artinmovimento.com

A Bergamo una “Tosca” travolgente divinamente interpretata da Tiziana Caruso

Tosca.copertina

A Bergamo un’interessante, coinvolgente, ben diretta e ben interpretata Tosca, coprodotta dalla Fondazione Donizetti col Teatro Sociale di Rovigo, il Teatro di Bassano Opera Festival, il Teatro Verdi di Padova, il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, andata in scena il 10 e il 12 ottobre scorsi. Tosca rappresenta pienamente la grande forza espressiva della musica pucciniana, capace di tratteggiare personaggi che emanano una vitalità senza pari. La vitalità strabordante del personaggio del titolo è stata magnificamente incarnata da Tiziana Caruso. Il soprano catanese ha lasciato tutti senza fiato nell’aria Vissi d’arte, vissi d’amore sia per la vocalità sia per la plasticità corporea. Le sue eleganti linee fisiche partecipavano interamente al…

tosca2 (2)A Bergamo un’interessante, coinvolgente, ben diretta e ben interpretata Tosca, coprodotta dalla Fondazione Donizetti col Teatro Sociale di Rovigo, il Teatro di Bassano Opera Festival, il Teatro Verdi di Padova, il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, andata in scena il 10 e tosca2 (1)il 12 ottobre scorsi.
Tosca rappresenta pienamente la grande forza espressiva della musica pucciniana, capace di tratteggiare personaggi che emanano una vitalità senza pari. La vitalità strabordante del personaggio del titolo è stata magnificamente incarnata da Tiziana Caruso. Il soprano catanese ha lasciato tutti senza fiato nell’aria Vissi d’arte, vissi d’amore sia per la vocalità sia per la plasticità corporea. Le sue eleganti linee fisiche partecipavano interamente al dramma esprimendo un dolore cieco e profondissimo. tosca4 (1)Tale parte rappresenta per la catanese una specialità, che conosce perfettamente, avendola già interpretata a Bologna, Bassano del Grappa, Rovigo, Savona e Atene.
A Bergamo il soprano è stata ben sostenuta sia da Kristian Benedikt (Cavaradossi) sia da Elia Fabbian (Scarpia), che hanno saputo sapientemente rendere il dramma e le “note” eccessive del testo pucciniano.
tosca5Buona la scenografia assolutamente classica, ottima la direzione delle luci capace di tratteggiare e ispessire emotivamente ogni quadro, e attenta e presente la regia di Hugo de Ana, che è riuscito bene a giocare sulla dicotomia dei colori bianco e nero come si era prefisso.
Veramente un bello spettacolo, delizia al cor!
Annunziato Gentiluomo

More in Cultura

Most popular