artinmovimento.com

Enrico Fink e Alexian Santino Spinelli presentano “Romanò Simchà” il disco della festa ebraica-rom

Romanò-Simchà

Mercoledì 13 gennaio alle ore 17:30, live dai canali social di Officine della Cultura, nuovo appuntamento di Officine Foyer con la presentazione pubblica dell’ultima produzione discografica della cooperativa aretina, “Romanò Simchà – festa ebraica rom”, con Enrico Fink, Alexian Santino Spinelli, i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo e l’Alexian Group. All’incontro parteciperà anche lo storico Luca Bravi. Già da giovedì 7 gennaio, data iniziale della presentazione del disco poi rimandata, è possibile vedere e ascoltare sul canale YouTube di Officine della Cultura il primo dei videoclip con protagonista il brano “Lekhà Dodì”. «Un brano antico – scrive Enrico Fink. –…

Mercoledì 13 gennaio alle ore 17:30, live dai canali social di Officine della Cultura, nuovo appuntamento di Officine Foyer con la presentazione pubblica dell’ultima produzione discografica della cooperativa aretina, “Romanò Simchà – festa ebraica rom”, con Enrico Fink, Alexian Santino Spinelli, i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo e l’Alexian Group. All’incontro parteciperà anche lo storico Luca Bravi.

Enrico e Santino taglioGià da giovedì 7 gennaio, data iniziale della presentazione del disco poi rimandata, è possibile vedere e ascoltare sul canale YouTube di Officine della Cultura il primo dei videoclip con protagonista il brano “Lekhà Dodì”. «Un brano antico – scrive Enrico Fink. – Un benvenuto allo Shabbat che si prestava magnificamente in questo progetto fra mondo ebraico italiano e rom italiano. Lekhà Dodì è una melodia che fino a i primi decenni del dopoguerra si usava a Ferrara e che lo zio di mio padre, Giuseppe Bassani, trascrisse negli anni ‘30, ma che si ritrova addirittura tra le melodie usate da Benedetto Marcello nell’Estro Poetico Armonico della prima metà del ‘700 a Venezia. Qui è molto rivisto e con libertà! Ma insieme, spero che si senta il rispetto e l’amore per questa melodia».

Nato in occasione del Giorno della Memoria 2020, grazie anche allo storico Luca Bravi, “Romanò Simchà” è uno di quei progetti musicali rimasto ai nastri di partenza a causa della pandemia e della chiusura degli spazi dedicati allo spettacolo e alla musica dal vivo. Un progetto unico nel suo genere, tuttavia, che Officine della Cultura, Orchestra Multietnica di Arezzo e Alexian Group non hanno voluto mettere da parte approfittando della parziale riapertura dei teatri nel periodo estivo per alcune preziose esibizioni pubbliche e per la registrazione del disco che sarà pronto, simbolicamente, per il Giorno della Memoria 2021, ovvero il prossimo 27 gennaio.

Romanò Simchà al Mandela Forum“Romanò Simchà” dà vita ad uno storico incontro sul piano musicale tra due importanti tradizioni culturali come quella romani e quella ebraica presenti in Italia da secoli. I brani presenti nel disco, provenienti delle rispettive tradizioni musicali – non tralasciando composizioni originali di Enrico Fink e Alexian Santino Spinelli -, sono  inoltre eseguiti da eccezionali musicisti come il violinista rom Gennaro Spinelli, il percussionista Massimiliano Dragoni, il clarinettista Gianni Micheli, il chitarrista Massimo Ferri, il bassista Luca Roccia Baldini, il trombettista Marco Vignali, il batterista Fausto Della Torre, la cantante argentina Paola Scoppa, il cantante libanese Emad Shuman e il trombonista Saverio Zacchei, provenienti da una parte dallo straordinario ensemble dell’Orchestra Multietnica di Arezzo dall’altra dall’Alexian Group.

Il disco, curato da Luca Roccia Baldini insieme a Daniele Berioli e Tazio Aprile, Db production, uscirà in anteprima internazionale in Toscana il prossimo Giorno della Memoria. Nell’occasione i partecipanti al progetto si esibiranno in un concerto intenso, originale e suggestivo, dal vivo anche se in streaming – ulteriori informazioni per partecipare al live saranno comunicate a breve -, a ricordare che quando i rom e gli ebrei non si sono incontrati nei campi di sterminio nazi-fascisti o nelle segrete della Santa Inquisizione hanno donato al mondo arte sublime di cui di sono avvalsi i più grandi compositori europei.

Di tutto questo si parlerà mercoledì 13 gennaio con i protagonisti del disco raccontando l’incontro tra due grandi tradizioni artistiche nella prima festa di note ebraiche-rom, il Romanò Simchà appunto, con la presentazione in anteprima del secondo video musicale prodotto in fase di registrazione. L’incontro, live streaming, sarà visibile dalle pagine Facebook di Officine della Cultura e dell’Orchestra Multietnica di Arezzo e dal canale YouTube Officine Produzioni. Il live permetterà inoltre a tutti gli interessati alla visione di porre domande ai partecipanti.

Siti di riferimento: www.officinedellacultura.orgwww.orchestramultietnica.net.

More in Benessere

More in Dalle associazioni

Most popular