artinmovimento.com

Due sessioni di bagni di gong al Centro Olistico Radhadesh

gong

L’associazione ArtInMovimento, per venerdì 11 maggio, propone, presso il Centro Olistico Radhadesh, sito in Corso Quintino Sella, 107 a Torino, due sessioni di bagni di gong condotte da Enzo Milone e Chiara Leone. La prima si terrà dalle 17,30 alle 19.45 e la seconda dalle 20.15 alle 22.30. Il bagno di gong consiste in una sessione di massaggio sonoro-vibrazionale. Il termine ‘bagno’ è abbinato al gong, perché il suo suono è particolarmente avvolgente, pieno, penetrante, e riempie tutto lo spazio che trova intorno in modo quasi tangibile, dando appunto una sensazione di ‘immersione’ a chi ascolta. Durante i bagni di gong, i…

artinmovimento_finaleL’associazione ArtInMovimento, per venerdì 11 maggio, propone, presso il Centro Olistico Radhadesh, sito in Corso Quintino Sella, 107 a Torino, due sessioni di bagni di gong condotte da Enzo Milone e Chiara Leone. La prima si terrà dalle 17,30 alle 19.45 e la seconda dalle 20.15 alle 22.30.
Il bagno di gong consiste in una sessione di massaggio sonoro-vibrazionale. Il termine ‘bagno’ è abbinato al gong, perché il suo suono è particolarmente avvolgente, pieno, penetrante, e riempie tutto lo spazio che trova intorno in modo quasi tangibile, dando appunto una sensazione di ‘immersione’ a chi ascolta.
Radhadesh_logoDurante i bagni di gong, i partecipanti si rilassano, preferibilmente sdraiandosi comodi a terra su di un tappetino, coperti con un plaid, calandosi in questa esperienza di suoni prodotti da vari strumenti, dal canto armonico, e principalmente dai Gong Planetari suonati dal vivo.
La sessione prevede una parte iniziale di introduzione e preparazione, una di sperimentazione fattiva con gli strumenti, il bagno di gong vero e proprio, e la parte conclusiva con uno spazio aperto alla eventuale condivisione dell’esperienza, il tutto per la durata di quasi due ore.Bagni di gong

Diversi sono gli effetti benefici di tale pratica.
In primis, l’ascolto consapevole dei suoni conduce a uno stato di leggerezza mentale e assenza di pensiero portando a un profondo rilassamento meditativo.
Vengono poi stimolate le onde alfa ma anche theta e delta, a livello cerebrale, a metà tra il sonno e la veglia. In questa fase dal nostro inconscio possono riemergere vissuti, sciogliersi tensioni, blocchi interiori, emozioni cristallizzate e lasciare spazio a possibili intuizioni e illuminazioni dai nostri livelli più profondi.
Bisogna sottolineare che ogni singola cellula del corpo viene massaggiata dal suono riarmonizzandosi con le altre. In questo processo si possono avvertire vecchi dolori fisici che riemergono per poi venire disciolti, oppure sentire varie parti del corpo risuonare e vibrare piacevolmente come un vero e proprio massaggio fisico.
gong95211Si possono anche contattare emozioni superiori, stati di gioia intensa, pienezza, pace intima, piacevole estasi.
Il suono sapientemente va a lavorare dove c’è bisogno in modo diverso su ognuno, seguendo le leggi auree della risonanza, e più impariamo a lasciarci andare più entriamo in contatto con ciò che è pronto per noi, così che possiamo imparare ad accoglierlo e integrarlo in un processo naturale di auto-guarigione. L’effetto benefico del bagno di suoni continua anche nei giorni a seguire. La possibilità di praticarli con cadenza regolare porta effetti sempre più tangibili e durevoli nel tempo.
Il costo è di 15 € per i soci dell’associazione e 20 € per gli altri per ciascuna sessione. Per informazioni e prenotazioni, scrivere a radhadesh@artinmovimento.com o chiamare il 3663953014.
Portare un plaid, dei calzini caldi (si tolgono le scarpe), un tappetino da ginnastica, un cuscino, se si ritiene di averne bisogno.
Un’esperienza da non perdere…
Redazione di ArtInMovimento Magazine

More in Benessere

More in Cultura

More in Dalle associazioni

Most popular

Most popular

Most popular