artinmovimento.com

“Attivare i doni dello spirito” con Manuela Pompas a Torino

L’Università Popolare ArtInMovimento APS propone dal 20 al 22 gennaio, presso la Scuola di Danza Relevé – sita in via Lessolo, 19 a Torino – il seminario Attivare i doni dello spirito curato da Manuela Pompas, grande studiosa, scrittrice e divulgatrice di tematiche inerenti al paranormale, alla vita oltre la vita e alle pratiche olistiche di guarigione, e riferimento italiano dell’ipnosi regressiva. Si tratta di un corso teorico-esperienziale per lo sviluppo della sensitività. Noi siamo Luce scesa in un corpo fisico, ma abbiamo dimenticati la nostra origine divina: la nostra anima porta in sé dei doni, tra cui i sensi…

L’Università Popolare ArtInMovimento APS propone dal 20 al 22 gennaio, presso la Scuola di Danza Relevé – sita in via Lessolo, 19 a Torino – il seminario Attivare i doni dello spirito curato da Manuela Pompas, grande studiosa, scrittrice e divulgatrice di tematiche inerenti al paranormale, alla vita oltre la vita e alle pratiche olistiche di guarigione, e riferimento italiano dell’ipnosi regressiva. Si tratta di un corso teorico-esperienziale per lo sviluppo della sensitività.

Noi siamo Luce scesa in un corpo fisico, ma abbiamo dimenticati la nostra origine divina: la nostra anima porta in sé dei doni, tra cui i sensi sottili, la capacità di comunicare con il pensiero con i vivi e anche con chi è in altre dimensioni, di conoscere passato presente e futuro, di valicare i confini dell’invisibile.
Ogni corso è un seme per attingere alla conoscenza racchiusa in noi, come dentro un forziere di cui dobbiamo ritrovare la chiave
, afferma Manuela Pompas.

Il seminario inizierà alle 19.30 venerdì 20 gennaio. Si comincia con un breve excursus teorico, in cui si descriveranno le facoltà psichiche, viste sia da un punto di vista occidentale (riferendoci alla parapsicologia), sia orientale (sistema energetico dei chakra), e con un esercizio per aprirsi all’intuizione e armonizzare il gruppo.

Il sabato – 21 gennaio -, dalle 11.30 alle 19.30, dopo una tecnica di rilassamento e un lavoro di armonizzazione dei chakra, si entrerà nel vivo della parte pratica, con esercizi finalizzati ad attivare la capacità di entrare in contatto telepatico con le persone, vedere lontano nello spazio-tempo (chiaroveggenza), o vedere l’aura e le informazioni che vi sono iscritte.

La domenica – 22 gennaio -, dalle 10.00 alle 18.00, saranno proposti esercizi di psicometria (la lettura delle informazioni iscritte in un oggetto), utili per sviluppare la chiaroveggenza. Saranno sperimentati anche i viaggi fuori dal corpo, proiettando la mente fuori dallo spazio-tempo… e tant’altro ancora.

Lo scopo del corso è rendersi conto delle proprie potenzialità e aprire un cammino di evoluzione psichica e spirituale, per conoscere meglio se stessi e gli altri, vivere più in armonia, comunicare a distanza, avere più informazioni, esplorare altre realtà. Insomma, avere più strumenti per conquistare la conoscenza e vivere meglio.

È chiaro che non è possibile, per chi non ha mai lavorato in questo campo, attivare tutte le facoltà in un tempo così breve. I risultati sono proporzionali a quanto abbiamo già lavorato su di noi, quanto abbiamo aperto la nostra sensibilità, liberandoci dalle corazze create dalla mente razionale. Ma il corso è come un seme che si butta nella terra: se questa è fertile, nel tempo darà piante e frutti, precisa Manuela Pompas.

Seguirà, ancora da programmare, un secondo livello di approfondimento, in modo da provare ad aprire il channeling, la capacità di entrare in contatto con la propria coscienza transpersonale, il Sé, e ricevere indicazioni dal nostro Maestro interiore.

Per il seminario sono necessari: un tappetino, un cuscino e magari un plaid; un quaderno per prendere appunti; uno o più oggetti che hanno una storia (appartenuti a un parente, a qualcuno che ha vissuto qualcosa di particolare, un incidente, un grande amore, una malattia…); e delle foto di amici o parenti con una storia particolare o defunti.

Il costo del seminario di Manuela Pompas – che è a numero chiuso – è di 200 euro a cui bisogna aggiungere la quota associativa di 20 euro valida fino al 31 dicembre 2023. Per iscriversi al seminario, bisogna versare un acconto (non restituibile) di 40 euro (20 dei quali sono per la tessera associativa ad ArtInMovimento). La quota va versata tramite bonifico bancario a: Università Popolare ArtInMovimento – Corso Verona, 20 – 10152 Torino (TO) – IBAN: IT39Q030 6967 6845 10749159647 [Banca Intesa San Paolo] con la seguente causale: erogazione liberale per iscrizione corso Sensitività gennaio 2023 e iscrizione alla realtà associativa. A volta la con accento crea problemi per i bonifici on line: è sufficiente in quel caso scrivere Universita.
La ricevuta va inviata ad andareoltre@artinmovimento.com.
Per chi necessita di pernottare, siamo convenzionati col Camplus (https://www.campluscollege.it/residenze-universitarie/torino/regioparco/) – sede via Perugia. Bisogna dire che si è soci dell’Università Popolare ArtInMovimento APS. La struttura è sita in via Perugia, 45, a Torino. Il telefono è 011 040 0406.

Il seminario di Manuela Pompas è il primo appuntamento di un percorso di introduzione alla sensitività, alla medianità e al channeling proposto dall’Università Popolare ArtInMovimento che comprende momenti formativi con Imma Lucà, Annalisa Perrino, Elisa Coscia, Linda Macaluso e Linda Macaluso.

Per informazioni e approfondimenti, chiamare al 3663953014.

Ci sono ancora alcuni posti.

Redazione di ArtInMovimento Magazine

More in Cultura

Most popular

Most popular

Most popular