artinmovimento.com

Il M° cinese Lü Jia sul podio della Filarmonica Teatro Regio Torino

Lunedì 2 febbraio 2015, ore 20.30, il Maestro cinese Lü Jia salirà sul podio della Filarmonica Teatro Regio Torino per un concerto realizzato col contributo straordinario della Fondazione CRT e in collaborazione con il Teatro Regio. Il primo appuntamento della stagione con la Filarmonica Teatro Regio Torino vede protagonista il Maestro Lü Jia attuale direttore principale del National Center of Performing Arts di Pechino e tra i massimi esperti nell’esecuzione del repertorio orchestrale di Felix Mendelssohn-Bartholdy a cui è dedicata la prima parte del programma con la Sinfonia n. 3, detta la Scozzese in virtù della dedica fatta dal compositore tedesco…

Lu JiaLunedì 2 febbraio 2015, ore 20.30, il Maestro cinese Lü Jia salirà sul podio della Filarmonica Teatro Regio Torino per un concerto realizzato col contributo straordinario della Fondazione CRT e in collaborazione con il Teatro Regio.
Il primo appuntamento della stagione con la Filarmonica Teatro Regio Torino vede protagonista il Maestro Lü Jia attuale direttore principale del National Center of Performing Arts di Pechino e tra i massimi esperti nell’esecuzione del repertorio orchestrale di Felix Mendelssohn-Bartholdy a cui è dedicata la prima parte del programma con la Sinfonia n. 3, detta la Scozzese in virtù della dedica fatta dal compositore tedesco alla 1Sergey-Galaktionovregina Vittoria.
La Sinfonia, scritta nel corso di un lungo arco temporale, che spazia all’incirca dal 1829 al 1842, fu l’ultima delle sinfonie a venire completata e in occasione della prima esecuzione a Lipsia, nel marzo del 1842, fu diretta dall’autore stesso così come nel mese di giugno a Londra dove, a seguito dell’esito trionfale, Mendelssohn fu ricevuto proprio dalla giovane regina Vittoria.
Altro protagonista della serata la spalla dell’Orchestra del Teatro Regio e della Filarmonica TRT, Sergey Galaktionov, che si cimenterà nel Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 61 di Ludwig van Beethoven, opera centrale della creatività beethoveniana, dal clima espressivo sereno e luminoso, che al debutto non trovò il consenso del pubblico ma venne apprezzata solo molti anni dopo quando, nel 1844, il dodicenne Joseph Joachim ne diede una storica esecuzione con l’orchestra della London Philharmonic Society diretta da Felix Mendelssohn.
Redazione ArtInMovimento Magazine

More in Cultura

More in Operissima

Most popular