino, che racconterà la “Notte” attraverso la voce di ospiti e tanta buona musica. Inoltre c’è stato “Aspettando la Notte”, altra novità dell’edizione torinese: il programma di eventi organizzati il 22, 23 e 24 settembre in avvicinamento alla manifestazione di venerdì 25 prodotti in collaborazione con “Agorà a Torino”, un progetto della Città di Torino, di EXPO-TO, realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Un’iniziativa importante e un programma sempre più ricco… Allora oggi in Piazza Castello. L’apertura ufficiale sarà alle 18.00! Tutti in piazza!
Redazione ArtInMovimento Magazine

[Fonte delle immagini: piemonte.nottedeiricercatori.it]

Da domani il 2° Corso di specializzazione per Docenti Master Reiki ASI

ASIAOO_promo_WEBDa domani, venerdì 25 settembre, avrà inizio il 2° Corso di specializzazione per Docenti Master Reiki ASI Settore Arti Olistiche e Orientali DBN-DOS in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Foggia e l’Università popolare SCIVIAS “Ildegarda di Bingen” di
Foggia.
La tre giorni di formazione, che si terrà presso l’Aula di Neuroscienze dell’“Ospedali Riuniti”, dopo i saluti Reiki Ospedaleistituzionali di Ida Cagno, Direttore e Coordinatore del Corso e Presidente della Scuola di Formazione Capofila Nazionale U.P. SCIVIAS, del dott. Antonio Battista, Direttore Medico dell’Azienda Ospedaliero Universitaria “Ospedali Riuniti” e di Ermanno Rossitti, Responsabile Nazionale Asi Settore Arti Olistiche e Orientali DBN-DOS, prevede le relazioni del dott. Ivan Cencione, Dirigente Medico AOU dell’Ospedali Riuniti e della Facoltà di Medicina e Chirurgia che si occuperà di Anatomia Umana, Sistema Endocrino e Sistema Reiki-HandNervoso, e di Fisiologia, Sistema Psichico e Neuro Endocrino (il venerdì); della dott.ssa Teresa Marcone, Responsabile del Centro di Diebetologia SSD AOU OO.RR. di Foggia che presenterà Esperienza Reiki: Progetto di sperimentazione clinica per i diabetici; del dott. Gioacchino Prudente, Psicologo e Psicoterapeuta, che fornirà gli elementi di base di psicologia e parlerà della Comunicazione Verbale e di quella Non Verbale proponendo un lavoro di gruppo (Sabato); del dott. Osvaldo Catucci, Dirigente Medico AOU del Policlinico Young therapist doing reiki therapy to senior womandi Bari che argomenterà il tema Cenni di Medicina Quantistica – applicazioni nel campo della salute; e dell’ing. Salvatore Santagata che tratterà di Fisica Quantistica e Medicina Esponenziale (domenica).

Il programma di venerdì inizierà alle ore 08:45 e i lavori si concluderanno domenica alle 13.00 con la consegna degli attestati di partecipazione e il discorso di chiusura de Dott. Antonio Battista e di Ermanno Rossitti.
Un’ulteriore dimostrazione della grande dedizione dell’ASI che sta puntando realmente sulla formazione dei suoi associati, e di riflesso sullo sviluppo delle competenze e delle professionalità a tutela dell’utenza.
Redazione di ArtInMovimento Magazine

Master in Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e non Convenzionali, ancora un giorno per iscriversi

Il 25 settembre, come già vi avevamo anticipato qui, il 25 settembre scadono i termini per iscriversi al Master di I° Livello in Logo_bicocca_grande2Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e Non Convenzionali, dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, giunto quest’anno alla sua IV^ edizione.
Il master, ormai già conosciuto tra coloro che nutrono interesse nel campo, offre ai partecipanti gli strumenti per formare figure professionali che sappiano integrare gli aspetti gestionali ed economici con quelli clinico assistenziali e delle diverse medicine. Qui la prima caratteristica distintiva, cioè quella di affrontare con una visione di ampio respiro tutto il panorama medico, ivi comprese le cosiddette Medicine Tradizionali e le Medicine Non Convenzionali. Il Master inoltre fornisce strumenti di analisi quantitativa e qualitativa legati ai temi della salute, finalizzati alla progettazione e alla valutazione dei sistemi per la salute, sia a livello regionale, che nazionale e internazionale, nonché allo studio delle tognetti_745893_656205disuguaglianze di salute. Questo percorso di formazione e studio conferisce competenze volte ad affrontare il tema della salute, della medicina centrata sulla persona, delle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali e dei sistemi di salute su base antropologica. Accresce professionalità e competenze per migliorare la gestione delle Aziende Sanitarie, delle Aziende Ospedaliere, degli istituti di cura, dei centri di benessere, in linea con quella che si configura come una nuova e crescente domanda di cura. Fornisce strumenti per lo sviluppo di competenze di tipo manageriale nei ruoli chiave della pianificazione, programmazione, controllo valutazione e ricerca, all’interno della complessa gestione di tutti i servizi suddetti.paolo_roberti_di_sarsina-OK
Afferma infatti la prof.ssa Mara Tognetti Bordogna: “Il master SISMENC è un occasione formativa professionalizzante fra le più innovative in Italia è competitiva nel mondo. Stiamo parlando di un nuovo modo di fare salute e di relazionarsi con l individuo che viene messo al centro delle scelte terapeutiche e di benessere“.
Ecco chi saranno i docenti per questo Anno Accademico, tra gli altri: Fabio Firenzuoli, Paolo Roberti Di SarsinaS. Negrelli, S. Neri, Stefano Tomelleri.
Questi nomi sono un motivo in più, qualora foste rimasti indecisi, per affrettarvi a contattare la Segreteria e iscrivervi. Si tratta certamente di un percorso che potrà aggiungere qualità e competenza alla vostra professione, se già lavorate in un campo attinente, oppure una chiave per aprire le porte di un mondo del lavoro sempre più esigente.
Per informazioni si contatti il dipartimento di Sociologia dell’Università Milano – Bicocca, sita in Via Bicocca degli Arcimboldi, 8 – Tel.: 02-64487571 Fax: 02-64487561 – E-mail: osservatorioemetodiperlasalute@unimib.it.
Chiara Trompetto
[Immagine di copertina: Gustav Klimt , Albero della vita (1905-1909)]

Spazi sanitari e spazi dell’anima, un convegno a Milano il 2 ottobre

Luoghi sanitari Milano“Spazi sanitari e Spazi dell’Anima. Malati, medici, operatori sanitari: Una nuova alleanza”.
Questo è l’interessante titolo di un convengo (qui la locandina) che si terrà il 2 ottobre a Milano a Palazzo Turati, in Via Meravigli 9/B. L’evento vede la partecipazione di Cisl Medici Lombardia, ed ha il patrocinio della Rete Euromediterranea per l’Umanizzazione della Medicina, OMCEO Milano, Regione Lombardia, SUMPI. La partecipazione è gratuita e il seminario rilascia crediti formativi ECM per le professioni sanitarie.
Si cercherà di affrontare, da punti di vista differenti, il tema del rapporto tra pazienti e medici e il ruolo che hanno i luoghi in cui questi rapporti nascono e si sviluppano.
Ecco chi saranno i relatori del convegno.
Dr. S. Bandirali, Segretario generale Cisl meidici “asse del Po”, Medico di medicina generale.
Dr. A. Bergonzi, Segretario generale Cisl medici regione Lombardia.
Dott.ssa Rossana Becarelli, Responsabile Sanitario dell’Ospedale San Giovanni Battista Antica Sede di Torino.
Dr. G. Bonfanti, Segretario Nazionale NFP.
F.Boschetti, Infermiera presso Unità Terapia del Dolore e Cure Palliative  – Istituto Europeo di Oncologia di Milano, Counselor Integrato CoMeTe.
Dott.ssa A. Carlino, Ginecologa, Segretaria nazionale Cisl Medici
Prof.ssa A. Cofrancesco, Medico psicoterapeuta, Direttore Scuola di Counseling Integrato CoMeTe Milano.
V.Formis, Segretario regionale Cisl pensionati.
Dott.ssa M. Giudici, Ginecoloa, specialista ambulatoriale, Segretaria regionale Cisl medici.
Dr. A. Inzoli, Ematologo, oncologo, responsabile Dip.to Medici Ospedalieri, Cisl Medici Lombardia
Dott.ssa Daniela Magnetti, Storico e critico d’arte, esperta in comunicazione sanitaria
Dott.ssa L.Merati, Medico internista, specialista in psicologia clinica e membro del Direttivo della Società Italiana di Psicosomatica.
Dott. A.Minervino, Direttore Dip.to di Salute Mentale e UOP 25 – Azienda Ospedaliera di Cremona – Direttore Didattico Scuola di specializzazione in Psicoterapia Conversazionale di Parma (c.i. Miur 205)
Dott. A. Bapotto, Segretario nazionale Cisl medici
Prof. A. Scanni, Primario emerito di oncologia A.O. FBF Milano, Consigliere Ordine dei Medici e Odontoiatri Milano
Dott. S. Scriggia, Medico Neurologo
Dr. B. Tiso, Direttore Sanitario di presidio, Fondazione Policlinico Mangiagalli di Milano
Prof. U. Veronesi, Medico chirurgo, ricercatore, Direttore Scientifico Istituto Europeo di Oncologia, Milano

Responsabile Scientifico è la Dott.ssa Silvana Cagiada, psicologa clinica e psicoterapeuta.
La giornata avrà inizio alle ore 8,30 e la fine dei lavori è prevista per le ore 17,00.
Redazione ArtInMovimento Magazine

Inizia la stagione del tartufo, aspettando la Fiera di Alba

Cover Image 85ma Fiera del Tartufo Bianco d'AlbaAl via la stagione di raccolta del “Tartufo Bianco d’Alba”: le piogge di fine estate e la luna settembrina
fanno sperare in una buona stagione. Per aspettare i migliori esemplari occorrerà però pazientare almeno fino all’inizio dell’85ª Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in programma dal 10 ottobre al 15 novembre, con tanti appuntamenti in programma, dal Palio degli asini ai Foodies Moments con gli chef stellati, dagli eventi dedicati al cane da tartufo fino alla celebre Asta Mondiale.
I “tabui”, o semplicemente cani da tartufo, non vedono l’ora di mettere alla prova il proprio fiuto nei boschi delle Langhe alla ricerca delle preziose pepite che hanno reso celebre Alba in tutto il mondo.
Ufficialmente è iniziata lunedì 21 settembre e si concluderà a gennaio 2016 la stagione di raccolta del celebre Tartufo Bianco d’Alba, re della tavola piemontese, che vedrà impegnati ben 4.000 cercatori, in piemontese trifolau, dotati di regolare patentino. Dalla luna crescente di settembre e dalle piogge di fine estate le notizie più positive per una stagione che, secondo gli esperti del Centro Nazionale Studi Tartufo di Alba, dovrebbe durare ben oltre il periodo natalizio portando tartufi ancor più buoni e profumati. Quanto ai img-28prezzi, le prime valutazioni si potranno avere solo a circa una settimana dall’inizio di raccolta e saranno visibili attraverso la borsa del tartufo, sul sito www.tuber.it.

Antonio Degiacomi, presidente del Centro Nazionale Studi Tartufo di Alba: “Quest’anno prevediamo una buona stagione che inizierà ad entrare nel vivo un po’ più tardi del solito a causa della siccità riscontrata a luglio nelle zone di raccolta ma che ci auguriamo darà delle soddisfazioni a lungo termine. Infatti grazie alle piogge di fine agosto e ad una straordinaria attività lunare prevista a settembre, con un’eclissi il 28 del mese e una luna enorme, ci aspettiamo che crescano tartufi copiosi e di buona qualità e che possano arrivare ben oltre il periodo di Natale. Una notizia positiva per tutto il comparto turistico e ristorativo img-36delle Langhe in quanto sarà possibile allungare la stagione di punta del tartufo fino al 2016”.
Come ogni anno il cuore della stagione di raccolta coinciderà con l’85ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, una delle più ricercate mete turistiche autunnali europee, che si terrà nella cittadina piemontese dal 10 ottobre al 15 novembre. Due mesi di appuntamenti che metteranno in luce lo splendido territorio di Alba, delle Langhe e del Roero, che come sapete è stato inserito nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. L’85ª edizione sarà dedicata al cane da tartufo, una vera e propria istituzione locale, merito di un fiuto a dir poco eccezionale. Come sempre, grande spazio sarà riservato al Tartufo Bianco d’Alba all’interno del Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba e all’enogastronomia, in particolare attraverso i Foodies Moments presieduti da grandi chef piemontesi che esalteranno le eccellenze gastronomiche del territorio. Da non perdere, infine, gli eventi folcloristici che fanno da cornice alla Fiera, a partire dalle sfilate storiche in costume, dall’Investitura del Podestà fino al Borgo si Rievoca, le mostre, i convegni, gli eventi sportivi e quelli musicali. Per una Fiera tutta da scoprire. Domenica 8 novembre infine torna l’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba.
Chiara Trompetto
[Fonte delle immagini: fieratartufo.org]

Questo è il testo del banner.
Maggiori informazioni