artinmovimento.com

San Bonico, un’esperienza intensa di fede che parte dal basso. La Vergine appare tutti da più di dieci anni

San BONICO.se

Da dieci anni, precisamente dall’8 giugno del 2004, a San Bonico (PC), Celeste, un uomo di fede, ogni giovedì entra in contatto con la Vergine Maria che si è presentata a lui come la Madonna della Notte l’11 settembre del 2008. Qualcuno aveva previsto quanto si sarebbe realizzato in quell’area piacentina. Paola Patelli, figlia spirituale di Padre Pio che aveva vissuto a San Bonico, sconosciuta a Celeste, infatti, il giorno prima della sua morte, l’11 Ottobre 1995, prendendo la mano di Celestino Visconti di Parma gli disse: “Oggi ti lascio, ma tu devi dire che entro quindici anni, nell’angolo del campo,…

celeste-2Da dieci anni, precisamente dall’8 giugno del 2004, a San Bonico (PC), Celeste, un uomo di fede, ogni giovedì entra in contatto con la Vergine Maria che si è presentata a lui come la Madonna della Notte l’11 settembre del 2008.
Paola_Patelli.okQualcuno aveva previsto quanto si sarebbe realizzato in quell’area piacentina. Paola Patelli, figlia spirituale di Padre Pio che aveva vissuto a San Bonico, sconosciuta a Celeste, infatti, il giorno prima della sua morte, l’11 Ottobre 1995, prendendo la mano di Celestino Visconti di Parma gli disse: “Oggi ti lascio, ma tu devi dire che entro quindici anni, nell’angolo del campo, la Madonna apparirà ad un signore. Sarà una cosa molto grande e ci sarà per sempre. Dillo, a me l’ha detto Padre Pio”.
Strada_della_ReginaDopo quasi nove anni, Celeste ebbe la sua prima apparizione, e da quel giorno un gruppo di parrocchiani e la sua famiglia sono al suo fianco per sostenerlo. Il luogo dell’incontro è un appezzamento di terra a forma triangolare, che si è convertito in luogo di preghiera e meditazione, raggiungibile indicando sul navigatore San Bonico (o San Bonico/Piacenza) via Pietro Nuvolone.
Tutti i giovedì l’appuntamento con la Mamma di Gesù è campofisso e il protocollo fondamentalmente rimane invariato.
I più vicini e i più fedeli che credono in questo contatto divino si radunano almeno un paio di ore prima per sistemare la location e pregare insieme. Si invoca l’aiuto di Dio in particolare per la pace, la fine delle guerre, per i malati e per chi non crede, e si cantano inni mariani. L’appuntamento per il Rosario è invece alle 19.40 circa (ora solare) e alle 20.40 (ora legale) sempre presso il campo di San Bonico.
Madonna_della_NotteIntorno alle 21.00 Celeste raggiunge in auto il gruppo e si unisce alla preghiera rivolgendo lo sguardo verso l’alto in attesa dell’arrivo della Vergine. Improvvisamente tutto si ferma e il veggente, circondato dai fedelissimi, si precipita verso un punto preciso del campo con gli occhi sbarrati, rivolti verso la chioma di un albero e totalmente rapiti dalla luce divina e dagli angeli, normalmente tre, che accompagnano la Vergine.
Il suo viso è trasfigurato. Nonostante il buio appare luminoso, di quella luce divina riflessa. Sorride e nella pace più profonda inizia a ripetere il messaggio della grande Mamma.
La Madonna quindi benedice i presenti, chiude le mani, sale nella luce seguita dagli angeli che sono con Lei e scompare.
Si continua quindi il rosario, finito il quale dopo qualche canto mariano, si legge il messaggio del giovedì precedente, si riascolta quello della serata in corso, precedentemente registrato, amplificato affinché possa da tutti essere interiorizzato, e si riceve la benedizione solenne da parte di un sacerdote.
San Bonico_MadonnaOltre il giovedì, si prega assieme anche la domenica e un altro giorno che muta sempre per ciascun mese, la chiamata mensile. Per il mese di settembre Celeste ha fissato questa chiamata per sabato 27/09/2014 alle ore 16:00 circa al campo di San Bonico.
Ecco la Preghiera alla Vergine che appare nel paesino piacentino: Madonna della Notte, Luce di Dio che ci esorti sempre a pregare, amare, perdonare, penetra nei nostri cuori peccatori e afflitti, squarcia le nostre coscienze rendendoci capaci di comprendere l’infinito amore e l’eterna misericordia di Dio.
Dono dell’Altissimo per la conversione degli uomini, prendici per mano come una buona mamma, guidaci nelle avversità terrene per condurci, con fede e speranza sincere, verso la vita e la gioia eterne, rendendo concrete sia la promessa dell’Incarnato Figlio di Dio e frutto del tuo seno Gesù.
“Chi mangia di questo pane vivrà per sempre”, che la tua assicurazione “chi crede in Dio vivrà solo nella sua luce”.
Aiutaci, Madonna della Notte, ad affidarci totalmente a Dio, perché Lui possa operare in noi.
Amen

CelesteSicuramente un’esperienza significativa e intensa, forte per l’energia divina che si respira, per il momento di profondo raccoglimento che si crea e perché al centro vi è la preghiera collettiva. In un periodo di difficoltà e precarietà dove egoismi, rabbia, inganno e frustrazione fanno da padroni, la “comunità” che si è creata attorno a San Bonico e a Celeste si distingue come una realtà genuina, voluta dal basso, incontaminata, partecipata e votata al servizio. La semplicità dai fasti, la purezza del messaggio, la fede dei presenti, la diversità anagrafica, sociale, culturale e di provenienza degli accorsi e la presenza della Madonna sono gli ingredienti che rendono speciale San Bonico, confermandolo un luogo preferenziale di contatto col divino e degno di essere meta di tutti coloro che cercano qualcosa che vada al di là del piano materiale.
Annunziato Gentiluomo

[Fonti delle immagini: http://www.salveregina.it/SanBonico/, youtube.com, messaggidellamadonna.altervista.org, segnidalcielo.it e Annunziato Gentiluomo ph]

More in Cultura

More in In viaggio per lo spirito

Most popular