Month: June 2015

 

“Prova sport”: lo spazio benessere per le scuole piemontesi

In occasione della maconinifestazione “Sport, benessere in movimento“, a Torino il 25 e 26 settembre, patrocinata dal Comitato Regionale CONI e dal CIP Piemonte, CONI Piemonte è lieto di invitare le scuole piemontesi a partecipare alle attività dello spazio “Prova sport”, allestito sin dal primo giorno dell’evento. La manifestazione è inserita nel calendario di Torino 2015 – Capitale Europea dello Sport.

Nella zona pedonale di C.so Sebastopoli, di fronte al PalaAlpitur, e in parte di Piazza D’Armi, verranno allestiti numerosi campi prova di diverse attività sportive e di fitness realizzati con la collaborazione delle Federazioni Sportive, di Palestre Torino, della CPD (Consulta delle persone in difficoltà) e di FAB (Fondo Assistenza e Benessere).image.php
Nelle diverse “aree sport”, poi, saranno presenti istruttori e personale specializzato che gestiranno le attività in programma e faranno provare le discipline sportive agli studenti normodotati e con disabilità.
Il programma prevede, oltre alle attività organizzate nei campi prova, anche eventi dimostrativi ed incontri con atleti e campioni delle diverse discipline.

A tutti gli insegnanti che accompagneranno la classe verrà offerto un kit di materiale sportivo.
Per informazioni sull’evento e per iscrivere le classi ai “campi prova” i docenti interessati possono accedere al sito dedicato: www.sportbenessereinmovimento2015.it 
Redazione ArtinMovimento Magazine

[Fonti delle immagini: italia.6seconds.orgitalia.6seconds.org; sportorino.com; dida.orizzontescuola.it]

Corte Suprema: i matrimoni ugualitari sono legge in tutti gli Stati Uniti

11229549_10153564889214238_5139842835188453914_nLa Corte Suprema degli Stati Uniti ha segnato ieri una giornata storica. Dopo il referendum irlandese, arriva ora la sentenza con la quale si superano le leggi dei singoli Stati e si legalizzano le unioni same-sex anche laddove ancora non lo erano (14 a fronte di 36 che già avevano aperto ai matrimoni gay). Il voto decisivo, il 4 su 5 giudici chiamati a pronunciarsi, è stato quello di Anthony Kennedy, conservatore, che si è allineato ai suoi colleghi liberal, rendendosi così fautore di una giornata davvero storica per gli Stati Uniti e non solo. Il presidente Barack Obama così si è espresso dal suo profilo twitter: “Oggi è un grande passo nella nostra marcia verso l’uguaglianza. Le coppie gay e lesbiche ora hanno il diritto di sposarsi, proprio come tutti gli altri”. E poi ha lanciato l’hashtag #LoveWins – l’amore vince- che è rimbalzato 10984993_10153564940399238_2176111007841097512_nsui social ai quattro angoli del globo in tempo zero. Emozione, sorrisi, lacrime di gioia per una decisione che sembrava impossibile e invece è arrivata, appena 48 ore prima di quel 28 giugno in cui, ogni anno, la comunità LGBT ricorda l’inizio dei “moti di Stonewall”. Quella di Stonewall è una storia americana, della New York del 1969, e fu nella notte tra il 27 w il 28 giugno di quell’anno che la polizia fece irruzione in un locale gay nel quartiere di Greenwich. Quel locale si chiamava “Stonewall” e da quell’episodio si è organizzato e ha avuto inizio il movimento omosessuale americano, con le sue rivendicazioni di libertà ed equità.
1969-2015, l’attesa è durata 46 anni ma alla fine la piena equiparazione dei diritti è arrivata. I giudici, analogamente a quanto accaduto di recente anche in Italia, sono stati critici nei confronti della politica, che avrebbe dovuto precederli in un’azione legislativa a riguardo, senza lasciare alla Corte il compito di colmare un vuoto. Ma poco importa oggi, il passo World_laws_pertaining_to_homosexual_relationships_and_expression.svgnon sembrava più così lontano e la spinta sull’acceleratore ha solo realizzato quel cambiamento che fremeva a manifestarsi, e ha permesso che si voltasse pagina e se ne riscrivesse una nuova.
In Italia e nel versante orientale del mondo si aspetta ancora un cambiamento, più prossimo (forse) come da noi o ancora lontano come in Russia o nel Continente Africano. Si vede bene in questa mappa, nella quale le tonalità dal beige al rosso scuro indicano una gradualità dalle leggi restrittive alla pene più estreme.
C’è ancora tanto lavoro da fare, lo sappiamo tutti e lo sanno coloro che a questa causa dedicano un impegno a tempo pieno. Oggi e domani sono ancora giornate di manifestazioni e di Pride. Quello più bello, c’è da scommetterci, sarà quello di New York.
Chiara Trompetto
[Fonti delle immagini: pagina facebook della Casa Bianca, it.wikipedia.org]

Morgana Opera Academy number 2: come nasce “Rigoletto” a Locri…

IMG_5211Dal 25 luglio all’8 agosto 2015, si svolgerà a Locri (RC) la Seconda Edizione di MORGANA OPERA ACADEMY Laboratorio Lirico Internazionale di alto perfezionamento, proposta dall’Associazione Culturale MORGANA inCANTA e dal Comune di LOCRI.
L’opera, al cui allestimento sono orientate le due settimane di corso, è Rigoletto di Giuseppe Verdi, che sarà portata in scena il 6 e l’8 agosto 2015, alle ore 21.00, nella Corte del Palazzo di Città.
IMG_5191Per meglio specificare la pregnanza culturale di questo progetto, abbiamo intervistato una delle due referenti, l’Avv. Anna Sofia, Assessore alla Cultura del Comune di Locri.

Dott.ssa Sofia, com’è nata la sinergia fra il Suo Comune e l’Associazione Morgana inCanta?
La sinergia tra il Comune di Locri e l’Associazione Morgana InCanta nasce da un incontro puramente casuale tra me e la Dott.ssa Fraschini, entrambe animate dal deIMG_5178_2siderio di migliorare il nostro territorio riportandolo agli antichi splendori.
Sin dal primo incontro con Serenella Fraschini ho ravvisato in Lei la massima disponibilità, sempre pronta ad offrire il suo apporto, anche gratuito, per l’ottima riuscita di alcuni eventi culturali. Ultimo in ordine di tempo, ma certamente non per importanza, è la collaborazione della Fraschini nell’individuare alcuni allievi della sua scuola che durante la manifestazione culturale “Giugno Locrese 2015 LXVII Edizione”, che si svolgerà domani, 27 giugno 2015,alle ore 21.00 presso la Corte del Palazzo di città, canteranno accompagnati dall’orchestra.

In che modo la Città di Locri partecipa a tale evento? 
IMG_5108Posso, al momento, dirLe che la Locride ha risposto positivamente alla rappresentazione lirica “La traviata” tenutasi lo scorso anno, riscuotendo un grande successo. Mi auguro che lo stesso possa dirsi anche per la manifestazione lirica il “Rigoletto” in programmazione per la stagione estiva 2015, considerato che l’Amministrazione Comunale di Locri impegnerà tutte le sue energie per raggiungere elevati obiettivi .
Pecco di presunzione se dico che la Città di LocIMG_5331ri ha potenzialità tali da poter divenire la sede di importanti eventi lirici ed essere definita un domani “la Verona del Sud”? Credo proprio di no!

In termini pragmatici, l’Amministrazione Comunale ospiterà gratuitamente tutti coloro che parteciperanno al Laboratorio di Alto Perfezionamento Lirico presso idonee strutture, come si fece per la prima edizione dell’estate 2014. 

Rispetto all’edizione passata con La traviata, cosa si aspetta, Assessore?
IMG_1411Lo scorso anno è stata la prima volta, in assoluto, in cui Locri è diventata teatro di un’opera lirica di elevato livello, quale “La traviata”, il cui risultato è stato certamente eccellente grazie alla magistrale regia e scenografia di Mario De Carlo. Anche quest’anno la regia e la scenografia di Mario De Carlo faranno sognare Locri.

Assessore Sofia, è prematuro poter pensare alla nascita di un Festival d’Opera nella Locride? Cosa significherebbe per la Calabria tutta?
Certamente no. Noi lavoriamo perché ciò posso accadere.
Annunziato Gentiluomo

“Il piccolo principe” di Alberto Caruso

Piccolo principe.foto1Lunedì 15 giugno presso il Teatro Carignano di Torino è andata in scena la prima europea dell’opera in tre atti Il piccolo principe con musica e libretto firmati da Alberto Caruso.

La partitura si esprime in un crescendo che finisce per coinvolgere i presenti, anche se a volte l’esagerato ricorso a climax emotivi fa perdere il focus sulla continuità della linea melodica. Il primo atto, il più ostico, è spigoloso: la musica è caratterizzata da un’eccessiva ripetitività di concatenazioni armoniche, che rendono non interessantissima la fluidità del Piccolo principe.foto5discorso. Riteniamo però possa esprimere l’intento del compositore di rappresentare qualcosa di alieno da ciò a cui i terrestri sono abituati, il mood caratteristico dell’asteroide B612.  Infatti, gli altri due atti, ambientati sul pianeta Terra, risultano più accattivanti e in particolare l’ultimo si conferma molto intimistico e ricercato. In questo terzo atto finalmente l’incontro tra parola e musica si rende armonioso, riuscendo ad accarezzare i presenti immergendoli in un’atmosfera senza tempo e trasudante emozioni. Bisogna sicuramente riconoscere a Caruso la perizia nel saper utilizzare sapientemente l’arpa, attuazione non facile.

Non impressiona, invece, il libretto che a volte si intreccia goffamente con la musica. Probabilmente Caruso ha avvertito una certa difficoltà a sganciarsi dal celeberrimo testo di Antoine de Saint Exuéry, rimanendone invischiato.

Piccolo principe.foto4Molto ben curata la regia. La metafora del viaggio, gli interventi dello speaker, la gestione degli spazi e le interazioni dei personaggi risultano convincenti. Fresca e originale la messa in scena che risulta contenitiva e smussatrice degli spasmodici movimenti musicali presenti nel primo atto dalla partitura. La rampa delle scale dell’aereo è un elemento a cui ricorre spesso, elemento contemporaneamente funzionale e dalla forte pregnanza simbolica. Rappresenta gli arrivi e le partenze, gli spostamenti di cui è fatta la vita, gli incontri, gli arrivederci e gli addii che costellano l’esistenza di ognuno.

Piccolo principe.foto6Rispetto al cast spiccano il soprano Claudia Sasso (Piccolo Principe), il mezzosoprano Julija Samsonova-Khayet (Volpe) e il tenore Mattia Pelosi (Vanitoso, Uomo d’affari, Venditore di pillole, Antoine), e degne di nota le luci di Marcello Cavoto.
L’Ensemble Master dei Talenti Musicali, costituito da Alessandro Cervo (violino I), Corinne Curtaz (violino II), Michela D’Amico (violino III), Lorenzo Boninsegna(viola), Davide Pettigiani (violoncello), Alessandro Spagnuolo (contrabbasso),Valerio Lisci (arpa) e Davide Cava (pianoforte), ha dato prova di eccellente finezza musicale, offrendo una validissima performance.

Interessanti le coreografie di Antonio Della Monica, perfettamente all’unisono alle scene di Francesco Boerio belle nella loro essenzialità, che riescono a chiarire quanto si consuma sulla scena, creando un contesto realmente al servizio all’azione. Contribuiscono a rappresentare perfettamente uno dei non luoghi per eccellenze, l’aeroporto, con le schizofrenie, le manie, i tempi dei passeggeri che vi si trovano. Tutte deliziose e sinuose le ballerine (Lorena Silvia Calabrò, Laura Fonte, Andrea Carlotta Pelaia e Marina Soalca) meno convincente invece Federico Boscolo Cegion, a volte apparso poco fluido nei movimenti.

Nel complesso uno spettacolo interessante che va riascoltato in una location più adatta all’opera.
Annunziato Gentiluomo

La nuova edizione del musical “DIRTY DANCING” in anteprima al Coccia di Novara

coccia2Domani 27 e domenica 28 giugno alle 21:30, al Teatro Coccia di Novara arriva il musical che ha fatto innamorare generazioni di giovani: Dirty Dancing. Arriva in anteprima con un allestimento tutto nuovo, una versione ancora più ricca e spettacolare con una nuova regia firmata da Federico Bellone, già apprezzato in “A qualcuno piace caldo”, “Flashdance” e “Newsies”, le nuove coreografie di Gillian Bruce  – “Frankenstein Junior”, “Grease”, “A qualcuno piace caldo” – e le nuove imponenti scenografie di Roberto Comotti, professore emerito dell’Accademia delle Belle Arti di Brera.
Il musical teatrale segue le orme del film cult – uscito nelle sale 28 anni fa – diventando ormai un classico, uno spettacolo ricco di emozioni e magia.
La ricerca accuratissima del cast è stata coadiuvata da Eleanor Bergstein, autrice del film e dello spettacolo teatrale, proprio a garanzia dell’alta qualità dello spettacolo che devegallery0000083 mantenere le caratteristiche originali in ogni parte del mondo in cui viene rappresentato.
I protagonisti, scelti dopo lunghi mesi di selezioni e tra oltre 1.000 candidature, sono Sara Santostasi – già vista in tv in alcune fiction e in programmi come Ballando con le stelle – e Gabrio Gentilini – anche lui diviso tra teatro e esperienze televisive – già forti dei consensi ricevuti al debutto nella scorsa stagione e l’apprezzamento del pubblico che li ha subito amati nei ruoli di Baby e Johnny, accanto a Federica Capra (Penny Johnson) e a tutti gli altri bravissimi interpreti.
I dialoghi dell’adattamento italiano sono stati tradotti da Alice Mastroni, mentre le canzoni gallery0000160-500x360sono cantate in lingua originale. Una piccola orchestra di 5 elementi esegue in scena i pezzi più famosi di questa straordinaria colonna sonora, fra cui “Time Of My Life” – vincitore di un premio Oscar e di un Golden Globe – e “Hungry Eyes”.
Il musical, in paesi di consolidata tradizione di spettacoli musicali come Inghilterra e Germania, ha fatto registrare i più alti incassi nella storia del teatro europeo e il pubblico italiano non sta facendo altro che confermare questo successo inarrestabile.
Info e biglietti su dirtydancingitalia.it.

Mirko Ghiani

Il 27 e 28 giugno a Caserta la Conferenza Nazionale ASI

ASIAOO_banner_conferenza_WEBLo scorso anno si era scelto lo splendido panorama del Lago Albano, nei pressi della residenza papale di Castel Gandolfo e di Ariccia. Quest’anno ci si sposta un po’ più a sud, a Caserta. La città campana è stata scelta per il Convegno Nazionale ASIU.P. Scivias, che si terrà domani, sabato 27, e domenica 28 giugno, presso l’Hotel Plaza di Viale Lamberti.
La Conferenza Nazionale è l’occasione per fare il punto sulle attività, per vedere cosa è successo durante l’anno e per Ermanno_Rossitti-225x300accogliere le nuove scuole e le nuove discipline. Come sapete il Settore DBN dell’ASI sta allargando sempre di più il suo raggio di azione, comprendendo un numero crescente di attività legate al complesso mondo delle Discipline Bionaturali, e l’ACSD ArtInMovimento ne fa parte come Scuola Accreditata di Reiki con il docente (e presidente) Annunziato Gentiluomo.
I lavori saranno condotti come sempre da Ida Cagno e Ermanno Rossitti, instancabili organizzatori e promotori delle attività dell’ASI. Tra le figure istituzionali presenti ci saranno, come lo scorso anno, Umberto Candela e Claudio Barbaro, rispettivamente Direttore Tecnico ASI (e membro della Giunta Esecutiva) e Presidente ASI.
Interessanti come sempre gli ingressi delle nuove discipline e delle nuove scuole. Il primo giorno verrà presentata la Scuola di Formazione ASI accreditata alla Regione Lazio. Domenica sarà il momento delle presentazioni. Ci saranno Guido Zordan (lo avevamo incontrato come operatore lo scorso anno) con il metodo MLC Italia, Valia Galdi con la Bioarchitettura Olistica, Giuseppe Leotta con Osteorelax-BioShiatsu, Giuseppe Suppressa con la Tsuboterapia Integrata Serizawa, Alessio Lombardi con la Disciplina Biomagnetica, ASIAOO_promo_WEBFrancesca Ragusa con la Comunicazione Umana Interattiva, Maria Paola Chizzoli con la Tradizione Spirituale Andina Contemporanea, Flavio Gandini con la Dermoriflessologia e infine il Dott. Gabriele Caracano con Pratiche di Consapevolezza Taiji.
Non potrà mancare una parte di formazione e informazione rivolta ai presidenti delle associazioni, relativa agli aspetti gestionali e amministrativi delle realtà associative.
Verranno nominati i responsabili regionali e provinciali, consegnati gli attestati alle nuove scuole di formazione accreditate e gli attestati di riqualifica ed equiparazione agli operatori. Sarà ovviamente una occasione preziosa per gli operatori, per conoscersi e confrontarsi, magari per far nascere delle sinergie e sviluppare nuove idee.
Redazione ArtInMovimento Magazine
[Fonti delle immagini: ArtInMovimento, asiartiolisticheorientali.it]

A Torino il primo Festival della Psicologia en plein air

momenti-felicitaIl 27 e 28 giugno Torino ospiterà “Momenti di Felicità 2015“, il primo Festival della Psicologia en plein air. Momenti di incontri e scambi liberi sul tema del benessere individuale e collettivo, in una piazza – quella di Borgo Dora, al Sermig – aperta a tutta la cittadinanza.
Per l’edizione 2015 il tema scelto è quello della Felicità. Tema importante e ambizioso su cui far dialogare psicologi, sociologi, giornalisti, economisti e creativi, con l’obiettivo di trasformare Torino in una piccola capitale della felicità, capace di far star bene i suoi abitanti e sempre più viva e in movimento.
L’Arsenale della Pace si trasformerà per l’occasione nell’Arsenale della Felicità.
Altro scopo della due giorni è quello di avvicinare la psicologia a un pubblico più ampio, curioso di conoscere e approfondire tematiche psicologiche ma non solo.arsenale-pace-ok
Non solo adulti ovviamente: ci sarà un occhio di riguardo anche per i più piccoli per i quali sono previste attività e laboratori a tema, dove la creatività e i colori saranno i protagonisti.
Con il Festival della Felicità 2015, l’Ordine degli Psicologi del Piemonte si propone di diffondere la cultura psicologica e di sensibilizzare la popolazione sulle tematiche inerenti il benessere sia individuale sia sociale, in modo anche innovativo, attraverso appuntamenti e incontri di interesse pubblico in collaborazione con diversi attori presenti sul territorio.

Mirko Ghiani

[Immagini da ordinepsicologi.piemonte.it e sermig.org]

LetterAltura, la letteratura sale in quota

10731192_839080059474979_5533503252407905993_nVerbania e nelle vallate ossolane e cusiane in scena in questi giorni “LetterAltura”, che giunge alla sua nona edizione.
Oltre 75 ospiti per 50 a Verbania e 5 nelle valli, 3 mostre e 4 proiezioni non-stop, nella realizzazione dei quali è stata molto forte la collaborazione di altre associazioni e istituzioni.
Da Marc Augé a Sandra Petrignani, da Hervé Barmasse a Isabel Suppé, da Domenico Quirico a William Dalrymple, grandi nomi della letteratura si incontreranno e incontreranno il pubblico intorno a un unico tema portante, quello del “ritorno”, in tutte le sue sfaccettature e interpretazioni.
Il racconto del viaggio apre molteplici scenari e possibilità, e gli scrittori si prima o dopo hanno scritto di viaggi, di una partenza o di un ritorno, siano essi reali o metaforici.
Ci può essere il ritorno a casa dopo anni vissuti da migrante, il ritorno alla ricerca linguistica per elaborare nuove forme per scrivere e comunicare, il ritorno sulle orme di vecchi viaggiatori per riscoprire antiche rotte, il ritorno alla ricerca di un equilibrio tra città e territorio per dare nuova vita al paesaggio che ci circonda. Nelle molte 11227638_836592983057020_8929968057964365854_ndigressioni che si possono fare partendo dal tema principale vediamo gli altri temi che si dischiudono. Il paesaggio e l’ambiente, sia il Lago Maggiore che la  montagna (siamo vicini al Cervino, nel 150esimo anniversario della prima scalata), la montagna come sfida nel campo dello sport, il viaggio stesso.
Un programma intenso, in un contesto paesaggistico ideale, molte iniziative anche per i giovani e giovanissimi. Molte collaborazioni e i patrocini, tra essi Regione Piemonte e Città di Verbania, Camera di Commercio Industria e Artigianato del VCO e varie fondazioni bancarie, il Parco Nazionale Val Grande e il Parco Veglia Devero, il Museo della Montagna di Torino.
Qui potete trovare programma e orari, si inizia oggi e si termina domenica 28.
Redazione ArtInMovinemento Magazine
[Fonte delle immgagini: pagina facebook LetterAltura, ArtInMovimento]

A Torino l’edizione 2015 de “Le terre attraverso il mare”

terre attraverso il mareDomenica 28 giugno, dalle 16.00 alle 23.00, nel luogo che è un simbolo del viaggio, la stazione, precisamente quella di Porta Susa a Torino (Atrio dell’ingresso B in corso Bolzano 27), un incontro e un confronto tra culture di quattro continenti sulla ricerca della Terra Sognata, l’edizione 2015 de Le terre attraverso il mare.
L’iniziativa continua l’esperienza de La Terra attraverso il Mare 2014 nata nell’ambito del Progetto NOMiS, progetto volto a favorire nuove e pari opportunità per minori e giovani stranieri-nuovi cittadini, promosso dalla Compagnia di San Paolo, con la collaborazione del Gruppo Abele, il patrocinio della Città di Torino e della Circoscrizione 3, la partecipazione di molte Associazioni e Volontari, la collaborazione col Museo Nazionale del Cinema e di RFI.
Slogo gruppo abeleudamericani, Africani, Est Europei, Cinesi e Italiani, per mezzo di musiche, balli, ogni forma di poesia e arte, racconti, video, teatralità, ricordi, cibo, immagini, oggetti, rappresentano alcuni aspetti di quelli che sono per loro i luoghi della felicità.
Luoghi dai quali, sempre, ci separa il mare: sia quello burrascoso attraversato da chi prima di tutto cerca la libertà, il cibo e il lavoro, sia quello, altrettanto burrascoso ma immateriale, che percorre chi desidera vivere negli Altrove di pace e di bellezza.
mare11I visitatori potranno viaggiare nel passato dorato dei ricordi dei Piemontesi, dei Rumeni, dei Peruviani…, nei sogni materializzati delle spose Marocchine e Cinesi, nei giochi antichi e in quelli di oggi. Potranno assistere alla rappresentazione di momenti lieti di musica giovanile, di poesia, ma anche di situazioni drammatiche, come l’ossessione della coda per il permesso di soggiorno o le immagini dell’emigrazione italiana di ieri e di oggi.
La regia dell’intero racconto, unione di tante singole testimonianze, è a cura di Claudio Montagna.
Un evento di grande rilevanza culturale e sociale che rilancia i temi dell’accoglienza e dell’integrazione. Quattro continenti in festa per una straordinaria mostra-spettacolo sul viaggio verso i luoghi reali o immaginari della felicità.
Redazione di ArtInMovimento Magazine

[Fonti delle immagini: meteoweb.eu (copertina), 1.bp.blogspot.com]

In Piazza Maggiore il cinema si ama sotto le stelle

A Bologna il cinemasotto_le_stelle_del_cinema_2015_manifesto_512x0_95369a76daa00244349a7e3dc0b97ec2 d’autore si ama sotto le stelle. Sotto le stelle del Cinema, dal 21 giugno al 15 agosto 2015 in Piazza MaggioreCinquantuno sere d’estate in una “sala” tra le più belle di tutto il mondo. Un cartellone unico che si è inaugurato domenica 21 giugno, con la versione restaurata di Per un pugno di dollari, il capolavoro di Sergio Leone, in Piazza Maggiore dopo l’anteprima mondiale alla cerimonia di chiusura del Festival di Cannes nel 2014. E quest’anno, come promesso, si arriva fino alla sera del 15 agosto. In parallelo poi, la rassegna Il Cinema Ritrovato“, dal 27 giugno al 4 luglio 2015.
Protagonisti dei focus Mario Monicelli, Orson Welles, Ingrid Bergman: tre pilastri assoluti del cinema mondiale, tutti nati nel 1915. Tre centenari che segnano il 2015 e che la Cineteca di Bologna festeggia nel nuovo cartellone di Sotto le stelle del cinema, che si concluderà proprio sabato 15 agosto con uno dei tanti cult di Monicelli: Amici miei, a 40 anni dalla sua realizzazione, datata 1975.

Qui il programma dell’evento da oggi in avanti:image

– Giovedì 25 giugno: “Quei bravi ragazzi”, di Martin Scorsese;
– Venerdì 26 giugno: “Don Giovanni”, di Jospeh Losey.

Dal 17 al 26 luglio 2015 focus sul grande Orson Welles:
– “Quarto potere”, il 17 luglio 2015;
– “L’orgoglio degli Amquarto_potereberson”, il 18 luglio 2015;
– “Macbeth”, il 19 luglio 2015;
– “Othello”, il 21 luglio 2015;
– “Rapporto Confidenziale”, il 22 luglio 2015;
– “L’infernale Quinlan”, il 23 luglio 2015;
– “Il processo”, il 24 luglio 2015.ingrid_bergman-1_512x0_f62134e6352abc15975f583168a4fef3

Dal 5 all’8 agosto focus su Ingrid Bergman:
– “Angoscia”, il 5 agosto 2015;
– “Notorious”, il 6 agosto 2015;
– “Europa ‘51”, il 7 agosto 2015;
– “Eliana e i suoi uomini”, l’8 agosto 2015;
– “Sinfonia d’Autunno”, il 9 agosto 2015.

Dal 9 al 15 agosto focus su Mario Monicelli:
– “Guardie e ladri”manifesto_sotto_le_stelle_del_cinema_2014, il 10 agosto 2015;
– “La grande guerra”, l’11 agosto 2015;
– “I compagni”, il 12 agosto 2015;
– “Romanzo Popolare”, il 13 agosto 2015;
– “L’armata Brancaleone”, il 14 agosto 2015;
– “Amici miei”, il 15 agosto 2015.

Film della rassegna Cinema Ritrovato:
– Sabato 27 giugno: “Ascensore per il patibolo”;
– Domenica 28 giugno: “Terzo uomo”, di Carol Reed con Orson Welles;
– Lunedì 29 giugno: serata dedicata a Peter von Bagh;
– Martedì 30 giugno: “Rocco e i suoi fratelli”;
– Mercoledì 1 luglio: serata dedicata a Buster Keaton, Scherlock Jr. e One Week, accompagnati live dall’Orchestra del Teatro Comunale;
– Giovedì 2 luglio: “Casablanca”, di Michael Curtiz;
– Venerdì 3 luglio: focus sul Technicolor;
– Sabato 4 luglio: “2001 Odissea nello spazio”, di Stanley Kubrick.

Giuseppe Parasporo
[Fonti delle immagini: winefolly.com; cinetecadibologna.it; movieconnection.it; comune.bologna.it]

A Collegno (TO) il work-shop “Reiki, meditazione ed espansione”

divine-alignment-2Domani, giovedì 25 giugno, dalle ore 20.30 alle 23.30, Monica Bonello e Annunziato Gentiluomo proporranno, presso lo spazio della YogAcademy Abyasa Yoga, sito in via Mompantero, 35 a Collegno (TO), Reiki, meditazione ed espansione, una serata di approfondimento per operatori Reiki (Meditazione Espansione Reiki).
La pratica meditativa e il concetto di espansione sono alla base di un modo di intendere il Reiki client oriented che è quello che propongono i due conduttore della serata, certi che la cura e il sostegno del ricevente partono dall’instaurarsi di una Reiki-Handbuona relazione con questi.
I due insegnanti, entrambi certificati A.S.I./Settore D.B.N.-D.O.S., accompagneranno i partecipanti a scoprire come la meditazione e l’espansione sono di fatto due importanti leve per risuonare di più con i propri clienti e quindi per essere più efficaci nel loro intervento.
Sono necessari: puntualità, abiti comodi e voglia di sperimentare. Il numero massimo di partecipanti è fissato a 20 persone, e il costo è di 15 euro.

Per informazioni e prenotazioni chiamare al 366.3953014 o al 339.3987143, o scrivere a nunzio_ki@yahoo.it o a info@yogacademy.it.
Redazione di ArtinMovimento Magazine

Questo è il testo del banner.
Maggiori informazioni