Libera la visione… con Mario Guerra

Mario GuerraStasera, 23 aprile, alle ore 21.45, sul canale Cultura della nostra web radio, una serata particolare in compagnia di un ospite speciale e un grande amico.
Annunziato Gentiluomo intervisterà il fotografo di fama internazionale Mario Guerra che ha gentilmente offerto una sua fotografia per la copertina del libro Dialoghi con un Arconte. Con lui si parlerà di visione, di focus, di luce, di introspezione e di ricerca.
Ma chi è Mario Guerra? Nato a Roma, nel 1964, è un fotografo italiano, artista, professionista e docente. Dopo Roma, New York, Parigi, Lecce, vive oggi tra Roma e Chamonix (FranciaAnnunziato2019).
Il suo lavoro artistico è stato esposto in decine di gallerie e musei di tutto il mondo. Sue personali si sono tenute (tra l‘altro) alla Saatchi Gallery di Londra, all’Ara Pacis di Roma (due volte), al Museo del Design di Milano La Triennale, al “Café Contempoarain”: Spazio Gdf-Suez di Parigi, al Museo delle Musiche Nere di Dakar.
Mario Guerra è professore di visione artistica e consapevole in fotografia (il suo corso Libera la Visione viene declinato con nomi e modalità differenti nei diversi casi), al Centro Romano di Fotografia e Cinema, presso Officine Fotografiche di Roma, all’Università La Sapienza di Roma (Dip. di Design, Comunicazione Visiva e Dialoghi con un Arconte_copertinaMultimediale della Facoltà di Architettura), oltre che nei seminari e workshop privati di gruppo e individuali e in quelli che tiene durante eventi artistici e culturali, soprattutto in Italia e in Francia.
Professionista nei settori della fotografia industriale, di reportage, di ritratto e pubblicitaria da oltre trent’anni, Mario Guerra è attivo specialmente come artista con opere fotografiche che sono immagini che si astraggono, solitamente in piccoli dettagli di pochi millimetri, per poi essere ingranditi a dismisura, dove la fotografia, abdica dal suo ruolo di rappresentazione della realtà per diventare altro, per diventarlo emotivamente, per cercare la sensualità che esiste nella minuta realtà e natura che ci circonda.
Il collega Ludovico Pratesi de La Repubblica su di lui dice Uno sguardo intimo e minimale, che esplora la natura del materiale nella sua estetica più pura ed essenziale, senza trionfalismi. Dettagli quasi invisibili ad occhio nudo, simili a paesaggi interiori che vivono di sfumature, di imperfezioni di tracciati impercettibili e segreti: come quelli dell’animo umano.
Un puntata appassionante raggiungibile a questo URL https://www.spreaker.com/show/aim-cultura. Da non perdere!
Redazione di ArtInMovimento Magazine

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo è il testo del banner.
Maggiori informazioni