artinmovimento.com

Ecco i primi relatori del convegno l’Invisibile Ponte dell’Amore

Come sapete ArtInMovimento Magazine è media partner dell’importante convengo L’Invisibile Ponte dell’Amore, di cui già vi abbiamo parlato e che si terrà il 16-17-18 ottobre prossimi a Borgaro Torinese (presso l’Hotel Atlantic). In questa settimana vi presenteremo brevemente tutti i protagonisti che saranno relatori nei tre giorni, per capire meglio di cosa si tratta e perché no incoraggiare un approccio a questi temi che sono sì delicati ma fanno parte prima o poi dell’esperienza di tutti. L’appuntamento iniziale è per il pomeriggio di venerdì 16, con i saluti di apertura da parte di Giuseppe Santagada, mentre il conduttore e moderatore dell’intero…

morte-e-vita-800x400Come sapete ArtInMovimento Magazine è media partner dell’importante convengo L’Invisibile Ponte dell’Amore, di cui già vi abbiamo parlato e che si terrà il 16-17-18 ottobre prossimi a Borgaro Torinese (presso l’Hotel Atlantic).
In questa settimana vi presenteremo brevemente tutti i protagonisti che saranno relatori nei tre giorni, per capire meglio di cosa si tratta e perché no incoraggiare un approccio a questi temi che sono sì delicati ma fanno parte prima o poi dell’esperienza di tutti.sonia
L’appuntamento iniziale è per il pomeriggio di venerdì 16, con i saluti di apertura da parte di Giuseppe Santagada, mentre il conduttore e moderatore dell’intero convegno sarà di Annunziato Gentiluomo.
La prima relatrice a prendere parola sarà Sonia Calame Rosset, sciamana ed esperta di cultura celtica.
Così si presenta lei stessa: “Sono una sciamana e sono rinata grazie alla riscoperta della cultura celtica. Questa mi ha dato modo di ritrovare la mia anima di operatore di Luce e capire qual’ era l’ obiettivo della mia vita. Il mistero della Morte mi ha sempre incuriosita ed ho imparato a confrontarmi con Lei fin da giovane.
Durante il mio percorso ho capito che Vita e Morte sono entità paritetiche. Nel tempo ho sperimentato con i miei assistiti la dimensione tanatologica ed ora sono pronta ad accompagnare le vostre anime oltre il fiume, sino alla carlo pastorinoGrande Luce
“.
Il secondo relatore sarà Carlo Pastorino. Nato nel 1944, laureato presso l’Università di Genova in Scienze Biologiche e dopo quattro anni in Medicina e Chirurgia. Ho svolto sempre attività ospedaliera in chirurgia generale e traumatologia e ortopedia. Dal 1985 è stato per circa otto anni chirurgo in Africa, Somalia e Sierra Leone, in Yemen, in Tibet, anche in condizioni di guerra. Nel 1998, a seguito di drammatiche esperienze vissute nei Paesi dove lavorava, decise di prendere un master in psicoterapia e ipnosi a Bologna, per poi iscriversi alla scuola di specialità sempre a Bologna, continuando a formarsi. Da oltre dieci anni svolge attività di volontariato nel campo delle cure palliative a Genova, per la Onlus Gigi Ghirotti, sia a domicilio che in Hospice,, con il ruolo di psicoterapeuta e utilizzando l’ipnosi come ausilio per il dolore e strumento di comunicazione profonda mente-corpo-anima, via complessa ma fondamentale per la guarigione spirituale. Da molti anni condivide con la moglie una ricerca spirituale, grazie alla sua capacità medianica rivolta all’interpretazione del messaggio, in particolare per il malato in condizioni critiche. Afferma Pastorino: “Lo studio, la ricerca con l’ipnosi regressiva a scopo terapeutico, è divenuto per e un importante stimolo per comprendere il significato dello spirito attraverso l’esperienza del vivere”.Ginella Tabacco1
La terza relatrice che vi presentiamo oggi è infine Ginella Tabacco. Nata nel 1943, ha lavorato come insegnante per oltre trent’anni. Dal 1993, dopo un lutto familiare, ha scoperto di possedere doti di comunicazione con il mondo spirituale. Numerose persone si rivolgono a lei per ritrovare la speranza dopo aver perso una persona cara.
Dopo la morte del marito, Ginella Tabacco ha scoperto di avere un potere particolare, la capacità di comunicare con l’Aldilà, e l’ha messa a disposizione degli altri senza mai chiedere nulla in cambio, nonostante la sofferenza e la fatica che ogni volta prova in prima Foto_Il-nodo-800x400persona durante questi incontri. Moltissime persone cercano in ogni modo di raggiungerla per poter attraverso di lei ritrovare un contatto con una persona cara che non c’è più, ritrovare la speranza. Ed è proprio la speranza la parola chiave di questo nuovo libro di Ginella Tabacco. A partire dalla sua storia personale, l’autrice tocca con delicatezza e profondità altre storie di lutto, di dolore e di comunicazione ritrovata con qualcuno che non c’è più e che ci parla da un’altra dimensione, ci rassicura. Ex insegnante di lettere e donna schiva, grazie all’intercessione di Roberto Giacobbo, che di lei è grande sostenitore, ha deciso uscire allo scoperto, iniziando a pubblicare libri perché il suo messaggio possa dare speranza alle persone che soffrono il dolore della perdita. Di Ginella Tabacco sono stati pubblicati: “Con te sempre accanto” (Mondadori, 2012) e “Poterti parlare ancora” (Mondadori, 2015).
Domani proseguiremo con le presentazioni di altri tre relatori, e come si può già intuire dai primi tre nomi, il livello di questo convengo sarà molto alto, con racconti di esperienze importanti, con una grande preparazione professionale e una grande ricchezza umana.
Redazione ArtInMovimento Magazine
[Immagine di Ginella Tabacco: da abruzzoweb.it]

More in Cultura

More in Operissima

Most popular